Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Blog-gusto ®

UN MAGIC “PERUGIA FLOWER SHOW” AI GIARDINI DEL FRONTONE. 21-22 SETTEMBRE 2019

NELLA SUA winter edition il Perugia Flower Show cattura l’ultimo scampolo di colori, profumi, sapori prima dell’inverno. Un’edizione che mette in risalto tutte le fioriture autunnali che ci accompagneranno fino alla prossima primavera, per un giardino sempre fiorito.   50 ESPOSITORI per due giornate da vivere all’insegna delle tante meraviglie botaniche presenti alla mostra. La manifestazione, giunta alla sua ottava edizione autunnale, è diventata negli anni un appuntamento atteso in città, molto apprezzato a livello nazionale e internazionale dagli amanti del giardinaggio di qualità e da un vasto pubblico sensibile alle tematiche dell’ambiente. PIANTE rare e insolite, alberi da frutto…

28

A FOLIGNO LA XXI EDIZIONE DE “I PRIMI D’ITALIA”, 26-29 SETTEMBRE 2019

DI NUOVO PROFUMO DI PASTA e cultura della convivialità a Foligno per I Primi d’Italia XXI edizione, dal 26 al 29 settembre 2019, la rassegna dove il primo piatto è protagonista assoluto.  Che quest’anno si arricchisce anche della Mostra dedicata al genio di Leonardo da Vinci per i 500 anni dalla sua morte: “Leonardo tra I Primi d’Italia, dalla tavola alla realtà aumentata”.   SONO 14, oltre a quello dedicato all’Amatriciana, i Villaggi dei Primi: la Carbonara, la Polenta, il Cous Cous, i Primi della tradizione, la Pasta fresca e ripiena, il Riso e il Tortello mantovano, le Tipicità locali, le Tipicità romane, gli Gnocchi, i Pici, gli Strangozzi &…

18

FESTIVAL DEL MEDIOEVO V EDIZIONE: L’UNIVERSO FEMMINILE PROTAGONISTA A GUBBIO. 25-29 SETTEMBRE 2019.

UNA LEZIONE di Maria Giuseppina Muzzarelli, ordinaria di Storia Medievale dell’Università di Bologna, aprirà la quinta edizione del Festival del Medioevo, in programma a Gubbio dal 25 al 29 settembre. Il tema del 2019 è “Donne. L’altro volto della Storia”: un percorso intorno alla condizione femminile, alla radice dei pregiudizi e degli stereotipi. Un lungo racconto tra l’arte e la letteratura, la politica e la filosofia. Tra sante e regine, streghe e madonne, artiste e scrittrici, muse e sultane. E anche il Medioevo contemporaneo tra le eroine delle saghe televisive, stereotipi e fake news. Protagonisti dell’evento saranno più di cento…

18

UNA SERATA IN BELLEZZA: ASSOCIAZIONE CULTURALE BEATA COLOMBA-PERUGIA

UNA SERATA IN BELLEZZA, dei luoghi, della musica, del cibo in convivialità. La bellezza dell’Oratorio di San Francesco dei Nobili toglie il fiato, fa respirare l’infinito. Sede sin dal 1319 della Confraternita dei Disciplinati di S. Francesco e nell’800 Pio Sodalizio Braccio Fortebraccio, si mostra ancora oggi intatto,  perfettamente conservato in oro, stucchi, affreschi, prospetti marmorei. E anche la musica in questo luogo sembra più alta, una comunicazione verticale grazie anche alla estrema qualità artistica di Umbria Ensamble, definito dalla critica “punta di diamante” della attuale produzione cameristica italiana, e presente in serata con il Quartetto d’Archi composto dal violoncello…

37

PREMIO ALLA CULTURA DELL’ “ACCADEMIA DEL DONCA” ALL’ARTISTA GIUSEPPE FIORONI.

PREMIO ALLA CULTURA dell’ “Accademia del Dònca” a Giuseppe Fioroni, poliedrico artista perugino nelle cui opere si incontra cultura storica, artistico-letteraria, musicale e antropologica. Il premio durante un evento collaterale alla mostra “La pista dei sogni. Federico Fellini tra cinema e circo”, un interessante percorso espositivo allestito nelle sale del Museo civico di Palazzo della Penna che esplora e ripropone quel legame tra cinema e circo che ha ispirato l’universo onirico e cinematografico del grande maestro riminese. L’incontro sarà condotto dal curatore dell’esposizione il critico cinematografico Fabio Melelli e il premio consegnato dall’Assessore alla cultura Leonardo Varasano e dal fondatore…

15

LE DOLOMITI, LA SOLENNE INQUIETUDINE DEGLI ORIZZONTI.

L’ODORE DEL BOSCO. Di muschio, di funghi, dei pini bagnati, degli animali che qui sono passati. E api che succhiano felici da cardi incontaminati e mucche che pascolano erba verde, fresca, bagnata. Odore  primordiale, persistente, di natura silente dove ne ascolti i profumi.   E CORTINA si riempie di date importanti: 2021 i Mondiali, 2026 le Olimpiadi. E il Corso che parla sempre di bellezza di una città di montagna che montagna non appare nel suo elegante shopping, nei suoi spritz innovativi dove al Prosecco, quello vero di Glera,  si  aggiunge magari lo sciroppo di Sambuco che altrove non c’è….

27

SINDROME RICCIONE: UNA CITTA’ DIFFICILE DA ABBANDONARE.

SINDROME RICCIONE sembra che una volta venuti a Riccione non si possa più abbandonarla. Questa città viene definita la capitale italiana dell’ospitalità. Il buonumore romagnolo, quell’accento accattivante, il sorriso sulle labbra del buongiorno alla colazione mattutina (grandiosa, insuperabile quella dell’ Hotel Corallo), la cordialità dei bagnini e delle bagnine  e  la loro passione per gli ospiti, e per il verde, come quella di Simona, Bagno 55 Mulazzani, che ha creato in spiaggia un giardino zen di rocce e piante grasse; la  gastronomia di profumi e sapori veri, una offerta alberghiera vastissima con servizi d’eccellenza e tanto confort, il lato gioioso…

28

FERRAGOSTO A CORCIANO: A TAVOLA L’OCA E LE SUE RIGAGLIE.

ACCANTO alle rievocazioni storiche, agli eventi espositivi, al teatro, alla musica, alle presentazioni letterarie che hanno animato l’Agosto Corcianese-Corciano Festival-, non poteva mancare la buona tavola, che culmina nel giorno di Ferragosto con le immancabili ricette che vedono protagonista a tavola l’oca. Che, come ogni anno, viene preparata dal ristorante “Il Convento” secondo  tradizione: dall’oca arrosto, che prevede la farcitura dell’oca con il suo bel polpettone dove si inseriscono anche le interiora dell’animale a donare maggiore morbidezza e sapore alle carni, alle tagliatelle condite sempre con il sugo di  rigaglie.   E’ IL QUINTO QUARTO CHE AFFASCINA! E non chiamiamolo…

27

IL “MONTE DELLA LUCE” E LA GRANDE FESTA DELL’ASSUNTA.

OGGI E’ FESTA GRANDE nel Rione perugino di Monteluce, dove la parrocchiale, riaperta a dicembre dopo dei lavori di restauro, è intitolata proprio all’Assunta.   MA si ricordano anche gli 800 anni della fondazione della comunità delle Clarisse di S. Maria di Monteluce in S. Erminio, la più antica comunità di Clarisse Damianite della città, che l ’atto ufficiale della fondazione, nel luglio 1218, nomina come “le donne religiose che lì (a Monteluce) già vivevano insieme e servivano Dio”. Un legame forte che fin dall’inizio ha unito il Monastero con la città di Perugia e con la comunità di Monteluce,…

24

“DESTATE LA NOTTE”: SE LE NOTE DI ROTA E MORRICONE VESTONO L’INFINITO DI LEOPARDI. FESTA DI SAN LORENZO A PALAZZO DELLA PENNA DI PERUGIA.

E SE le stesse note tingono d’azzurro il tramonto del cortile del Palazzo cinquecentesco dei Della Penna, uno dei nostri Musei cittadini.   SE una sera a festeggiare il Patrono si ascoltano la luna, le stelle e la musica insieme ai versi sublimi di un grande poeta italiano estremamente moderno, al di là delle apparenze. E se  “il naufragar è dolce in questo mar” come Lui stesso ha scritto, è grazie anche alla musica dell’ Orchestra da Camera giovanile del nostro Conservatorio Francesco Morlacchi, guidata magistralmente dal Maestro Salvatore Silvestro.   E SE con l’Infinito anche A Silvia, le Ricordanze,…

29