Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Blog

IJF17 E CONCORSO “RACCONTAMI L’UMBRIA” VIII EDIZIONE.

RACCONTARE L’UMBRIA non è semplice. Terra chiusa e un po’ “grifagna”. Fiera del suo passato che ancora oggi leggi nelle pietre antiche, nelle scale “a perdifiato”, nei vicoli "baciadonne” bui e stretti- chè lì era naturale rubare baci non visti-, nei borghi e nei castelli, nel verde sparso di colline e in quello antichissimo di alberi “patriarchi del verde”, nelle chiese, tante, nelle abbazie millenarie dove si pregava e lavorava o dove si propugnava un  nuovo e rivoluzionario ideale di povertà. Umbria del lavoro e della terra, di chi l’ama tanto e di chi ancora non l’ ha capita. Umbria del sogno, per noi che lo coltiviamo sempre dentro. Umbria anche delle invenzioni, di gente chiusa tra una doppia fila di Mura e intenta quindi a “liberare” la mente e il pensiero fuori, verso l’orizzonte, verso il nuovo. Persino la nostra Fontana Maggiore, nella Piazza Grande, rappresenta, con le sue tre portatrici d’acqua della ultima tazza quella bronzea,  il passato il presente e il futuro. Simbolo di un lungimirante e “buon governo”, almeno secondo il sentire Medievale che ci portiamo sempre incollato addosso. E negli esametri latini che le corrono intorno cingendola di saggezza, sta un antichissimo segnale di benvenuto a tutti i nostri ospiti: a guardarsi bene intorno per scorgere cose mirabili.

 

RACCONTARE L’UMBRIA può diventare allora un modo per presentarla  da diverse e diversificate angolazioni. Un modo per capire come gli stranieri o i media ci guardano, secondo i canoni classici della spiritualità o quelli delle bellezze architettoniche e cunicolari di antichi misteri, ma anche quelli della tradizione legata alla innovazione del cibo, del vino, dell’olio, le nostre “ancelle di gusto”, quelle che vestono di appetibilità i nostri piatti di materia prima autentica e vera, anche se nuovissimi nella forma della bellezza, della estetica del gusto.

 

COSI’ “RACCONTAMI L’UMBRIA”, Concorso Giornalistico Internazionale” indetto sin dal 2009 dalle Camere di Commercio di Perugia e Terni, nella sua ottava  edizione si conferma evento sempre portatore di curiose e intriganti novità. La cerimonia di premiazione, a Perugia presso il  Centro Servizi Camerali” Galeazzo  Alessi” nell’ambito del Festival Internazionale del Giornalismo, ha svelato i finalisti e i vincitori di “Raccontami l’Umbria- Stories on Umbria 2017”, tra essi giornalisti, autori e produttori video, blogger, web writers,  provenienti dall’Australia, dal Veneto e dalla Toscana.

 

I VINCITORI:

Il giornalista Michael Turtle con il suo servizio  “Sulle orme di San Francesco”, pubblicato sul blog Time travel Turtle, si aggiudica il primo premio per la sezione “Turismo-Ambiente- Cultura”.

Per la sezione “Mestieri, Imprese, Prodotti” vince il wineblogger Jacopo Cossater con l’articolo “Umbria Jazz come scusa per una panoramica sui vini di Perugia”.
 

Ad Emanuela Casentini,  giornalista, autrice e regista per Tv-Format, per il docufilm “Italien, meine liebe – Umbrien”- “L’Italie: Entre Ciel et Mer / l’Ombrie”, trasmesso dal canale satellitare franco-tedesco Arte HD, va il primo premio della categoria “Video”. 

Novità dell’edizione 2017, la Sezione riservata alle Scuole di Giornalismo, che  ha visto imporsi tre giovani giornalisti Francesco Bonaduce, Cristiana Mastronicola e Elena Testi, allievi della Scuola di Giornalismo Radio Televisivo di Perugia, per un servizio sulla ferrovia Spoleto – Norcia “La Greenway più bella d’Europa”.
 
Premio Speciale della Giuria di “Raccontami l’Umbria – Stories on Umbria” a Roberto Giacobbo, notissimo giornalista di Rai2,  e Massimo Fraticelli, coautore del programma per una puntata di Voyager dedicata alla città di “Orvieto, tra storia e mistero”. Roberto Giacobbo, noto giornalista di Rai 2, ha realizzato format di grande successo trasmessi sia nelle Reti pubbliche che in quelle private. Massimo Fraticelli, coautore del programma, è ingegnere e cultore di arte, storia e mitologia delle antiche civiltà.

Il Premio foto contest dell’edizione 2017 va al giovane fotografo Edoardo Ridolfi, di Gualdo Tadino, per la foto dal titolo: “Umbria, terra di spiritualità”, che con il suo scatto ha saputo immortalare un panorama aperto e senza confini, e un invito ad abbracciare cielo e terra fuse insieme in un universale messaggio  di speranza.

 

 

Presenti alla cerimonia di premiazione i componenti della Giuria di “Raccontami l’Umbria”:  i Presidenti delle Camere di Commercio di Perugia e Terni Giorgio Mencaroni e Giuseppe Flamini;  i Segretari Generali Mario Pera e Giuliana Piandoro; Paola Buonomo, responsabile del progetto “Raccontami l’Umbria” e i giornalisti Dennis Redmont,  Federico Fioravanti, Egidio Urbanella. 

Teresa Severini,  Assessore alla Cultura, ha portato i saluti dell’Amministrazione Comunale di Perugia.

 

 

marilena badolato

 

 

 

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

2

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.