Gemellaggio di Gusto ®

11 Giu LA VETRINA DI SANDRI DEDICATA A PERUGIA1416 OGGI E’ UN “DIETRO LE QUINTE”.

OGGI C’E’ UN INTERESSANTE “DIETRO LE QUINTE” qui al Caffè Sandri. Un grande lavoro di allestimento di Elisabetta Rossetti: la programmazione, i contatti, gli appuntamenti, le idee da assemblare o da eliminare. E con il lavoro coordinato e sempre presente dello staff-pasticceria. Si allestisce oggi la vetrina che renderà omaggio a Perugia 1416, evento storico e culturale della città che ricorda la Signoria di Braccio Fortebracci, il condottiero che voleva regnare, e che si terrà nei giorni 14-15 e 16 giugno, con l’anteprima del 13, presso la Sala dei Notari, dedicata alla Ciaramicola, il dolce molto amato dai perugini   LA SPLENDIDA scultura che campeggia in vetrina è opera di Nicoletta Tirilli e rappresenta l’originale del Palazzo del condottiero con le famose Logge di Braccio, tra i luoghi perugini che…

READ MORE

09 Giu ASPETTANDO PERUGIA 1416: DAL CONVEGNO SU BRACCIO FORTEBRACCI, IL CONDOTTIERO CHE VOLEVA REGNARE.

UN BRACCIO diverso, visto sotto una luce diversa. Condottiero, ma anche politico e abile stratega, un signore e un vicario. Un condottiero che voleva regnare. Con quel “sogno impossibile” di unificare l’Italia centrale in un unico dominio, ma senza aver fatto i conti con la sorte e con i veri Signori del tempo: i papi e i re.   “ASPETTANDO PERUGIA1416”, con questo convegno che ricorda i 600 anni della morte di Braccio, ha voluto mostrare il personaggio e il suo periodo storico, avvalendosi di una base scientifica e documentaria. Interessantissimi infatti i carteggi, le lettere, alcuni inediti, le testimonianze tratte da diversi archivi nazionali.     “BRACCIO è un personaggio che si svela sempre più interessante- esordisce Tommaso di Carpegna Falconieri che ha aperto e chiuso il convegno di…

READ MORE

04 Giu ANTEPRIMA PERUGIA1416. UNA GIORNATA DI STUDI A SEICENTO ANNI DALLA MORTE DI BRACCIO FORTEBRACCI: 7 GIUGNO 2024, ORE 17.30. FONDAZIONE PERUGIA-PALAZZO GRAZIANI- CORSO VANNUCCI.

BRACCIO FORTEBRACCI MUORE. e lascia una città, Perugia, che aveva in parte pacificato dalle lotte intestine tra fazioni dei Raspanti e dei Beccherini, avendone ottenuto la signoria il 18 luglio 1416, quando un’assemblea composta di oltre quattrocento cittadini, aveva trasferito al condottiero “plenum et omne dominium… civitatis cum mero et mixto imperio et omnimoda gladii potestate”   MUORE presso L’Aquila dove aveva iniziato l’assedio della città che gli oppose una strenua e duratura resistenza. In una battaglia feroce, l’esercito braccesco venne sconfitto e Braccio riportò gravi ferite alla testa (si narra al collo che ricevette un colpo di mazza ferrata) che lo condussero alla morte nella notte fra il 4 e il 5 giugno 1424 e dopo lunga agonia, all’età di cinquantasei anni. Il Papa Colonna fece seppellire il corpo…

READ MORE

30 Mag PRESENTAZIONE DELLA COLLANA: HUMANITIES RESEARCH FOR SUSTAINABLE FUTURE. DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA, SCIENZE SOCIALI, UMANE E DELLA FORMAZIONE UNIPG.

IL LIBRO EcoEdu Skills. Competenze educative per un’ecologia dello sviluppo sostenibile, presentato stamane nell’ambito del Laboratorio sulla Educazione alla Lettura, Corso di Studio in Scienze della Formazione Primaria, presso il Teatro CLA – Centro Linguistico di Ateneo-, fa parte di una collana, edita da Morlacchi Editore, che contiene la ricerca di un gruppo di lavoro che esiste come settore scientifico disciplinare che ha prodotto alcuni saggi a partire da un volume del 1995 curato da Sante Bucci, un saggio del 2016 di Angelo Capecci, uno di Gaetano Mollo nel 2017, e ancora di Federico Batini nel 2018, di Mina De Santis nel 2019 e quelli di Annalisa Morganti del 2021 e 2023. Prima, fra tutti questi studiosi, si erge la figura di Aldo Capitini con il suo insegnamento protrattosi fino…

READ MORE

26 Mag PERUGIA 1416: SVELATO IL PALIO D’ARTISTA 2024. LA VINCITRICE E’ MARIA SERENA COLOMBO.

UN PALIO di pittura, bello di mano e di colori che svela un cavallo bianco (ripreso da Paolo Uccello) dallo sguardo dolce e bardato da prezioso finimento che riporta un montone, lo stemma dei Fortebracci, e un grifo che invece orgogliosamente tiene sotto i suoi artigli Perugia e i suoi 5 Rioni. A raffigurare Braccio Fortebracci che entra in pace in una città che comunque rivendica la sua identità “grifagna”, mentre sullo sfondo si intravede Palazzo dei Priori, l’autorità cittadina. Questa la motivazione:“Il confronto tra le due principali figure della composizione rende l’insieme particolarmente originale dal punto di vista iconografico e armonico dal punto di vista cromatico. I richiami iconografici richiesti dal bando dell’Associazione Perugia1416 risultano efficacemente risolti e proposti.” SVELATO il Palio d’Artista 2024 e premiata la vincitrice del…

READ MORE

22 Mag RITA DA CASCIA: “UNA DONNA COME TANTE UNA SANTA COME POCHI”. UNA SANTITA’ FAMILIARE E SOCIALE NEL LIBRO DI MAURO PAPALINI.

VIVERE DIO nelle pieghe della vita di ogni giorno. Questa è stata la vita di Rita da Cascia, una delle sante italiane più venerate e la cui festa ricorre proprio oggi 22 maggio. Non una eroina, nè una donna dotata di super poteri, introduce l’autore Mauro Papalini nella presentazione del suo libro. Una donna del suo tempo che ha sofferto tanto e che ha vissuto con virtù. Una santa con le cadute di tutti i giorni, con le problematiche quotidiane da affrontare, con i suoi momenti di fragilità.     SANTA NEL CUORE e nell’anima di milioni di persone forse proprio per aver vissuto situazioni familiari e di vita comuni a tanta gente. Ha attraversato il suo periodo storico come figlia, sposa, madre e alla fine anche monaca. Per questo…

READ MORE

18 Mag UNA “GITA DI BELLEZZA” NELL’ALTA VALLE DEL TEVERE. PERUGIA GARDEN CLUB E AMMI: UNA GIORNATA INSIEME.

UNA “GIORNATA DI BELLEZZA” inizia con la visita all’azienda IrisUmbria, della società agricola Casa Nova, a Umbertide, dove in campo aperto, in giardino dimostrativo e in vivaio specializzato vivono oltre 600 varietà di iris. Colori, sfumature incredibili a narrare la bellezza di un fiore dalla storia antica: viola, blu, bianco o rosa, ma anche giallo o arancione a confondere gli occhi. Il suo è un significato di augurio, messaggio, novità e deriva dalla leggenda greca di Iris (ίρις) messaggera degli dei che appariva sulla terra sotto forma di arcobaleno. Questi caratteristici fiori sono a sei petali: ne hanno tre pendenti esterni, chiamati “cascate” e tre verticali interni, detti“stendardi”.     ANCHE il “giglio” di Firenze sembra abbia preso origine da un fiore Iris bianco, l’ Iris florentina che cresceva spontanea…

READ MORE

12 Mag COPPA DELLA PERUGINA: 100 E PIU’. 9-10-11-12 MAGGIO 2024.

CENTO ANNI dalla prima volta. Da quella intuizione di Giovanni Buitoni, imprenditore lungimirante e amante delle corse automobilistiche, di far correre le automobili a rappresentare la velocità, la tecnologia, la città e il suo cioccolato” squisita dolcezza”. Una corsa con un favoloso montepremi per quei tempi di 250.000 lire.   E OGNI VOLTA torna la passione della prima volta. Vecchie signore ancora dal maquillage intatto, dalla bellezza “senza tempo” e quest’anno con equipaggi che ricordano la data di allora nei vestiti, negli oggetti, nelle pettinature, nei sorrisi felici. E PERSINO un annullo speciale, un francobollo che possa ricordare questi 100 anni, con accanto il primo manifesto “Coppa della Perugina”, 1924, targato dal mitico Federico Seneca. Chi meglio di lui poteva “taggare” il mito della velocità? UNA CURIOSITA’: alla Coppa della…

READ MORE

08 Mag IL GIRO D’ITALIA IN UMBRIA: FOLIGNO-PERUGIA 10 MAGGIO, SPOLETO-PRATI DI TIVO 11 MAGGIO 2024

E IL GIRO D’ITALIA arriverà anche a Perugia, se pur “in tadem” con Foligno che, in quanto a biciclette ne sa certo più di noi. Arriverà fin quassù nell’Acropoli e festeggeremo, accanto alla Fontana Maggiore, gli arrivi di questa tappa a cronometro, importante perchè indirizzerà in un modo o nell’altro il Giro d’Italia di quasi tutti i grandi favoriti. Una volta terminata, infatti, i corridori e le squadre sapranno se nelle giornate seguenti potranno correre in maniera un po’ più difensiva, oppure con una modalità d’attacco per recuperare il terreno perduto. LA grandiosa Carovana del Giro, composta da circa 2000 persone, per 25 giorni si muoverà per tutta l’Italia garantendo uno straordinario colorato spettacolo. Per la nostra regione sarà una vetrina eccezionale e molto importante per la promozione territoriale. La…

READ MORE

04 Mag CASA BATTA: FAVE FRESCHE, CACIO E BRUSCHETTA “BORGIONA”.

FAVE FRESCHE e spicchi di cacio, ovviamente pecorino, non possono mancare mai da Gianni e Giuliana Batta e accanto un pane sciapo, qualche fetta di salame e un bicchiere di rosso. Aggiungi poi l’uovo strapazzato con asparagi, così diffusi in questo periodo. Uno snack d’altri tempi, con la sua combinazione di fresco, dolce e una punta di salato. Ma anche la “scafata” piatto povero dalla nascita, ma che raccoglie tutto il buon dell’orto primaverile. Qui a casa Batta sempre di fave e carciofi novelli, ma anche con piselli e bietoline, volendo. E anche una ripassata del pluripremiato olio Batta che oggi “sa” di pomodoro, perchè da olive borgione.     LE “scafate”(perché tolte da baccello) come cottura di fave fresche con altro novellame ortivo, le troviamo in trattati medievali con…

READ MORE

03 Mag IL GUSTO PERDUTO: LA GASTRONOMIA STORICA DI ARNALDO CARUSO.

POICHE’ “è di moda” affermare che la cucina italiana storica non è mai esistita, che la dieta mediterranea è tutto un bluff (negando una identità che invece sarebbe necessario salvaguardare proprio per “salvare” conoscenza e materie prime da una globalizzazione selvaggia), scriverò una recensione sul libro “Il gusto perduto” che, rifacendosi all’ archeogastronomia riporta “storia e ricette dei popoli antichi”, ovviamente elaborate oggi, ma nel rispetto di una storiografia basata su importanti documenti e notazioni su alcune civiltà. Sperando che almeno l’esistenza di queste popolazioni non venga negata.     L’AUTORE, ARNALDO CARUSO, spiega che il ritrovamento di alcune tavolette babilonesi ha “aperto” una piccola finestra sulla archeogastronomia: non tanto per il materiale culinario che ci hanno lasciato Assiri, Ittiti, Egizi, Fenici e altre civiltà del Medio Oriente, quanto per…

READ MORE

27 Apr “CARTA IN FIORE”: I FIORI INASPETTATI.

CARTA IN FIORE, questi fiori “inaspettati” nati dalla tenacia, dalla pazienza, dal grande amore di una mamma e dalla tecnica acquisita dal figlio e da altri amici, ragazzi diversamente abili, e abilissimi nel creare oggetti unici per bellezza e perizia artigiana. Ogni pezzo di carta tagliato, piegato, incollato, decorato, assemblato e costruito a mano con grande consapevolezza del bello.     CARTA IN FIORE, una Cooperativa sociale voluta da Emanuela Miniati, fondata nel 1998 e creata insieme alla sua squadra, una bottega dove ogni prodotto è lavorato artigianalmente a mano, secondo l’antico procedimento della lavorazione al tino per la creazione del foglio di carta, e della pressatura della pasta di cellulosa. Ogni pezzo diventa prezioso e unico. Allora solo nove soci., oggi oltre 500metri quadri di bianco assoluto, open space,…

READ MORE

24 Apr ARCHEODESIGN: AL MANU REPERTI ETRUSCHI INTERPRETATI DAI RAGAZZI DELL’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PERUGIA.

IL SECONDO INCONTRO DI ARCHEODESIGN dal titolo “la cura” è un interessantissimo esempio di studio e collaborazione tra Museo Archeologico dell’Umbria e Accademia di Belle Arti di Perugia, iniziativa che dimostra la concretezza di un lavoro e gli ottimi risultati raggiunti dai ragazzi. Reperti etruschi generano oggetti di design in nome della funzionalità e aspetto decorativo, un po’ come avveniva anche un tempo, sottolineano le docenti referenti del progetto del Trienno del corso di Design Elisabetta Furini e Maddalena Vantaggi dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”. Una sinergia tra il Manu, guidato dalla direttrice Tiziana Caponi, l’Accademia stessa con la direttrice Tiziana D’Acchille e la più ampia collaborazione con Costantino D’Orazio, direttore dei Musei nazionali di Perugia- Direzione regionale Musei dell’Umbria.     I LAVORI dei ragazzi sono una fonte…

READ MORE

23 Apr 50 E PIU’: BUON COMPLEANNO MUVIT, MUSEO DEL VINO LUNGAROTTI-TORGIANO.

DAI primi reperti di 5000 anni fa a Mantegna e Carracci, Picasso e Guttuso. Lungo il percorso di venti grandi sale espositive questa bevanda ludica che muove i primi passi dai riti dionisiaci, diventa qui nel MUVIT, il Museo del vino di Torgiano frutto del prezioso studio della Fondazione Lungarotti, veicolo culturale di conoscenza, cemento aggregativo di riti e miti religiosi e pagani insieme, tra pratiche umane di forza lavoro e letteratura alta. Un’armonica convivenza di materie povere e regali, estetica e sostanza, ceselli meticolosi funzionali al gusto, serietà e divertissement. Un dialogo sul filo conduttore del vino in un raffronto continuo tra manufatti e opere antiche e contemporanee, per finire nel bicchiere e sulla tavola ad abbracciare preparazioni culinarie golose donando nerbo e impronta. SONO oltre 3000 le testimonianze….

READ MORE

21 Apr PREMIO GIORNALISTICO INTERNAZIONALE RACCONTAMI L’UMBRIA 2024: I PREMIATI.

DAL 2009 RACCONTAMI L’UMBRIA premia articoli e video che hanno contribuito a valorizzare il patrimonio culturale, artistico, ambientale e produttivo della regione, facendo conoscere nel mondo l’Umbria e le sue unicità.   ANCHE QUEST’ANNO i premi e le menzioni speciali sono stati consegnati nel corso della cerimonia ufficiale che si è tenuta presso il Centro Servizi Camerali G. Alessi, a Perugia, nell’ambito del Festival Internazionale di Giornalismo del cui programma “Raccontami l’Umbria-Stories on Umbria” è parte integrante sin dalla nascita. La cerimonia è stata condotta dal giornalista RAI Bruno Gambacorta, da anni apprezzato presidente della Giuria.   ELEVATO il tasso qualitativo dei giornalisti e delle testate vincitrici dell’edizione 2024 del Premio, che anche per questa edizione godeva del patrocinio dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, e le diverse candidature sono pervenute da…

READ MORE

20 Apr PERUGIA1416: IX EDIZIONE 14-15-16 GIUGNO 2024. ANTEPRIME: 24 MAGGIO, 7 GIUGNO. PREVIEW 13 GIUGNO.

E PERUGIA 1416 raggiunge i nove anni di età. Una “neonata” tra le rievocazioni storiche umbre, alcune delle quali raggiungono quasi il secolo di vita, ma lo fa con tantissimi eventi e ogni anno più interessanti e “Può così regalare una visione del nostro tempo rispetto alle rievocazioni più antiche, e sancisce soprattutto- afferma in conferenza stampa, presso il Salone d’Onore di Palazzo Donini, l’ideatrice e presidente della manifestazione Teresa Severini- la voglia di stare insieme, il legame saldo con la città e quello dei Rioni tra loro, che lavorano alacremente tutto l’anno per raggiungere gli obiettivi prefissati. Una rievocazione molto apprezzata anche dai turisti e che ha raggiunto un riconoscimento importante tra le manifestazioni storiche, che rappresentano occasione di scambio e partecipazione reciproca. E quest’anno, per la prima volta,…

READ MORE

18 Apr IJF24. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL GIORNALISMO 2024: PERUGIA 17-21 APRILE.

FINO A domenica 21 aprile, il Festival del giornalismo, giunto alla 18esima edizione, vedrà la partecipazione di oltre 600 speaker tra giornalisti e ospiti importanti e con temi altrettanto importanti come le guerre e la copertura giornalistica di questi conflitti che investe anche il problema della censura e delle fake, dati hackerati e fuga di notizie, la crisi climatica che coinvolge l’intero pianeta, l’intelligenza artificiale, la diversità e l’inclusione, storie di migrazioni, la salute globale e quella locale, il giornalismo d’inchiesta, il giornalismo a fumetti, la comunicazione come cultura, le donne in rete, come comunicano i media in esilio, le elezioni europee, e tanto altro.     LE GUERRE, dall’Europa, alla Russia, al Medio-Oriente, ampio spazio alle analisi di autorevoli firme del giornalismo internazionale e alle testimonianze dirette degli inviati…

READ MORE

16 Apr IL FESTIVAL DEL MEDIOEVO E LA PERUGIA TEMPLARE. AUDITORIUM SAN FRANCESCO AL PRATO.

UNA DUE GIORNI che ha raccontato la “Perugia templare”, con la storia di uno degli Ordini monastici forse più misteriosi, svelato da grandi studiosi nel fascino dell’Auditorium di S. Francesco al Prato e attraverso visite guidate ai luoghi templari, San Bevignate, San Manno e il Castello dei Cavalieri di Malta di Magione. Un evento organizzato dal Festival del Medioevo e dal suo fondatore e direttore artistico, il giornalista Federico Fioravanti, con interventi di studiosi tra i più qualificati dell’Età di mezzo come Simonetta Cerini, Kristjan Toomasoeg, Attilio Bartoli Langeli, Nicolangelo D’Acunto, Mirko Santanicchia, Franco Cardini.     UN ORDINE fondato nel XII secolo da Hugues de Payns a protezione dei pellegrinaggi in Terrasanta e della durata inferiore ai due secoli, ma che ha lasciato segni profondi nell’immaginario collettivo dell’Occidente.  …

READ MORE

13 Apr TEATRO MORLACCHI: L’ARTE DELLA COMMEDIA DI EDUARDO DE FILIPPO. REGIA DI FAUSTO RUSSO ALESI.

“Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male”. Eduardo De Filippo   L’ARTE DELLA COMMEDIA scuote il pubblico dalla passività di fronte a problemi che chiedono una risposta, quelli che giacciono in fondo alle coscienze sino a bloccarle. Si avverte subito nella costruzione dei personaggi rappresentati che rendono il testo di una irrisolvibile ambiguità. La comunicazione difficile, talvolta impossibile, fra uomo e uomo, individuo e società, e ancor più tra attore e società. Quale è il ruolo dell’attore, quale quello del teatro ? Ecco l’embrione, allora, di un manifesto di poetica teatrale. Un testo di ampio respiro e straordinariamente imperfetto. Che ci consegna così, a noi ora, un’ autorità interpretativa nuova, dove il testo diventa quell’oggetto capace di una “ forza”significativa che lo fa esistere…

READ MORE

07 Apr FAUSTO MEARELLI: COSMETICI CON ESTRATTI DI PIANTE OFFICINALI. INCONTRO ORGANIZZATO DAL GARDEN CLUB-PERUGIA E DAL LIONS CLUB AUGUSTA PERUSIA.

FAUSTO MEARELLI, farmacista, erborista, racconta stasera la lunga storia della cosmesi con un focus sui cosmetici con estratti di piante officinali. Il mondo vegetale infatti rappresenta una fonte inesauribile di materia prima per creme, lozioni, shampoo, saponi. E oggi sappiamo che i principi attivi delle piante con funzione cosmetica sono i flavonoidi, le mucillagini, i tannini, i lipidi vegetali.   LA PAROLA cosmesi deriva dal greco kosmeo, mettere in ordine, e per estensione ornare, abbellire e sappiamo quanto la grecità tenesse alla bellezza, alla estetica.   ANCHE NELL’ANTICO EGITTO, 5000 a. C, la cosmesi era tenuta in grande considerazione. Nei papiri vi sono centinaia di ricette con consigli per la cura del corpo, senza considerare la antichissima arte della imbalsamazione attraverso l’uso di unguenti profumati. Gli Egizi usavano anche il…

READ MORE

07 Apr AUDITORIUM SAN FRANCESCO AL PRATO-PERUGIA: I VINCITORI DELLA XXXII EDIZIONE DELL’ERCOLE OLIVARIO, 5-6 APRILE 2024.

“GLI OLIVICOLTORI sono i primi ambientalisti del pianeta”, esordisce il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida, intervenuto in video conferenza all’ Ercole Olivario 2024. Coloro che per la cura e la salvaguardia delle piante d’olivo, per la produzione di un prodotto prezioso e salutare come l’olio evo, hanno da sempre a cuore l’ambiente. E lo rispettano con l’amore di chi alleva “creature”, i propri olivi, da osservare e monitorare lungo tutto l’anno.   IL PREMIO ERCOLE OLIVARIO è l’unico “concorso istituzionale” italiano dedicato alle eccellenze olearie, e la premiazione diventa palcoscenico per un riconoscimento fondamentale nella valorizzazione della immagine dell’olio di oliva italiano di qualità. Il Paese Italia infatti offre ben 550 cultivar con sapore e profumo diversi  nei nostri piatti regionali. ALCUNE NOVITA’ nella 32esma edizione di un concorso che negli…

READ MORE

29 Mar CAFFE’ SANDRI: BUONA PASQUA DALLA STORIA E DALLA CREATIVITA’ PASTICCERA CONTEMPORANEA.

BUONA PASQUA dalla storia e dall’arte e creatività contemporanea. Pasqua da Sandri, lungo corso Vanucci dal 1860, tra i Caffè storici italiani. Nel regno del pasticcere quel profumo zuccheroso, persistente e lieve nello stesso tempo che pare farsi promessa del dolce che verrà. E Daniele, con i suoi gesti nell’aria, con gli arnesi dell’arte è imponderabile nel fendere i fumi all’aprire dei forni e spiare quello che sarà. E una pasticceria, pur ottima, deve avere una trama, e per trama intendo una storia: un po’ di passato attaccato a un pezzo di futuro. E la bontà, anche mozzapapille, non basta quando la narrazione tace, poichè ogni dolce custodisce una curiosità e tanto lavoro: c’è dentro la capacità di comprendere l’umidità, il secco, la lievitazione e i grandi sapori. E il…

READ MORE

29 Mar PASQUA COLORATA A PERUGIA: STRADE DELLA CERAMICA-UOVA D’ARTISTA. DAL 28 MARZO AL 1 APRILE 2024.

STRADE DELLA CERAMICA-UOVA D’ARTISTA, dal 28 marzo al 1 aprile, sarà la Pasqua 2024 a Perugia. Una manifestazione dedicata alla promozione delle tradizioni legate alla ceramica attraverso la realizzazione di esposizioni, mostre, performance dal vivo, laboratori e conferenze sul tema.   PRESSO il Centro Camerale Galeazzo Alessi di via Mazzini, per “Gran Tour- Alla scoperta della Ceramica classica”in mostra oggetti preziosi e d’artigianato artistico messi a disposizione dalla Associazione Italiana Città della Ceramica, che riunisce ben 58 città che hanno reso questa arte un raffinato e creativo emblema del made in Italy. Pezzi di valore storico o decorativi, ma anche oggetti di uso comune. E sabato 70 artisti decoreranno en plein air e in diretta uova di ceramica davanti alle vetrine dei negozi del centro storico.     ANTEPRIMA dell’evento…

READ MORE

25 Mar REPUBBLICA-LE GUIDE AI SAPORI E AI PIACERI: UMBRIA IN PIAZZA. LE FESTE TRA STORIA E GUSTO.

PRESENTATA stamane a Perugia la guida di Repubblica UMBRIA IN PIAZZA. LE FESTE TRA STORIA E GUSTO. Fa parte de “Le Guide ai Sapori e ai Piaceri” che Repubblica dedica ai territori. Questa con protagonista l’Umbria è la prima con una nuova veste, dove la storia si intreccia a quegli eventi che nella nostra regione “mescolano la tradizione con la storia, accendendo la competizione mai sopita nei secoli fra contrade che si contendono la supremazia urbana e territoriale con rulli di tamburi, con mercati medievali, con corse di cavalli, con competizioni con l’arco, con stemmi e stendardi, con ceri e infiorate, con banchetti medievali, palii e carri, con gonfaloni e tornei, con disfide e fiaccole, con medioevo e rinascimento mischiati e rappresentati da mille volti di giovin signori e con…

READ MORE

19 Mar SAN GIUSEPPE “DELLE FRITTELLE”.

LE ORIGINARIE frictilia latine ne hanno fatta di strada. Il nome deriva dal suono onomatopeico dello sfrigolio del grasso, quasi sicuramente strutto, nella padella. Le troviamo anche nel libro De arte Coquinaria di Maestro Martino, metà del 1400, che propone frittelle di formaggio, di erbe amare, di salvia e alloro, di mele, di fichi, ma anche di riso, di fiori di sambuco, di mandorle e “piene di vento”, ossia di sola pastella. Le “fritole o fritoe”, appaiono tipiche della cucina veneziana, anzi vengono considerate la più antica ricetta del luogo, quasi il piatto ufficiale della Serenissima. Venivano preparate dai fritoleri, una vera e propria corporazione composta da famiglie di lunga tradizione. Questi si posizionavano ai bordi delle strade e vendevano ai passanti queste deliziose leccornie fritte. Ma anche Napoli ha…

READ MORE

16 Mar E TODI SI FA “PIU’ ANTICA”: UMBRIA ANTICA FESTIVAL A TODI DAL 15 AL 17 MARZO 2024.

PER 3 GIORNI dal 15 al 17 marzo, Todi la bella presenterà la sua storia e quella del mondo antico attraverso le più importanti civiltà del passato, dai popoli italici agli Etruschi, dalla Grecia classica a Roma. La Storia attraverso le lezioni dei più importanti studiosi del settore per raccontare e far conoscere le tante sfumature dell’immenso patrimonio storico, artistico e archeologico italiano.     “DOPO aver affrontato i temi dell’Umbria, culla della civiltà italica nella prima edizione- “Dove è nata la nostra storia” e quello del rapporto tra umano e divino dell’ Umbria mistica nella seconda edizione – “Uomini e dèi”, per la sua terza edizione il tema trattato sarà “Il cuore verde d’Italia batte al ritmo della storia”, di cui Todi rappresenta la cornice perfetta. Inoltre il festival…

READ MORE

14 Mar STASERA UNA CENA “ALDIVINO” DI CORCIANO.

QUALI somiglianze tra la cucina di tradizione e questi “piatti” di creazione innovativa, caleidoscopi di colori, di profumi, di aromi che irretiscono, quasi stordenti tanta è la loro complessità? Omaggiare il passato declinandolo al futuro, dice lo chef Enrico Pistoletti. Trionfi dell’immagine. Una gastronomia di fantasia coreografica, dove stasera protagonista è il mondo verde: verdure, legumi, spezie, aromatiche, in un menù che prevede solo presenze vegetariane, con la scelta di tre vini abbinati ai piatti consigliati dal sommelier Emanuele Rugini.     BOCCONI “simultanei” capaci di contenere molti sapori da gustare in pochi attimi, (era la cucina futurista!) piccoli e preziosi di tanto studio per arrivare ad arditi quanto inusuali accostamenti, e nel solco del benessere verde.     SINESTESIE gastronomiche che spingono in soffitta le tagliatelle al ragù (che…

READ MORE

11 Mar L’OSTERIA STELLA: RISTORANTE-VINERIA-LOCANDA A PERUGIA.

UN’OSTERIA, ma “stellata”. A Perugia tra i ristoranti ad aver ricevuto la Bib Gourmand Michelin 2024 per la cura e la passione in cucina e per quelle ricette della tradizione che portano con sé tanta storia, il tutto a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo. Dal 2003 chiocciola nella guida Osterie Slow Food d’Italia e da tempo nell ’Alleanza Slow Food dei Cuochi, una rete di chef di osterie, ristoranti, bistrot, cucine di strada. E, se non bastasse, i tre gamberi  hanno inserito Stella tra le migliori trattorie d’Italia nella Guida del Gambero Rosso     QUI si persegue da anni la filosofia familiare basata su un’ottima materia prima di produttori locali, piccoli e preziosi. Una garanzia del “mangiare sano e bene” e un mantenimento di ricette della tradizione…

READ MORE

06 Mar PREMIO ORO VERDE DELL’UMBRIA 2024. CENTRO CAMERALE “G. ALESSI” PERUGIA.

PER LA 25ESIMA edizione del Concorso oleario regionale “Oro Verde dell’Umbria”, grande partecipazione di pubblico e nutrita presenza di frantoiani umbri, anche ultraottantenni come Gianni Batta che ha emozionato con il suo intervento di ringraziamento. Una azienda “storica” del perugino, dai primi del Novecento in città, che continua a raccogliere premi e attestati per un olio che raccoglie consensi a livello mondiale e che ancora una volta ha testimoniato di quanto, nel mondo dell’olio sia importante la serietà, la professionalità, la passione. Il Concorso Oro verde dell’Umbria rappresenta l’importante via d’accesso verso il Concorso nazionale Ercole Olivario, che premierà il migliore olio d’Italia. “LE PAROLE CHIAVE che contraddistinguono il concorso Oro Verde – ha dichiarato il presidente camerale Giorgio Mencaroni nel salutare gli intervenuti – sono forza dell’idea, qualità del…

READ MORE

04 Mar L’ENIGMA DEL MAESTRO DI SAN FRANCESCO. 10 MARZO-9 GIUGNO 2024. GALLERIA NAZIONALE DELL’ UMBRIA-PERUGIA.

“ATTORNO alla metà del 1200 i pittori ricominciano a dipingere le emozioni, ma non sanno esattamente riprodurle in modo realistico. Basta guadare Maria e Giovanni rappresentati ai piedi della grande Croce del Maestro di San Francesco per accorgersene: hanno una espressione particolare, quasi sorridente…Questo però è l’inizio del recupero di quello che noi sentiamo, anche se poi viene dipinto come sapevano fare loro a quell’epoca”. (Costantino d’Orazio, direttore Galleria Nazionale dell’Umbria)       QUESTO artista “senza nome” chiamato sul finire del 1800 dallo studioso tedesco Henry Thode ”Maestro di” come accadde per molti altri artisti dell’ epoca non identificabili per l’ assenza di firma e documentazione, è stato sicuramente “un grande”, come dimostra l’imponente Croce Dipinta, datata 1272 e di quasi cinque metri, posta all’ ingresso della Gnu di…

READ MORE