Blog-gusto ®

24 Feb DA SUSANNA BADII: UNA LEZIONE DI CUCINA TRA CONSIGLI E AFFETTO.

SUSANNA BADII, insegnante di cucina, appassionata gastronoma, scrittrice. Con lei ad Arezzo per un menu basato sull’ “eleganza del rustico”, ricette facili, gustose e da poter preparare in anticipo. Ovvio che qui gioca un ruolo essenziale la scelta della materia prima.     IL “ bacon e mele verdi in ciambella”: un finto rustico questo piatto saporito, ma suadente grazie alla crema creata dalle uova, panna, pancetta e mela verde a dadini e profumata da noce moscata, e alla pasta fillo che “scompare” in bocca regalano croccante friabilità. Tra la fillo piccole incursioni di noci tritate a creare gustosa agnizione. In forno a 180° per circa 25 minuti.     GLI “gnocchi di semolino” che seguono, ricetta tradizionale e facile da preparare, vengono “innovati” da un sottile disco di formaggio…

READ MORE

20 Feb CANCELLONI “A PORTE APERTE”: UNA TRE GIORNI DI FULL IMMERSION NEL MONDO DELLA RISTORAZIONE E DELL’HORECA.

TRE GIORNI, presso Umbriafiere, da vivere nel mondo della ristorazione e dell’Horeca a tutto campo. Gusto, sperimentazioni, cooking show, mixology, master class, materia prima fantastica, tavole rotonde sulla sostenibilità alimentare e ambientale, uniti a cultura del palato e conoscenza, anche del territorio, di chi agisce con professionalità e passione acquisendo così le “stelle” del gusto.   IERI Enrico Bartolini, nella giornata inaugurale, col suo “rombo in rosso”, una rotonda texture tra la dolcezza minerale del mare e la rapa rossa e poi Francesco Martucci con “ fritturaland”, i segreti per una frittura perfetta, e oggi il mare di Mauro Uliassi con “seppie scottate, olio di guanciale, bietola, miele e colatura di alici” dove il vegetale assume sembianze carnivore grazie all’olio di guanciale e diventa più interessante del mollusco, e a…

READ MORE

14 Feb NELLA DOMUS MUSAE DI ASSISI UNA PARETE DEDICATA ALL’AMORE.

FORSE L’AMORE DI SESTO PROPERZIO PER CYNTHIA, con la quale il poeta inizia le Elegie: “Cinzia per prima con i suoi begli occhi mi ha fatto prigioniero,/ io infelice: nessun Cupido mi aveva mai trafitto prima./ Da allora Amore ha piegato il mio sguardo ostinatamente superbo”. Dal suo nome è nato il libro, lo scaturire dell’amore e del verso. “Chyntia prima fuit, Chyntia finis erit”, dirà in seguito il poeta.     UNA DOMUS che è una meraviglia di colori tutta da scoprire. Racconta la straordinaria vitalità dell’antica Asisium in età augustea, la raffinatezza del municipio in età imperiale e fornisce elementi di valore per la conoscenza della decorazione pittorica parietale e musiva romana tra il I secolo a.C. e il I d.C. I primi ritrovamenti della domus avvennero nel…

READ MORE

12 Feb GARDEN CLUB PERUGIA: GIULIA, ENRICHETTA, TERESA: LE DONNE DEL MANZONI.

LE DONNE della vita del Manzoni, a 150 anni dalla sua morte. Una interessante e articolata incursione nella vita dell’autore dei Promessi Sposi, tenuta per il Garden Club perugino da Romanella Gentili Bistoni. Da Milano a Parigi, a Firenze, don Lisander visse una lunga vita tra Settecento e Ottocento popolata da donne. Dalla madre Giulia Beccaria, intelligente, volitiva che avrà un grande ascendente sul Manzoni, alle due mogli: la mite, remissiva e cattolicissima Enrichetta Blondel e Teresa Borri Stampa, donna colta e indipendente. Senza contare l’amicizia con Clara Maffei che lo introdusse nel suo famoso salotto letterario milanese frequentato dai grandi nomi dell’epoca. UN LUNGO RACCONTO, ricco di particolari anche intimi che mettono in luce l’importanza delle donne nella vita dello scrittore e che probabilmente influenzarono le protagoniste del suo…

READ MORE

08 Feb I TESORI DELLA GALLERIA NAZIONALE DELL’UMBRIA.

CON CHIARA BASTA alla GNU tra tesori noti e sconosciuti. La bellezza si schiude sala dopo sala tra oggetti d’ arte istoriati da fregi e illuminati da smalti traslucidi a segnare epoche e date e scuole toscane e influenze d’Oltralpe. Materiali preziosi, tra cui suppellettili religiose, a dimostrare la centralità delle arti considerate minori rispetto a pittura e scultura.     ECCO calici e patene ritrovati nella sacrestia della Basilica di San Domenico, commissionati a partire dalla fine del XIII secolo e appartenuti ai corredo di Papa Benedetto XI che era presente a Perugia con tutta la corte papale. Risalta il calice in argento con formelle in smalto traslucido nel piede, nel nodo e nella coppa, di opera senese, e ricordato anche negli antichi inventari come “calice di Benedetto XI”….

READ MORE

07 Feb A PORTE APERTE: IL MONDO CANCELLONI A UMBRIAFIERE, BASTIA UMBRA 19-20-21 FEBBRAIO 2024.

RITORNA L’OLIMPIADE DEL GUSTO “A PORTE APERTE” del Gruppo Cancelloni, puntuale dopo quattro anni dall’ultimo incontro del 2020 appena prima dello scoppio pandemico “Che ha visto dimezzare il nostro fatturato, anche a causa delle abitudini dei consumatori profondamente cambiate. Ma abbiamo saputo non solo riconquistare posizioni, ma acquisirne di nuove grazie alla capacità di intercettare i cambiamenti e grazie alla professionalità di tutti i nostro collaboratori”, esordisce in conferenza stampa Fabio Cancelloni, presidente del Gruppo.     TRE GIORNI, 19-20- 21 febbraio presso il centro Umbriafiere di Bastia Umbra, dedicati a questo poliedrico, entusiasmante mondo del gusto. Incontri e confronti, formazione e conoscenza, ma anche intrattenimento gioioso come può regalare il mondo della ristorazione e della ospitalità.     110 STAND per le numerose aziende presenti, due mega padiglioni suddivisi…

READ MORE

02 Feb DA 170 ANNI “SEMPLICEMENTE URBANI”: TUTTO IL MONDO DEL TARTUFO.

SCHEGGINO è un posto strano. Un po’ come tutta la Valnerina, terra di eremiti dalle cento celle e di Sibille dai vaticini arcani. Un borgo arroccato quel tanto che basta per stare ai piedi delle montagne ed essere inondati di una luce diversa, appena prima del paese. Scheggino d’inverno è sapori forti d’agnello, di cinghiale, di profumata norcineria e zuppe di legumi rari come roveja e cicerchia spesso in quel fantastico mesclum, l’ “imbrecciata”, insieme a ceci, fagioli e lenticchie, regalo di quella serendipità che da sempre abita qui. E ancora le paste antiche di povertà di sola acqua e farina come gli “strangozzi”che devono essere “fini de pasta e erti de coltello” recita un detto locale, e il tartufo tutto l’anno, usuale un tempo, oggi “diamante nero” che sfrigola…

READ MORE

01 Feb TEATRO MORLACCHI. CLAUDIO BISIO: “LA MIA VITA RACCONTATA MALE”. MA E’ PROPRIO LA SUA? FORSE.

QUESTA VITA “ RACCONTATA MALE” in realtà non lo è affatto, grazie alla scrittura di Francesco Piccolo sempre toccante, ironica, che penetra il personale per diventare universale e arriva alle nostre memorie, le prescelte, ai ricordi condivisi del primo amore, delle partenze, dei momenti di passaggio. Sul palco Bisio ricorda, ma con leggerezza, senza amarezza né rabbia nè disincanto, e ci riappacifica con noi stessi.   LA REGIA di Giorgio Gallione, le scene e i costumi di Guido Fiorato e le luci di Aldo Mantovani trasportano Bisio in un salotto d’antan che trasforma il monologo in confidenza intima e casalinga, con quel sofà che utilizza spostandosi per introdurci nelle sue diverse età e accadimenti. E regalano al contempo alcuni elementi di forza: le decine di sedie sparse sulla scena resa…

READ MORE

26 Gen …E CI VEDIAMO PER SAN COSTANZO. 28-29 GENNAIO DI SEMPRE.

RITORNA LA FESTA, patrimonio di tutta la città, per il “beneamato” patrono Costanzo, il più affettuosamente ricordato dai perugini rispetto agli altri due che ci proteggono, Ercolano e Lorenzo. Forse proprio per quel torcolo, preparato come ciambella dedicatoria nel giorno della festa, che i perugini amano mettere in tavola il giorno del santo, il 29 gennaio di ogni anno, magari golosamente “intinto” nel vinsanto o nel vino rosso come sarà stato un tempo.   QUANDO A PERUGIA era così freddo lungo quella Via Sacra che si percorreva a piedi, fino alla chiesetta di San Costanzo, fuori le Mura, riscaldandosi al lume di quelle candele che una ordinanza comunale, attestata da un documento datato 1310, ordinava di comperare per quella “Luminaria”, la processione dei lumi, da “farsi il giorno della vigilia…

READ MORE

24 Gen UMBRIALIBRI POLIITICS. 26-28 GENNAIO 2024 FONDAZIONE PERUGIA.

TRE GIORNI DI UMBRIALIBRI A PERUGIA,  dal 26 al 28 gennaio presso Fondazione Perugia, dedicati alla politica con focus sul “nuovo disordine globale”. Undici eventi con grandi firme quali Sergio Rizzo, Peter Gomez, Francesco Giorgino, Marco Damilano, David Parenzo, Costantino D’Orazio, Alessandra Ghisleri.     DALLA POLITICA come linguaggio ai grandi temi contemporanei, alle difficoltà del marasma informativo quotidiano, alla geopolitica dell’arte, a quella del cinema, a quella del cibo.     ANTEPRIMA VENERDI’ 26 con la presentazione del libro “ Le strutture del potere”(Laterza) di Sabino Cassese, intervistato nel volume da Alessandra Sardoni, con la moderazione di Alessandro Campi.     SABATO 27 h 11.00 – 12.00 Le opinioni dei social e la percezione della realtà italiana. Tra analisi e disinformazione Con Alessandra Ghisleri e Francesco Giorgino Modera: Matteo…

READ MORE

23 Gen IL PRIMO “FORCHETTIERE AWARDS UMBRIA”: I VINCITORI.

LA PRIMA EDIZIONE DEL FORCHETTIERE AWARDS UMBRIA 2024 ha visto la partecipazione di oltre 6000 votanti in tutta la regione, che hanno espresso 28,944 preferenze. E i primi verdetti, frutto della valutazione congiunta dei lettori e di un panel tecnico formato da giornalisti, blogger, influencer, F&B manager, docenti di cucina, rappresentanti delle associazioni di categoria, hanno decretato alcune cinquine finaliste tra i migliori ristoranti, pizzerie, birrifici, bar e pasticcerie “Con l’obiettivo- spiega il direttore del Forchettiere Marco Gemelli- di portare sotto i riflettori i protagonisti della ristorazione umbra, accogliendo la richiesta, proveniente da più parti, di offrire il giusto riconoscimento a realtà interessanti del panorama regionale. Un territorio che anche l’ultima edizione della Guida Michelin ha voluto riconoscere come particolarmente vivace”.     QUESTE le cinquine di finalisti presenti durante…

READ MORE

16 Gen UN VIAGGIO NELLE “SEGRETE STANZE” CON COSTANTINO D’ORAZIO, IL NUOVO DIRETTORE DELLA GALLERIA NAZIONALE DELL’UMBRIA-PERUGIA.

PARTE dalle “stanze segrete” Costantino D‘Orazio, nuovo direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria che entro l’anno diventerà Musei Nazionali di Perugia – Direzione Regionale Musei Umbria, fondendosi con altre 13 realtà museali statali dell’intera regione, con lo scopo di creare una unica rete a rendere l’Umbria sempre più attrattiva. E quindi, curiosità aggiunta, spazio alle opere dei depositi del museo, dal valore sconosciuto ai più, e alle stanze Capitini all’interno della Torre Campanaria di Palazzo dei Priori, con visite guidate su prenotazione che condurrà personalmente. E sarà l’occasione per “respirare” gli spazi vissuti dal giovane Aldo Capitini e percepire, anche grazie a suggestioni letterarie e biografiche, le tracce della sua presenza e delle sue idee.     CON la sua presentazione alla città, D’Orazio ha illustrato le linee guida del suo…

READ MORE

06 Gen I MAGI

MATTEO non scrive che erano re e che erano tre. Erano sapienti, letterati, forse astrologi, studiosi dei fenomeni celesti. Gli antichi infatti credevano che alla nascita di un bambino si accendesse una stella. Certamente venivano dall’Oriente ed erano pagani. O forse questi “màgoi” erano una casta sacerdotale, una della sei tribù dei Medi in Iran. E il loro numero, sicuramente maggiore, deriva dai doni portati che dovevano essere quelli: oro, incenso e mirra. “Doni al re, al Dio, all’uomo” dirà Giovenco, un poeta latino cristiano (Evangeliorum Libri quattuor). L’ORO, offerto da Melchiorre, era il tradizionale dono da porgere ai re. Ma poteva essere anche “l’oro d’Oriente”, la polvere nota come curcuma, dalle potenti proprietà antinfiammatorie. L’INCENSO, offerto da Gaspare, è una resina ottenuta per incisione del tronco di piante africane…

READ MORE

31 Dic BUON ANNO CON LE “NOSTRE” PAROLE.

BUON ANNO con le “nostre” parole, un lessico prezioso, un mosaico vario e vivace da trasmettere oggi più che mai con grande responsabilità di comunicazione.     BUON ANNO, dedicato a tutti noi che scriviamo e ai nostri lettori.   “LE PAROLE sono pietre: pietre che rotolano nel tempo e intanto si impastano di storia, trattenendo un poco di ogni epoca. E molto della nostra vita, perché tutti viviamo una vita tra le parole. Parole d’amore e d’odio, parole di lavoro, parole dette, scritte, lette, ascoltate, sentite e dimenticate, parole sbagliate. Ci sono parole che per ognuno di noi hanno un valore speciale: da cui la memoria sprigiona in forma di pura emozione, si fa sentimento attraverso i sensi, porta con sé un suo sapore, un suo odore, un colore,…

READ MORE

23 Dic NATALE E’… PANETTONE.

IL PANETTONE nasce come pane, e per le feste “si faceva dolce” grazie al miele e all’uva appassita diventando quindi più prezioso e anche più grande, degno di una festa come il Natale. Così panettone, pandoro, parrozzo, panpepato, panforte, pandolce, vari ingredienti e varie forme, si distribuiscono in tutte le regioni italiane. A Milano, già dal 1395 i forni producevano in questo periodo un pane di frumento arricchito di miele, burro e zibibbo, destinato alle classi più agiate. L’origine della parola infatti è nel milanese panattón, accrescitivo di pan ‘pane’ o di panett ‘piccolo pane, ma con una grande dose di lievito’. Il legame con il Natale è evidente fin dalla prima definizione regalata da un glossario secentesco, il Varon milanese de la lingua de Milan, all’interno dell’espressione panaton de…

READ MORE

16 Dic PER SANTA LUCIA GLI AUGURI DI NATALE DEL GARDEN CLUB PERUGIA.

LA SANTA DELLA LUCE, Lucia, ogni anno viene festeggiata dal Garden Club perugino in occasione degli auguri di Natale. E quest’anno la festa ha assunto un rilevo particolare grazie alla coreografica esibizione di un gruppo svedese che ha interpretato la “processione della luce” e ricordato le tradizioni legate a questa ricorrenza.     NEL lungo periodo di buio dei paesi scandinavi la magia si univa alle superstizioni e il 13 dicembre era l’invocazione a Lucia, portatrice di luce nella notte più lunga e più buia dell’anno nella quale, secondo il folklore, spiriti malvagi e pericolosi si aggiravano nella notte complice il vento e gli estremi fenomeni atmosferici, e impedivano alla gente di uscire persino di casa. Il simbolismo è evidente: in inverno, quando la santa viene celebrata, la maggior parte…

READ MORE

14 Dic CONCORSO ALBERI D’AUTORE 2023–ASSISI: COME SEMPRE ALBERI “LEGATI DA UN FILO D’AMORE” E DI SOLIDARIETA’.

IL TEMA PRESEPIALE irrompe anche nel concorso “Alberi D’Autore 2023” ad Assisi. Alberi che vengono “vestiti” con decorazioni di varie tecniche del ricamo, pizzo e arti applicate grazie alle abili mani di esperte e appassionate ricamatrici. E novità di quest’anno è l’ingresso della “sezione ragazzi” che con le “mani in filo” hanno creato i loro manufatti.   E ANCORA UNA VOLTA Assisi dato un tema universale come quello della natività, sa accogliere tante persone che vogliono vivere qui il grande evento del Natale. Per gli Ottocento anni dall’invenzione del Presepio, grandi novità grazie al vulcanico lavoro della intraprendente organizzatrice dell’evento Tiziana Borsellini. Quest’anno il numero degli “alberi” partecipanti è salito fino a 40, raddoppiando le consuete presenze. Altra novità è la partecipazione massiccia di varie regioni italiane, dalla Sicilia alla…

READ MORE

12 Dic IL “NATALE PERFETTO” (QUASI) DI PERUGIA.

COMPLETATO il Natale (quasi) perfetto di Perugia con la pista di pattinaggio (solo alcuni giorni “gelata” al punto giusto, causa clima), che disegna un “otto” tra le aiuole di piazza Italia, con il presepe della Cattedrale, quest’anno tutto in legno, donato dal Trentino in omaggio al nostro Arcivescovo Ivan Maffeis, con l’accensione dell’albero maestoso in piazza Grande, con l’inaugurazione, in corso Vannucci, dello storico Presepe della Fondazione Perugia e il ritorno della “Via dei Presepi” in corso Bersaglieri. Ma anche con la “Musica in terrazza” che nei weekend diffonde note d’artista dalle terrazze del Corso e di via Mazzini e con il ritorno, la domenica, della “Banda dei Babbo Natale” lungo le vie del centro.   PRESI D’ASSALTO i luoghi dell’acropoli in questo lungo weekend dell’Immacolata: tutti in fila per…

READ MORE

28 Nov UN BUON NATALE DA CASA LEMMI-PERUGIA.

CASA LEMMI, negozio perugino nella centralissima via Masi, ha organizzato un “Buon Natale” soft opening con l’apparecchiatura di una tavola delle feste green: a dominare è infatti il verde nella tovaglia, nei piatti e nei bicchieri decorati con piccoli rami d’abete e verde nelle composizioni dei segnaposto e dei centrotavola, con la felice agnizione di aiuole ricche di verde natalizio contornate da…savoiardi, creati per l’occasione da Annalisa del negozio florovivaistico “La Macina”, a Spina. Tutto a creare una coreografia gastronomica coerente.     ANTONELLA LEMMI, da perfetta padrona di casa, spiega con gentile chiarezza le fasi della preparazione di una tavola delle Feste che “si costruisce” sotto i nostri occhi completandosi in bellezza e funzionalità: dalla tovaglia ai runner, dal sottopiatto ai diversi piatti, ai bicchieri, posate, piccole ciotole per…

READ MORE

25 Nov PERUGIA 2023: UN NATALE PERFETTO. IL “RE PANETTONE” DELLA PASTICCERIA SANDRI.

E IN UN “NATALE PERFETTO”(Perugia 2023: Un Natale perfetto) non poteva mancare un “Re Panettone”. Campeggia in mezzo alla vetrina della storica Pasticceria Sandri lungo Corso Vannucci, tra l’ammirazione dei perugini e dei turisti.     DI FORMATO volutamente magnum, ha a lato, nella vetrina piccola, la “sua corte”: il panettone tradizionale, quello al pistacchio, pesche e champagne, marroni e cioccolato, il mandorlato al fondente, a ricordare i vari gusti dei Panettoni Sandri per le Feste. Lo “veste” una regale corona su cui campeggia un Bacio Sandri, il cioccolatino per antonomasia di Perugia, e come quinta un drappo rosso (è Natale!) della tappezzeria Moretti dal quale scendono palle variamente dipinte dell’artista Francesco Quintaliani.     ALL’ASSAGGIO una splendida alveolatura, ineguagliabile sofficità e in quello pesca e champagne un non so…

READ MORE

25 Nov SLOW FOOD PERUGIA: PRESENTATA LA GUIDA OSTERIE D’ITALIA 2024.

L’IDEOLOGIA DEL GUSTO, questo è Slow Food. La salvaguardia di prodotti che altrimenti scomparirebbero, di sapori che perderemmo, di un confort food che svanirebbe. Ma con un tocco di interpretazione nuova e accattivante, chè questo è il segreto per far rivivere tradizione e innovazione insieme.     IL SALONE dell’Hotel Giò qui a Perugia, offre stasera il meglio di Slow Food: i Presidi umbri interpretati dai Cuochi dell’Alleanza in una fantasmagorica girandola di sapori buoni e veri, di olio eccellente, di vino superiore. Con la presentazione, avvenuta nel pomeriggio a Palazzo Gallenga- Università per Stranieri di Perugia, della Guida Osterie d’Italia Slow Food 2024, con tutte le “chiocciole” della nuova edizione. Un mondo produttivo di qualità che rifornisce la sua materia prima da contadini, allevatori, casari che difendono la biodiversità…

READ MORE

22 Nov IL MONDO DEI FUNGHI: GARDEN CLUB PERUGIA.

“I FUNGHI A TUTTO TONDO”, un incontro interessante e molto partecipato, organizzato dal Garden Club di Perugia presso la sala Giardino d’inverno dell’Hotel Plaza, su questi “esseri viventi” così presenti e così alieni nella vita degli uomini. Nè piante, né animali, ma appartenenti al proprio mondo, un universo ancora per gran parte sconosciuto.     INTRODUCE il fungo dal punto di vista scientifico Gabriella Agnusdei, consigliera del Club. E parte dalle cellule fungine, le ife, molto evolute che, nei funghi pluricellulari, si concatenano a ornare un corpo vegetativo, il micelio, che è il vero organismo fungino collocato nel substrato di crescita (terreno, tronchi, animali), e che organizza strutture che contengono spore che permettono il suo replicarsi. Un bosco o una prato sono un complesso, ma fragile ecosistema e i funghi…

READ MORE

16 Nov TEATRO MORLACCHI-PERUGIA: STASERA EDOARDO LEO CI RACCONTA UNA STORIA.

EDOARDO LEO CI RACCONTA UNA STORIA. “Stasera voglio avere una relazione con tutti voi” esordisce l’attore rivolto a un Morlacchi strapieno fino all’inverosimile e con spettacoli sold out. E lo fa attraverso l’arte del racconto, perché “i racconti non sono una buona storia se qualcuno non è bravo a raccontarli”. E anche il palco sembra voler partecipare al racconto con i tanti libri sparsi a terra e su diversi scaffali e con alcune lavagne su cui sono state segnate citazioni e parole chiave da cui poi si dipaneranno racconti e ricordi.     E SARANNO aneddoti, barzellette, suggestioni, letture- le sue preferite Baricco e Marquez-, musica e pensieri raccolti dall’inizio della sua carriera- proprio qui a Perugia- sino ad oggi. Uno show-reading che è pronto a cambiare veste ogni volta…

READ MORE

07 Nov SANT’ERCOLANO E LE LASCHE.

LA LASCA, Protochondrostoma genei, conosciuta anche come “striscia” è una specie di pesce d’acqua dolce della famiglia dei Cyprinidae. Così numerose un tempo nel lago Trasimeno e così prelibate da essere un ordinativo fisso della Curia romana in occasione delle grandi vigilie, le “vigilie comandate”. Sembra infatti che le nostre lasche fossero le migliori e che non potessero quindi mancare sulla tavola degli alti prelati.     E TROVIAMO “LASCA” IN DANTE con il valore generico di “pesce” a indicare la costellazione dei Pesci, dietro la quale viene quella dell’Ariete che è congiunta col sole in primavera: […] Come le nostre piante, quando casca giù la gran luce mischiata con quella che raggia dietro a la celeste lasca, turgide fansi, e poi si rinovella di suo color ciascuna, pria che…

READ MORE

05 Nov FIERA DEI MORTI- PERUGIA. BRETZEN: IL NODO PORTA FORTUNA.

ECCO I BRETZEN arrivati a Perugia grazie alle “Città gemelle” partecipanti alla “Fiera dei Morti” che ci delizia con queste prelibatezze d’oltralpe. Crosta importante con alveolatura delicata, cosparsi di sale a grana grossa o di semi di sesamo o papavero o ancora di formaggio e speck, gustati caldi sono una peccaminosa delizia.   ABILISSIME mani impastano e annodano in pochi secondi, ancora una lievitazione e poi in forno. Lunghe file di persone aspettano la cottura dei bretzen qui presso i giardini di Piazza Italia e il loro profumo presto si diffonde ed è impossibile resistere. NARRA la leggenda che nascano intorno al 610 nei monasteri del Nord Italia come cibo di recupero dell’impasto del pane. I monaci provano a dare una forma ai rimasugli di impasto e creano queste striscioline…

READ MORE

02 Nov TEATRO MORLACCHI-PERUGIA: LA MIRANDOLINA DI SONIA BERGAMASCO.

DONNA D’AFFARI, MIRANDOLINA, la locanda è il suo mondo. Quella “pignatta” rossa, perennemente sul fuoco e illuminata sempre al centro della scena, emana un profumo di brodo caldo, antesignano di una “zuppa” piatto forte delle locande italiane dell’epoca, dove in fondo può entrare una grande varietà di ingredienti. Come la locanda, che offriva ospitalità al mondo che viaggiava. Ma non è solo “buona cucina”, è anche saper leggere e scrivere e “tener di conto” che la fa essere una donna speciale, soprattutto per quei tempi. Regge la locanda, non vuole essere diretta, manipolata e tanto meno protetta. Si presenta sulla scena scalza e “seminuda”, solo lei, senza inutili orpelli. Scaltra, evita qualunque coinvolgimento personale negli affari, si limita a “ben ricevere” i suoi ospiti che invece vorrebbero da lei un…

READ MORE

31 Ott UMBRIA LIBRI 2023. ALDO CAPITINI: CORSI DI PEDAGOGIA 1965-1968 A CURA DI GIOVANNA FARINELLI. MORLACCHI EDITORE.

ALDO CAPITINI, un intellettuale che ha scritto pagine sul tema della Pace, intesa non come questione politica, né esaminata dal punto di vista della guerra, nè della religione, ma luogo dove poter riconoscere l’altro. Una filosofia del dialogo, un sentimento di fratellanza. Pace come spazio dell’incontro, insieme all’impegno e alla ricerca concreta della non violenza nel quotidiano.   UN LAVORO molto interessante questa pubblicazione inedita, curata da Giovanna Farinelli, delle dispense dei Corsi di Pedagogia tenuti dal professore Capitini tra il 1965 e 1968 presso l’allora Magistero, l’attuale Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, Umane e della Formazione di Palazzo Florenzi. Le dispense erano puntualmente prese dal collega Savelli che ne faceva una trascrizione materiale. Oggi un lavoro grafico faticoso per offrire un prodotto finale inedito e omogeneo, portato avanti con…

READ MORE

30 Ott PERUGINO E IL RINASCIMENTO IN BOTTEGA. MOSTRA A PALAZZO DELLA PENNA-PERUGIA. 29 OTTOBRE 2023 -28 GENNAIO 2024.

LA MOSTRA “Rinascimento in Bottega. Perugino tra i grandi della storia” legge il divin pittore in un modo insolito e affascinante.“In questa mostra è raccontato il paese Italia. Sono forti i valori simbolici, con opere d’ arte in cui tutti i protagonisti rivestono un ruolo in una storia nazionale della politica, dell’arte, della cultura, insomma tutto ciò che ha valore di civiltà. La mostra serve a focalizzare il grande patrimonio di artisti che hanno forgiato la nostra cultura e la memoria storica nazionale Il fenomeno delle botteghe è così importante e attraverso la sua lettura nell’ 800, scopriamo il valore tramandato. La mostra offre dunque una panoramica originale e approfondita sulle relazioni tra diverse epoche artistiche, evidenziando il ruolo fondamentale del Perugino nella storia dell’arte italiana. E non solo Perugino,…

READ MORE

27 Ott JOSEPH BEUYS: ARTE COME STRUMENTO DI COSCIENZA. UNIVERSITA’ PER STRANIERI- PERUGIA.

E COME L’ARTE, per Joseph Beuys, fosse tutt’uno con la vita. Un’arte antropologica, potremmo definirla. Questo il tema dell’incontro, tra le attività culturali 2023 del Soroptimist International Club di Perugia guidato da Gabriella Agnusdei, che si è tenuto nell’Aula Magna dell’Università per Stranieri. Una giornata di studi per mettere in evidenza la sua personalissima visione dell’arte. IN PARTICOLARE l’intervento di Francesco Asdrubali, professore ordinario di “Fisica tecnica ambientale” dell’Università per Stranieri di Perugia, ha evidenziato la personalità di questo artista, uno dei più emblematici della seconda metà del Novecento, profondamente legato alla nascita dei movimenti ambientalisti e delle ideologie sostenibili. TRA gli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80 del Novecento Beuys si è interessato al nascente movimento dei Verdi, forza traspartitica e non ideologizzata. prevalentemente indirizzata ai problemi ambientali…

READ MORE

26 Ott IL MIO “DOLCE” UMBRIA-LIBRI/ SCRITTURE D’AUTUNNO PRESSO IL CAFFE’ SANDRI DI PERUGIA.

IN OCCASIONE DI UMBRIA-LIBRI alcune mie pubblicazioni sono esposte in vetrina da Sandri, uno dei Caffè storici italiani. “Anatomia al gusto di…” saggistica gastronomica dedicata alle bevande più diffuse e più amate dagli italiani e “Come guida ( re) un’emozione” di gastronomia emozionale collegata ad alcune importanti città umbre, entrambi Morlacchi Editore, e gli ultimi di gastronomia storica “A tavola con Pietro Vannucci il Perugino” e Il Torcolo di San Costanzo e la Ciaramicola, i dolci dei fidanzati, dell’editore Fabrizio Fabbri, fanno bella mostra di sé tra le golosità che Sandri dedica agli eventi più importanti della nostra città. E in basso in linea con il tema del bosco autunnale ho inserito la pubblicazione dell’Accademia Italiana della Cucina, associazione a cui appartengo e testo annuale a cui collaboro. I libri…

READ MORE