Blog

IL CALENDIMAGGIO DI ASSISI CON OCCHI NUOVI, PER SOGNARE: MADONNA PRIMAVERA

Vedere il Calendimaggio con occhi nuovi. Per sognare. Oggi, 4 maggio, si entra nel vivo della festa con l’elezione di Madonna Primavera. Ma quale volto avrà mai, quali colori e portamento avrà la Primavera? Chi rappresenterà questa bella stagione, non ancora piena come l’estate e non troppo acerba come l’inverno? Chi quest’anno sarà eletta a rappresentare capricci, sole e nubi, fiori, profumi, colori dopo il buio  monotono monocorde inverno. Chi vincerà nei giochi di sfida  potrà eleggere la sua Madonna. Come dono l’eletta avrà la Rosa di maggio… La sfida più bella e sentita della nostra terra, dice il banditore della Magnifica Parte de Sotto. Dalle vie laterali tutti son pronti, entrano i musici…Amore puro e amor profano per accogliere la novella florida stagione…Inizia il  rullio dei tamburi, sfilano in costume i nobili della Magnifica: bellissimi i costumi, il copricapo e i paramenti delle nobili dame e dei cavalieri sembrano arrivare da un mondo di fiaba, un medioevo di sogno, ma un sogno del duemila, sembrano dame e cavalieri del mondo di Oz o, ricordi di bambina, quelli delle illustrazioni delle favole di Perrault. Rossi i costumi molto belli, sfilano anche gli arcieri che dovranno sfidarsi di mira. Arrivano ora le cinque bellissime fanciulle dei de Sotto: Monna Giulia, con sua Purezza e le calle in mano; Monna Domiziana con sua Saggezza e la brocca della sapienza; Madonna Martina con sua Gentilezza, ginestre giallo oro e mele verdi nei cesti; Monna Lorenza con sua Forza, archi di foglie vestiti con garofani a guisa di freccia; Monna Aurora, la quinta, e sua Giovinezza, con mazzi di  colorate margheritine….Zefiro torna, e torna davvero il venticello che si è alzato di nuovo, e tante ragazze,  giovani  e belle, spargono fiori per la via coperta da un drappo di Parte. Bel colpo d’occhio, il tifo è tanto qui in  curva sud, sottosottosottosotto, incitano i partaioli. Una gru in lontananza è rossa più rossa. Cambiamo la Parte, cambiamo colore. Da lontano  arriva il suono dei tamburi, si prepara il tappeto di Parte …Si appresta ad entrare nella piazza la Nobilissima Parte de Sopra, annuncia il Maestro di campo, e soprasoprasoprasopra è un unico grido….A gioventù e beltà si renda omaggio, gli arcieri dimostreranno il lor valore baldi e fieri…Sfilano i nobili con nobili cani, levrieri afgani. Blitz negli spalti  avversari di gara di una tifosa che lancia mazzolini di fiori: è la mamma di un tamburino, è perdonata! Sfilano ora tutte le tonalità del blu, dal blu notte, al celeste, al grigino azzurrato, l’indaco, il color dell’ireos…Da secoli in Piazza ce viene chi vol far Festa…Entrano ora le Madonne della Parte de Sopra, accompagnate da bellissimi gonfaloni dipinti o ricamati da abili mani: Fortezza è Beatrice bella, Armonia è Federica, incede ora Giulia soave Rosa, poi Francesca e Melissa e il quadro è completo insieme al Libro grande della vita, aperto alla pagina con la scritta: Solo  una Parte che al ben s’adopra, la parte alta la Parte dei de Sopra.
Ora è la lettura del bando: La miglior gioventù della città de Ascesi  proseguirà la sfida con giochi di destrezza e di possanza …alla parte vincitrice si darà facoltà di eleggere la Regina della Festa. Che si dia cominciamento… Si parte per le gare!!!.
Corsa con le Tregge, specie di slitte per trasportare fieno e legname in campagna e montagna, che sono tirate a strappo al grido sottosoprasottosopra. Vince la Parte de Sotto, è un abbracciarsi uniti. Ora il Tiro alla fune, tira e tira, sottosoprasottosopra, e vincono i Mammoni della Parte de Sopra. Siam pari, ma la Gara degli arcieri deve ancora venire.  Intanto arrivano i risultati della Gara dei balestrieri del giorno prima: 133 sono i punti della Parte de Sotto e 117 quelli della Parte de Sopra.  Si posizionano i bersagli, sembran novelli cerchi dell’oculista per la lettura della vista: 5 bersagli di gesso, per ogni grande cerchio, del diametro di 18 cm. ognuno: uno a destra in alto, uno a destra in basso, gli altri due a sinistra in alto e in basso, il quinto al centro. Partone e tirano. C’è un arciere più bravo, le Madonne della Parte de Sotto sono tutte in piedi e tifano lui. Vince, e la Magnifica si aggiudica la gara. È abbinato ad una Madonna, una bellissima fanciulla, splendida Primavera veramente in fiore.
…Popolo di  Ascesi, in virtù della vittoria dei Giochi medievali della Parte de Sotto di Messer Stefano Rafia,  proclamiamo Madonna Primavera Monna Domiziana Baglioni, Regina della Festa del Calendimaggio. La Parte de Sotto ha da stasera e per una anno la sua ragazza più bella,  la Regina della festa, Madonna Primavera. Il Sole, in alto fra l’azzurrissimo cielo e il bianco delle pietre di Assisi, ringrazia. Non è più solo, che la Primavera abbia inizio.

Marilena Badolato     maribell@live.it

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

0

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.