Blog-gusto ®

FESTARCH 4 A PERUGIA: LE CITTA’ NELLA CITTA’. NEL VENTRE DELLA ROCCA PAOLINA

Numero 4 di FESTARCH a tema Le città nella città. Partiamo allora dalla Rocca Paolina, una città nella città, una storia un ricordo una rivincita, una città sotterranea, in parte conservata, in parte distrutta dalla furia iconoclasta dei perugini, finalmente liberi. Liberi di costruire in superficie la Piazza Italia e il Palazzo della neonata Provincia, il Palazzo Nuovo, progettato dall’ingegnere architetto Alessandro Arienti. E la bellissima Exibition, al CERP della Provincia,  si apre proprio con le tavole più significative del progetto dell’Arienti,1867-1873. All’ingresso la mostra This is my forest, un box in the box di foto dei colori suoni e…

0

FLORALIA PERUGIA: UNA COROLLA FIORITA ATTORNO ALLA NOSTRA FONTANA

Fiori e fiori. Una corolla fiorita attorno alla nostra Fontana. Profumi sparsi di rose. C’è Floralia in centro a Perugia e la Piazza rivive. Piazza IV Novembre, Piazza della  fontana come i turisti la chiamano, in questi giorni è diversa, vestita di gioia colori profumi. Si cosparge, finalmente, di buon profumo di rose di maggio la nostra città . Fiori, composizioni, gentili esperti, tecnici del paesaggio che spiegano e parlano di giardini ville e terrazzi, maestre di arte floreale che creano dal nulla armoniche composizioni e rispondono alle numerose domande e richieste, un mondo in movimento, un grande giardino di…

0

EMILIA ROMAGNA: NOI CI SIAMO 4 GIUGNO 2012

EMILIA ROMAGNA: NOI CI SIAMO 4 GIUGNO 2012 Due sberle sonore, assestate a distanza di giorni. Questa regione così bella, così forte, così disponibile, così allegra e festante, ora così triste, così amareggiata, intimorita da qualcosa di ineluttabile, qualcosa che la forza, il lavoro, l’alacrità, l’ingegnosità, l’altruismo e la generosità degli emiliani non può fermare o cambiare. Loro abituati alle piene e alle inondazioni, ma quelle son cose di cui sono esperti, esperti anche del lavoro duro, il rimboccarsi le maniche e andare avanti. L’Emilia era da subito al lavoro per ricominciare e al lavoro ha lasciato altre vite. Precarietà…

0

FUORI ORARIO FOLIGNO: FUORI SCHEMA FUORI TEMPO FUORI SPAZIO

fuori Orario Foligno:  fuori schema fuori tempo fuori spazio Se l’arte contemporanea si trova a spasso per Foligno, a scoprire spazi pubblici e privati e a scoprire se stessa, a trasformarli con il suo messaggio di attualità e a trasformare e interpretare di nuovo se stessa, è FUORI ORARIO. Dodici artisti  interpretano spazi inediti antichi palazzi, ex cappelle devozionali, cortili terrazzi storici studi di professionisti privati, un commercialista un ingegnere un antiquario, un  sindaco, quello di Foligno, una redazione giornalistica, La Nazione. Un’esposizione di arte emergente che si snoda lungo il centro della città. I FUORI ORARIO: un decentrare l’Arte…

0

PASSIONE RICAMO: ASSISI “1° RADUNO NAZIONALE DELLE RICAMATRICI E DELLE ARTI FEMMINILI”

Passione Ricamo. In tutto il mondo. All’opre femminili intente…erano le donne che ricamavano. Oggi si ricama ovunque, per ritrovarsi, per ritrovare una identità, anche nei bar o nelle librerie delle grandi città. Ricamo: amare, osservare il particolare. In silenzio, una volta, come forma di meditazione interiore, quella dei laboratori claustrali, oggi modo per incontrarsi, e parlare e confrontarsi e fronteggiare la nostra solitudine. Un lavoro ben fatto è desiderio arte intelligenza sapienza manuale memoria tradizione scambio. Quando le persone costruiscono cose, al tempo stesso edificano pensiero e conoscenza (Seymour Papert). L’arte, come il ricamo, dà forma a un progetto simbolico,…

0

CANTINE APERTE 2012: ARTENATURACULTURA

Di nuovo Cantine aperte, di nuovo apriamo la porta sul vino. La localizzazione, il programma, la storia, l’ambiente, il paesaggio, la cultura, il tempo, la conoscenza, le pratiche, il valore del vino. Ogni vitigno e ogni vino sono un tesoro di storia, di sapore e di paesaggio. ARTENATURACULTURA. Arte e vino: una misteriosa origine comune. La bellezza del soggetto, le vigne, la libertà della realizzazione artistica, la natura come idea e spazio di libertà e quindi fonte di ispirazione. Arte e vino inducono ebbrezza di bellezza e di gusto. Foglia uva tralcio tino bottiglia collo tappo etichetta, un grande quadro,…

0

ACQUA COME FONTE D’ISPIRAZIONE: LUCIANA BARTELLA ACQUERELLI DEL LAGO TRASIMENO PREMIO ALLA CULTURA IL CORIMBO

Quando il colore sposa l’acqua e in lei si perde, mescolandosi in armonia, nasce  l’incanto poetico dell’acquerello. Tecnica raffinata, di difficile severa puntuale esecuzione, perché incorreggibile. L’ispirazione e il soggetto sono tanto importanti, ma ancora di più è importante, per il risultato finale, lo stato d’animo dell’artista in quel momento. E il fascino della luce. Come dare a cose evanescenti come l’acqua, come le nuvole, o il cielo o l’aria, una terza dimensione grazie alla luce? E come modularla, la luce, che  la natura stessa modula, variandola con il tempo, con lo spazio, con le condizioni del momento, facendo  sparire…

0

ACQUA IERI E OGGI. E DOMANI?

Acqua. Non è mai una cosa sola. E’acqua da bere,  da mangiare, da toccare, da ascoltare. Confine e limite, spazio chiuso, luogo aperto e infinito. IERI L’acqua […] non è mai una cosa sola: / è fiume, è mare, è lago, stagno e quant’altro […] / è dolce, salata, salmastra, / è luogo presso cui ci si ferma e su cui si viaggia / è piacere e paura, nemica e amica / confine e infinito / è cambiamento e immutabilità / è ricordo e oblio / principio e fine. (Eraclito di Efeso). E così eravamo: […] Là in mezzo pingui…

0

BARBARA LACHI: FATE LE FATE e LE FATE DI VERSAILLES

E facciamo le fate, stasera. Che non vuol dire affatto essere belle e buone. Perché fata era anche quella cattiva, la fata di Biancaneve, per intenderci, il cui volto ritorna in alto a sinistra nel racconto-disegno La Cerva nel Bosco o come la Red Queen di Helena Bonham Carter, i cui fittissimi riccioluti capelli ritornano in molteplici protagoniste di questi racconti. Mi piace molto questa giovane artista dal tratto sicuro e dalla fantasia libera di destreggiarsi tra nere chine e lumeggiature di acquerelli con i colori della corte francese di Versailles, quella del Re Sole: i tenui azzurro e rosa…

0

IL CALENDIMAGGIO DI ASSISI CON OCCHI NUOVI, PER SOGNARE: LA SFIDA (LA NOTTE)

-Continua Si riprende a sera tarda, è la notte dei fuochi delle torce e delle fiaccole, ma soprattutto è la notte dei Canti, i Cori che saranno giudicati da un esperto musicologo. E’anche la notte del Verdetto e del Palio al vincitore che lo custodirà fino all’anno successivo.…Sono arrivato in Assisi stanco e tormentato,  per oscure valli e alture, per mare e per terra…La Parte de Sotto inizia con un racconto di purificazione, entra una barca nel mare in tempesta, decine di lunghi teli di azzurro più intenso o più lieve, come l’ acqua del mare, agitati da ragazzi e…

0