Blog

IL CALENDIMAGGIO DI ASSISI CON OCCHI NUOVI, PER SOGNARE: LA SFIDA (LA NOTTE)

-Continua

Si riprende a sera tarda, è la notte dei fuochi delle torce e delle fiaccole, ma soprattutto è la notte dei Canti, i Cori che saranno giudicati da un esperto musicologo. E’anche la notte del Verdetto e del Palio al vincitore che lo custodirà fino all’anno successivo.…Sono arrivato in Assisi stanco e tormentato,  per oscure valli e alture, per mare e per terra…La Parte de Sotto inizia con un racconto di purificazione, entra una barca nel mare in tempesta, decine di lunghi teli di azzurro più intenso o più lieve, come l’ acqua del mare, agitati da ragazzi e ragazze a simular l’onde, è la barca della vita in tempesta, e mentre il Banditore legge questa deriva di vita, la battaglia continua coi fuochi del male portati da angeli neri, mortiferi mostri, sconfitti da virginee fanciulle con in mano la luce della salvezza che i dèmoni arretra, e arretra e arretra ancora, mentre ritorna la barca, novella Arca, a salvare i redenti: la barca è ora vestita  di verde e di fiori, speranza di vita di rinascita di rinnovamento. Finchè Primavera verrà questa Festa verrà e questa Città vivrà, recita il Banditore di Parte, sottosottosottosotto, è un unico grido.
E’ la volta della Parte de Sopra che ingaggia una vera battaglia con le spade ed i fuochi, che vera non è, ma battaglia di attori, bravissimi, che si muovono con alta maestria, che trasformano una battaglia cruenta in una di sfida di Carte: le Figure delle Carte entrano in Campo e  sono padroni della Scena. Bellissima coreografia di Parte de Sopra, soprasoprasoprasopra, incita il pubblico.
A notte fonda le Sfide canore, altissimi pezzi di musica antica medievale.
E’ Teatro in movimento, ma è anche vita amore lotta desiderio gioia libertà bellezza forza riconciliazione.  e sogno. Dancing dreams tra poesia e sogno.

Forse prima della festa, nei suoi preparativi, nell’attesa, nella trepidazione della lunga preparazione, è anche Calendimaggio. Nessuno si sente solo, dei de Sotto o dei de Sopra, se cerca di far meglio de loro, (gli avversari). E’ qui il bello, la ragione della festa, non sentirsi soli solo se ci si sfida, senza l’una o l’altra Parte ogni Parte sarebbe immancabilmente condannata ad essere sola e triste.
Non spettacolo, ma avventura, non una rievocazione, ma una passione, una appartenenza e un viaggio…

La Nobilissima Parte de Sopra vince il Calendimaggio 2012.

L’emozione è qui, ora, il sogno era ieri e sarà domani.

Danza, danza, altrimenti siamo perduti. (Pina Bausch)

Marilena Badolato                  maribell@live.it

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

0

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.