Blog

TEATRO MORLACCHI-PERUGIA: REGALO DI NATALE.

IL FASCINO DEL POKER, ludico certo, ma intelligente e quindi coinvolgente e talvolta pericoloso a base di ilinx, la ricerca di panico, la vertigine, come dice spesso in scena Lele (l’ottimo Giovanni Esposito). Una vertigine quasi annunciata, un complotto, un mettere a nudo incomprensioni, accadimenti, sconfitte, vita passata. In quell’oscuro meccanismo del tavolo verde, altare colorato dove tutto stasera si consumerà fino a un epilogo finale. Raccontando la vita di tutti, le esperienze, la gioventù, i trascorsi insieme che rivelano strani comportamenti nascosti dietro un mazzo di carte e una “finta” partita tra vecchi amici.

 

E NOI SPETTATORI conoscitori del meccanismo del gioco aspettiamo i cip, i vedo, i rilanci, per avere un quadro più limpido della situazione, e starà alla bravura dei protagonisti (cinque attori di grande livello) raccontarcelo e mostrarci minuto dopo minuto questo strano avviluppamento, quasi una imboscata finale “giocata” ai danni di uno di loro, quello con maggiori possibilità economiche e il più “incallito” quindi il  più fragile. Quello di cui ci si vuole vendicare.

 

E QUELLO che, alla fine, si giocherà tutto per un “vedo” arrivando a pagare un debito stratosferico, in fondo un debito di vita, per uno sgarbo sempre sopito e mai dimenticato e “pagato al tavolo verde”.  In un crescendo di tensione si sviluppa l’azione, mano dopo mano, in un palcoscenico dove si è giocato molto più di un poker.

 

 

 

                                                                                   TEATRO MORLACCHI PERUGIA

                                                                                          Stagione di prosa 2019-20

                                                                                             REGALO DI NATALE

                                                                                                   di Pupi Avati

                                                                                  adattamento teatrale Sergio Pierattini

 

con Gigio Alberti, Giovanni Esposito, Valerio Santoro, Gennaro di Biase, Fulvio Pepe.

regia Marcello Cotugno, scene Luigi Ferrigno, costumi Alessandro Lai, luci Pasquale Mari.

 

produzione La Pirandelliana

 

 

 

TSU Teatro Stabile Dell'Umbria.

 

marilena badolato

 

 

 

 

 

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.