Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Blog-gusto ®

TANTO DI CAPPELLETTO: LA GENIALE MOSTRA DI CINZIA VERNI. CHIESA-MUSEO DI SAN FRANCESCO A CORCIANO.

TANTO DI CAPPELLETTO, una mostra ironica, creativa, affascinante su “sua maestà” il cappelletto. Organizzata dall’artista Cinzia Verni nella bellissima cornice della Chiesa di San Francesco a Corciano, è dedicata a questo “monumento” della gastronomia  che, come altri rituali della tavola italiana, è collegato ai giorni di festa e quindi imperdibile, irrinunciabile.    LA MOSTRA è variamente raccontata nella sua realtà goduriosa da immagini, video installazioni  e performance di artisti che interpretano l’ immaginario collettivo con ironia mista a rispettosa concupiscenza: tra una immaginaria tavola del natale di bancali cosparsi di piatti con le massime dell’artista Umberto Raponi sul “ cappelletto…

21

E’ IL NOSTRO NATALE. NATALE 2019 A PERUGIA!

A RIVEDER LE STELLE è il tema del Natale peugino 2019. E saranno tante le iniziative che avranno come protagonista il cielo stellato. Da sabato 7 dicembre, fino all’Epifania 2020 un ricco calendario di eventi avrà il suo fulcro in centro storico, ma con appuntamenti diffusi in tutta la città.   IL GRANDE ALBERO IN PIAZZA IV NOVEMBRE, anch’esso decorato con stelle, la cui accensione si terrà sabato 7 dicembre alle 17,30 e sarà accompagnata dai canti dei bambini del coro del Distretto Montessori, diretto dal M. Enrico Bindocci, in collaborazione con Umbria Jazz. Sempre il 7 dicembre dalle ore…

6

GARDEN CLUB-PERUGIA: INCONTRO CON GOTTARDO BONACINI, IL “GIARDINIERE GOLOSO”.

PROTAGONISTA il verde, soprattutto quello “goloso” di ortaggi, frutti e aromantiche, con le loro caratteristiche e la stagionalità. Cioè quando danno i meglio di sé. E “il giardiniere goloso” è Gottardo Bonacini, architetto di giardini e appassionato gourmet che vive tra la laguna veneta e la campagna reggiana ed è vice presidente del Wigwam Club Giardini Storici di Venezia. E “Il giardiniere goloso” è anche il suo libro scritto in collaborazione con Cristina Bay che, da appassionata vegetariana, ha curato le ricette verdi. Presentato oggi alle socie del Garden Club di Perugia e ai numerosi presenti, qui nelle sale dell’Hotel…

20

NATALE 2019 A CORCIANO: LA MAGIA DEL BOSCO INCANTATO E RENNE, CARROZZE E “PROFACOLE” DAVANTI AL CAMINO…E UNA POGGIA DI CAPPELLETTI.

LA NOVITA DEL BOSCO INCANTATO. Insieme al tradizionale  presepe che da 30 anni impreziosisce le vie del borgo con i suoi personaggi a grandezza naturale e che quest’anno sarà ispirato al tema della “Madre Terra” e alla sua salvaguardia, sarà allestito in  Piazza dei Caduti un bosco magico le cui creature- orsi, lupi, scoiattoli, gufi- saranno di muschio,  foglie e altra materia verde, a testimoniare l’amore per la Natura e per il Creato, e con alberi veri che poi verranno piantumati in tutto il territorio comunale. Progetto e allestimento floro-vivaistico a cura di Antonella Parlani in collaborazione con Franca Di…

22

TEATRO MORLACCHI-PERUGIA: IL MAESTRO E MARGHERITA CON “QUEL DIAVOLO” DI MICHELE RIONDINO.

SIAMO proprio dentro la Mosca degli anni Trenta dove Satana-Woland, con la sua bizzarra corte, semina caos divertendosi. E mette in scena uno spettacolo come uno strano circo che diventa il nostro, ora.   “Dammi i sogni, quelli veri, quelli che si fanno di notte”. Questo l’incipit sul palcoscenico del Morlacchi della straordinaria opera Il Maestro e Margherita di Bulgakov. Perché ciò che rende diversi gli esseri umani dagli altri viventi e ciò che li rende sociali, è proprio la capacità di immaginare cose che non esistono: i miti e i riti, le filosofie e le ideologie, il mistero del…

17

SANT’ERCOLANO E IL CORAGGIO DELLA FEDE.

SI RINNOVA, con la solennità di Sant’Ercolano patrono perugino, l’impegno a seguirne l’esempio nel coraggio della testimonianza di fede. Poichè i martiri sono “Delle pietre miliari, dei vangeli viventi eppure fragili come tutti noi”. E davanti alle presenze fortemente in calo nelle nostre chiese di adulti e giovani, forse è richiesta una Chiesa più luminosa nella sua vocazione e chiamata. “Parlo della situazione religiosa e non solo della nostra città, ma anche dell’Umbria. Recentemente c’è stata un’interessante Assemblea ecclesiale regionale, a Foligno, nella quale ci siamo apertamente confrontati con quelli che sono i nostri limiti e che cosa dobbiamo fare…

25

PICCOLO TEATRO DEGLI INSTABILI DI ASSISI E’ “IL SOGNO DI UNA COSA”. STAGIONE TEATRALE 2019-2020

TITOLO del romanzo di esordio di Pier Paolo Pasolini, al quale è dedicato il cartellone della Stagione 2019/20 del “Piccolo Teatro degli Instabili” di Assisi, come ha annunciato la Direttrice Artistica Fulvia Angeletti. ” E’ “una cosa” che i protagonisti del libro inseguono continuamente, non come un orizzonte lontano, una rivoluzione da fare chissà quando, ma nella semplice bellezza di ogni giorno e di ogni piccolo gesto. Perché in fondo il Teatro stesso è proprio “il sogno di una cosa”.     IMPORTANTI appuntamenti di prosa e musica, una rassegna di 3 spettacoli di Teatro Ragazzi e una novità dedicata…

23

TEATRO MORLACCHI-PERUGIA. “SI NOTA ALL’IMBRUNIRE”: SOLITUDINE COME INERZIA DI VIVERE.

SOLI si nasce. Soli si diventa e spesso si rimane. E soli si muore. Vivere da soli permette a desideri e realtà di confondersi e la vita può diventare esattamente come uno decide che sia. Ma la solitudine regala anche “l’inerzia” di vivere. Solitudine come immobilità. Vivere “seduto” su tutto, sul tempo, sugli accadimenti, sulle presenze. Perchè “la sedia spezza la linea originale del corpo” e da seduto “puoi avere il senso del controllo”. E forse questo maggiormente Si nota all’imbrunire, al tramonto del giorno e della vita, dove esplode dentro un inconfessabile desiderio di essere compresi nella vecchiezza, quando…

42

LE FAVE DAI VIVI AI MORTI. A CASA DI GIULIANA BATTA PER LA CONSUETA CONVIVIALE IN AMICIZIA.

PER ricordare rituali familiari e volti cari e usi e costumi di giornate condivise.   A CASA di Giuliana Batta il consueto momento conviviale con gli amici di sempre a festeggiarci e a ricordare, insieme, chi ci ha lasciato. E come sempre protagoniste le fave secche, ottime, intere o a purea, con fettine di pane tostato e olio novello, quest’anno più profumato che mai. E in tavola anche la carne delle frattaglie: fegatelli- pajata a ricordare l’importanza delle viscere animali nei sacrifici a placare gli spiriti defunti, insieme a bistecche e salsicce, a ricordare il  periodo della uccisione del maiale….

68

ASSAGGI DELL’OLIO BATTA NOVELLO AL RISTORANTE STELLA DI PERUGIA CON LA DELEGAZIONE PARIGINA DELL’ACCADEMIA ITALIANA DELLA CUCINA.

IN CUCINA CON Silvia e suo marito Arek e con Nicola Passarelli, cuoco lucano di cultura umbra.   E’ STATO un favoloso quinto quarto di chianina, a sottilissime lamelle, ad aprire la conviviale della Delegazione perugina con la Delegazione di Parigi dell’Accademia Italiana della Cucina, una insalatina profumata da erbette- maggiorana e timo- e cosparsa di Olio extravergine Batta, il novello. Chè questa serata è a Lui dedicata. Un piatto di sostanza e di cuore, e dalla proposta rotonda e di piacere.   A SEGUIRE, e solo Silvia le sa fare, polpettine fritte di roveja su crema di roveja. E…

21