Blog

DANTE, PORTA SOLE E L’UMBRIA: I SETTECENTO ANNI DALLA MORTE DEL GRANDE POETA.

E PERUGIA che dalla “fertile costa d’alto monte (sulla quale giace Assisi) onde sente freddo e caldo / da Porta Sole” (Pd XI vv. 46-47), non poteva non celebrare il settimo centenario della morte di Dante Alighieri, con il titolo “Dante, Porta Sole… e l’Umbria”. E lo fa con una mostra diffusa, itinerante e ovviamente on line, che si svilupperà tra la Biblioteca Augusta, San Matteo degli Armeni e Palazzo della Penna.

 

PRESSO LA BIBLIOTECA AUGUSTA sarà una selezione di alcune “primizie” dantesche: “Dante a Porta Sole. Dai manoscritti a Dante pop” ospiterà preziosi manoscritti e rarità risalenti al XIV secolo, alcune delle quali illustrate da pregevoli miniature, e delle edizioni a stampa delle opere dantesche e dei relativi commenti, a partire da incunaboli e cinquecentine, dal XV al XXI secolo frutto di una attenta ricerca scientifica. Un prestigioso materiale, proveniente anche da altre istituzioni come l'Archivio di Stato di Perugia, Archivio di Stato di Terni, il Comune di Fossato di Vico, la Biblioteca delle Nuvole di Perugia, la Società Bibliografica Toscana e Daniele Lupattelli. Ci saranno approfondimenti sul Dante patriottico, sulle riletture di Dante fatte dagli stranieri e rivisitazioni in chiave moderna (pop) dell’Alighieri.

 

A SAN MATTEO DEGLI ARMENI, da lunedì prossimo, la mostra riguarderà, invece, la connessione che intercorre tra Dante e Aldo Capitini.

 

A PALAZZO DELLA PENNA, con curatore Andrea Baffoni, si approfondiranno le connotazioni tra Dante e Gerardo Dottori, ma non solo. Saranno infatti presenti varie sezioni, una delle quali, con circa 30 pannelli descrittivi, cercherà di restituire il volto di Dante e le rappresentazioni della Divina Commedia da Giotto ad oggi.

 

“Nonostante le restrizioni – ha spiegato l’assessore alla cultura del Comune di Perugia Leonardo Varasano – abbiamo voluto proseguire con le nostre iniziative culturali. Nel caso specifico diamo avvio alle celebrazioni del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, una ricorrenza che vogliamo onorare al meglio in quanto la nostra città era profondamente legata alla Divina Commedia, all’interno della quale viene citata”.

 

 

 

marilena badolato

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.