Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Peperosa.cult

GLI “ALBERI D’AUTORE” DI ASSISI SONO LEGATI DA UN FILO D’AMORE.

    UN “FILO D’AMORE” LEGA GLI ALBERI D’AUTORE, per il secondo anno esposti nella Sala della Pinacoteca in Piazza del Comune di Assisi, alberi di Natale impreziositi da importanti decorazioni variamente interpretate da artiste diverse e in molteplici espressioni d’arte. Pizzi, trine, ricami, a tombolo, telaio e uncinetto, vestono di colori e d’eleganza gli alberi di questa mostra. Nomi magici di antiche perizie di donne di oggi che hanno ripreso in mano tutte queste affascinanti arti: macramè, pizzo Irlanda, punto scritto, punto svizzero, punto Assisi, mezzo punto, sfilati, uncinetto, persino il colorato patchwork. Ma anche importanti messaggi di storia,…

3

LA “PIZZA DEL CLITUNNO”: MOLINO SUL CLITUNNO DI BOVARA DI TREVI.

    SE IL MOLINO E’ SUL CLITUNNO la storia è diversa. Profuma di mito, oltre che di farina. Di storia antichissima, di acqua magica che bagna tutta questa fertile valle dove un tempo la canapa la faceva da padrona, dando il suo nome a questa fertile zona delle ”canapine”. Il molino oggi racconta del tempo che fu: un’antica villa padronale, una costruzione perfettamente conservata, abitata dalla famiglia Marani, che attesta l’amore per la storia e il territorio, mentre un rudere conservato alle spalle e dei carteggi comunali certificano che sin dal 1400 qui c’era un molino. E che dal…

2

HEINZ BECK E L’OLIO NOVELLO: ROMA, PALAZZO DELLA VALLE

L’OLIO E’ VERAMENTE IL PRODOTTO DEL SUO TERRITORIO,  terra e uomini che  lavorano, ascoltano, conoscono, interpretano. E le condizioni atmosferiche possono giocare a favore di alcuni paesi produttori a danno di altri, così le annate non sono mai le stesse, così i primati di produzione olearia spesso si capovolgono. Ma l’olio è il nostro vanto, vanto di un made in Italy che parla del territorio: come l’ulivo è “radicato” nella nostra terra con le sue radici profonde, così l’olio è “ingrediente” basilare della nostra cucina.Gli oli nuovi sono i nuovi nati dei frantoi, la capacità delle nostre aziende di innovarsi…

2

IL FARRO E LE “OLIVE ALL’ASCOLANA VEGETARIANE”

IL FARRO: sapore di buono e d’antico, profumo deciso, aspetto rustico e lievemente ruvido. Il gusto ricorda quello morbido e appena dolce della noce e la farina acquista la stessa colorazione, colore che ritroviamo nel pane, di una leggerezza unica, che si mantiene a lungo morbido e umido. La cucina è una “magica alchimia”, trasforma la materia prima inventando nuove realtà, ma è anche una “pratica culturale”, cioè rispetta certi criteri geografici ed economici di approvvigionamento di materia prima e al tempo stesso gli usi, i costumi, le regole ereditate, ma adattate alla società in cui si vive. Il farro…

2

FLOS OLEI 2015: LA GUIDA NEL MONDO DELL’OLIO

ANCORA UNA VOLTA I SALONI DEL WESTIN EXCELSIOR di via Veneto a Roma, accolgono il mare d’olio che Marco Oreggia, affiancato da Laura Marinelli, ha riunito qui per raccontare, illustrare, presentare questo Concorso Internazionale aperto alle migliori aziende di produzione olivicola: Flos Olei, una guida in italiano e inglese, dedicata agli oli extravergine di oliva di 48 nazioni, raccontate ognuna con il proprio spazio culturale, storico e di produzione, oli dei paesi di cinque continenti selezionati da un panel di assaggiatori, esperti e severi, che esaminano ogni anno dai 1500 ai 2000 campioni d’olio, per creare una guida moto selettiva….

2

BRACCIO FORTEBRACCIO DA MONTONE: PERUGIA 12 LUGLIO 1416- 23 NOVEMBRE 2014

ANDREA BRACCIO FORTEBRACCI AVANZA LUNGO IL GRANDE CORSO, non sa che tra poco verrà arrestato. Entra in città da Porta San Pietro, il “Borgo bello”, dopo la battaglia di Sant’ Egidio- è il 12 luglio 1416 e il 23 novembre 2014- dove ha sconfitto l’armata perugina che si era affidata, temendo il suo arrivo, a Carlo Malatesta, nominato “difenditore dei perugini per la Santa Chiesa”. Nella battaglia si sono distinti il giovanissimo figlio di Braccio, Oddo, e l’allievo Niccolò Piccinino. Perugia lo proclama oggi “Signore della città” ed egli, con la famiglia, i dignitari e i servitori alloggerà in quel…

2

OLIO D’OLIVA 2014: UNA STORIA DI DRUPE E PUPE.

 GIA’, PERCHE’ LE DRUPE SONO LE OLIVE E LE PUPE SONO LE LARVE trasformate che la mosca olearia, da brava mamma, aveva depositato come uova all’interno del mesocarpo dell’oliva, nutrimento per le sue figliolette. E marca con i suoi ormoni persino il territorio- l’amorevole, vampiresca, omicidiaria nutrice-, così saranno tante mosche diverse per tante piante diverse, ognuna con il suo nido all’interno dell’oliva che cade marcia, spolpata fino all’osso. Non sono nemmeno mancati, visto il clima assolutamente compatibile, gli attacchi fungini di lebbra: il colletotrichum gloeosporioides penetra all’interno delle micro ferite causate dalla mosca, e macchia l’oliva di deturpazioni infossate,…

7

TEATRO CUCINELLI SOLOMEO: SE LA PASSIONE CONFORMA LA VITA. “LA PAZZIA DI ORLANDO” DEI “FIGLI D’ARTE CUTICCHIO”, PUPI E PUPARI DI SICILIA.

PUPI E PUPARI ED E’ SUBITO SICILIA, negli occhi, nella mente, nel cuore. In questa serata tutta siciliana, qui al teatro Cucinelli di Solomeo, è in scena la vera e storica arte dei pupari della famiglia Cuticcho , i “Figli d’Arte Cuticchio”, che ancora sopravvive alle mode, alle tecnologie, con la maestria di mani che muovono fili e bastoni, l’incanto della voce modulata, di gola o di petto, per le diverse intonazioni, per i diversi personaggi. I canovacci antichi, le storie tenute a memoria, i miti rivivono mescolati a incursioni con i protagonisti dell’oggi, con battute e intercalari moderni, insieme…

4

QUANDO “PANE E OLIO” ERA LA NOSTRA MERENDA.

PANE E OLIO ERA LA NOSTRA MERENDA. Quando non si parlava di “merendine”. E quando assaggiare “ pane, vino e zucchero” era ancora proibito per la troppo tenera età. E avere l’olio nuovo era un miracolo d’attesa, anche per noi che stavamo in città e non eravamo figli di contadini. Ma ugualmente fortunati, perché Perugia ha sempre avuto, a due passi dal centro storico, il suo verde, i suoi campi, i suoi orti, e soprattutto i suoi ulivi: l’olio nella zona di San Girolamo, dove dalla metà del ‘900 un Giovanni Batta frangeva l’olio; l’olio dei frati di Montemorcino; l’olio…

4

PICCOLO TEATRO DEGLI INSTABILI- ASSISI: STAGIONE TEATRALE 2014-2015

    La stagione teatrale del Piccolo Teatro degli Instabili si conferma densa di “tradizionali novità” , coinvolgenti “ duo” musicali, dinamici assoli, commedie esilaranti, con un unico denominatore comune: il teatro come “spazio magico”. “Luogo della finzione, della meraviglia, ma anche della infinite possibilità dove le cose accadono in un incontro – confronto con gli altri. il teatro come luogo dell’anima abitato anche dall’esperienza concreta della relazione con gli altri. Dove perdersi e poi ritrovarsi.” Corinna Lo Castro.   “Sembri agitato, figlio mio. Lo stesso immenso globo e quello che racchiude si dissolveranno. Ma noi siamo formati con gli…

3