Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Blog-gusto ®

DAL 1200 UN SIMBOLO CHE LASCIA IL SEGNO. UN RICAMO IN PUNTO ASSISI: IL VASO DI SAN RUFINO.

IMMERSI NELLA BELLEZZA di un ricamo che esiste da secoli e che identifica una città: Assisi e il suo ricamo, un tempo chiamato “punto francescano”, quella perizia nelle mani che esegue con lenta  consapevolezza simboli, immagini, storie antiche  di un luogo dove il  sacro ha ricevuto un suggello altissimo, quello di Francesco e dei suoi compagni.   NELLA GRANDE SALA ESPOSITIVA del Palazzo del Capitano del Perdono, a Santa Maria degli Angeli, parliamo di acqua, perché uno dei ricorrenti simboli del  ricamo del Punto Assisi è il “ Vaso di San Rufino”, vescovo e martire del III secolo. A San…

14

I 60 ANNI DI RICAMO DI LINA MONTAGNOLI IN MOSTRA ALLA ROCCA PAOLINA DI PERUGIA.

LA BELLEZZA nella mani. E la  perizia, l’abilità del  creare. L’emozione di  raccontare in un manufatto storie mirabili di ricami legati a nomi, a luoghi, ad accadimenti privati e invece universali. Disegni visti e studiati su libri che ne raccontano le trame, ma poi interiorizzati, interpretati. E non solo bellezza, ma anche tecnica antica per ritrovare se stessi, il benessere di un’arte terapia. E il filo- spiega Lina Montagnoli ricamatrice perugina che festeggia i 60 anni  di storia con  questa  splendida Mostra- deve rimanere  quasi aereo, come impercettibile guida che le mani non devono serrare, in un equilibrio assoluto che…

19

CILENTO DREAMING.

IL CILENTO è per me la mozzarella di bufala. Inimitabile ricchezza di un territorio che profuma di latte. Chè numerosi sono i caseifici dove poterla anche degustare al momento, e proprio accanto a quelle bufale che sembrano guardarti così attente. Mozzata in diverse forme: treccine, piccoli bocconcini, ovoline, ciliegine, tradizionalmente tondeggianti o grandi a suscitare emozione. La crosta, spessa ma liscia, la pasta di un bianco intenso color porcellana, sfogliata ma elastica. Lievemente tenace all’inizio e poi arrendevole al taglio da dove fuoriesce quel siero bianco con profumo di latte fresco subito al naso. Sapore delicato in bocca, ma persistente…

33

LA “RUSTIDA” ALL’HOTEL CORALLO DI RICCIONE CON I SARDONCINI DI ROMAGNA.

DOMATORE DI FUOCO Mirco Del Vecchio, Executive chef dell’hotel Corallo. Alici perfette nella loro apparente semplicità donata dalla storia del “ pescato  e cotto”. Nella splendida brace del  focone- né sale, né olio-  e intere, non eviscerate a raccontare il mondo dei pescatori. E a diventare così i sardoncini romagnoli da gustare con la piadina calda. E ancora spiedini di morbidi calamaretti appena baciati dalla fiamma con accanto la misticanza di campo.    LE  ORECCHIETTE avevano accolto il Mediterraneo nelle olive, nei capperi, nei pachini, nelle spezie, nelle erbette fresche. E la nuova interpretazione della “Pavlova”, a conclusione, ci congeda…

21

RICCIONE 2018: WELLNESS A 360 GRADI TRA ACQUA, SOLE, CIBO E CORDIALITA’.

RICCIONE è accoglienza, ospitalità scritta nel DNA. Per stupire, ancora una volta, e far trascorrere una vacanza con la voglia  di ripeterla. Riccione tra affetto e intelligenza, mista a quella lungimiranza che chiamiamo creatività. Riccione, un tempo metà pescatori  e metà ortolani amanti  del loro territorio, della  terra e del  mare. E lentamente poi meta di un turismo anche internazionale.   RICCIONE è famiglie, bambini, giovani e anziani, generazioni che si incontrano in questa lunghissima battigia che sembra il mondo. Un variegato, popoloso mondo accomunato dallo  stare bene. Cura  dell’ambiente e  del  paesaggio,  storia gastronomica che si conferma grandissima tra…

20

OGGI IL LAGO SI CONFONDE COL CIELO: AL RISTORANTE “LA CANTINA” DI CASTIGLIONE DEL LAGO:

OGGI IL LAGO si confonde col cielo. Di un grigio uniforme che profuma di pioggia vicina. In questo grande giardino terrazzato, tra passeri festanti di briciole ricevute. Una conviviale eccelsa e di felicità. Luogo bellissimo, buon cibo di ottima materia prima, servizio veloce, superbi vini. Così il ristorante” la Cantina” , proprio lungo il Corso principale, si conferma un’ottima scelta e regala quell’allure speciale di questo antico castello: Castiglione del Lago.    QUI storia, leggenda e miti  convivono tra vestigia antiche, una rara bellezza di case in pietra e splendide piazze, palazzi rinascimentali e torri del Pomarancio, prelibatezze del territorio…

23

UMBRIA JAZZ18: PERUJAZZ !!!

UMBRIA JAZZ E’ UNA STORIA ANTICA per la  nostra città.  45 anni da festeggiare per una innovativa musica-ambiente che ha invaso piazze, vicoli, strade di Perugia e  che nel tempo è diventata un fantastico unicum. Perché Umbria Jazz nasce proprio così nelle piazze, nelle strade, in concerti gratuiti, anche oggi oltre 140, di musica accessibile, godibilissima e itinerante.   SUL PALCO  artisti importanti della scena culturale e musicale italiana e internazionale, in concerti  alla ormai famosa “Arena Santa Giuliana” e anche nei teatri e nei musei della città e nei luoghi di ristoro creando ogni volta, ogni anno un legame…

23

UMBRIA JAZZ18: CANTI KLEZMER AL MANU, IL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DELL’UMBRIA.

CANTI  KLEZMER. Canti di speranza. O di solitudine. Malinconici,  più vivaci se c’è un matrimonio da festeggiare, canti che hanno la loro radice nella tradizione ebraica dell’Europa orientale, ma che poi hanno incontrato anche influenze jazz e blues.  In un idioma derivato dall’antica lingua liturgica della tradizione giudaica, oggi stabilizzata nell’ivrit che riassume le flessioni del mondo con molti elementi lessicali presi in prestito da altri paesi dove gli Ebrei sono stati costretti a disperdersi. E quel canto struggente, di splendide voci stentoree,  riassume le culture di tanti paesi. Ma rimasto pur sempre lui, canto sacro e poi proibito e…

26

100 MONTADITOS-JAZZ-VIA BONAZZI-PERUGIA

UN  OTTIMO aperitivo con mini-panini gourmet pronti all’istante, da qui montaditos, sfiziosamente light o invece corposi e aromatizzati da spezie.  Da scegliere secondo il proprio gusto questa carrellata di assaggi personalizzati vegetariani o profondamente carnei, e guidati dalla abilità e dai consigli di Riccardo Baldelli.   SEMBRA fenomeno molto antico, questo dello “ir de tapas”, visto che risale alla epoca del re Alfonso X di Castiglia, siamo verso la metà del  1200, il quale consigliava di accompagnare il vino insieme a qualche alimento solido come il famoso prosciutto e il formaggio posti su piccole fette di pane.   PICCOLA PAUSA…

16

AL CASTELLO DI MAGIONE “RIVIVI, GUSTA E AMMIRA”L’INTRIGO CONTRO IL VALENTINO.

CONGIURA FALLITA.  E conseguente vendetta (il fine giustifica i mezzi…) con l’ordine di strangolare i congiurati. Così racconta Niccolò Machiavelli a proposito della “ Dieta della Magione”, incontro organizzato nel 1502 dal Cardinale Giovanni Battista Orsini per limitare lo strapotere nell’Italia centrale di Cesare Borgia, il Valentino, e a cui aderirono nobili, alleati  e capitani dello stesso condottiero.  E il complotto nacque proprio nel Castello di Magione, al tempo  residenza del cardinale.   […] INTORNO alla metà di settembre del 1502 il cardinale Giovanni Battista Orsini si trovava in Magione, presso l’ospedale gerosolimitano di S. Giovanni di cui era commendatario….

13