Blog

IL FLOWER SHOW 2021 PER LA PRIMA VOLTA AI GIARDINI DI SANTA GULIANA: BELLA ED ESAUSTIVA LA LOCALIZZAZIONE E GRANDI PRESENZE.

IL FLOWER SHOW 2021, la “Mostra Mercato di piante rare e inconsuete” tenutasi nel weekend 19-20 giugno, ha reso fruibile e bello più bello il giardino di Santa Giuliana, dove tanti perugini si sono ritrovati tra il verde e le novità presentate ancora una volta da Lucia Boccolini, intraprendente organizzatrice dell’evento, con Foligno, Gubbio e un pizzico di peruginità nel DNA, un magnifico mesclum tra creatività e estro.

 

MI AGGIRO tra piante rare, anche esotiche, nuove sperimentazioni e solide certezze. Vivai con esemplari di rose splendide, ma anche vitigni, nodosi esemplari di umbritudine; creazioni di fiori in stand che parlano di giardini con tavole in mise en place, tra abiti adatti a servire un tè o un cocktail. E accanto proprio i cocktail preparati con i fiori o ancora lo splendido miele umbro che ha vinto le Tre Gocce d’Oro come "Millefiori migliore d’Italia", e che racconta, tra le diverse varietà, di api del territorio. Come il miele "Malbe”, dedicato alla nostra montagna perugina: intenso, deciso con note di resina, di fiori rossi, malto, legno, frutta essiccata, leggermente amaro. Così insegna la mielosofy che ci consiglia di consumarlo anche a fine pasto, accompagnato a una ricotta fresca. O ancora come lo splendido "Oro nero", cacao e miele, assolutamente da provare.

 

E ANCORA “sos piante” come curarle al meglio; o come creare un laghetto nel proprio giardino; ma anche una dimostrazione pratica per un orto perfetto e la rotazione e consociazione nell’orto; come avvicinare i bambini alla natura con la merenda più sana che c’è e con il gioco indovina la pianta; il mondo dei bonsai con dimostrazione pratica; gli aperiflowers per dissetarsi con la natura; o ancora lezioni di scienza con la simbiosi perfetta tra alberi e tartufi- la flora dell’Umbria, un patrimonio da proteggere- il polline tra allergie e benessere, tutti a cura del Dipartimento di Scienze agrarie UNIPG; e ancora riciclare e potare, piantare e trapiantare; le piante carnivore o le aromatiche; infeltrire per creare con fantasia; lezioni sull’ecoprinting, la stampa vegetale.

 

MI soffermo dove il verde diventa “interpretazione” di composizioni floreali e mise en place, quello che mi interessa maggiormente: le novità di “Casa Lemmi” sono qui presenti con Antonella Lemmi e con Annalisa Biagini de “La Macina” di Spina: segnaposto fioriti, piatti-non piatti che mimano esattamente la più illustre porcellana, ma leggeri all’inverosimile; cuscini d’autore e tovagliette curiose, tra splendidi fiori lilla d’aglio e divanetti e manichini vestiti di colorati fiori  e con “spighe e grilli per la testa” di chi crea con tutto il verde possibile. E persino un incontro tematico sul “galateo in giardino e le sue regole perfette” di Antonella e Annalisa, apprezzato dai numerosi presenti.

 

E ROSE ovunque, molto fiorite vista la canicola di questi giorni, ma sempre regine incontrastate dei giardini; molto apprezzati gli stand gastronomici tra cui quelli con golose delizie, tra “nduia” da spalmare, soppressata e gustose olive e alicette e pregiate verdure sott’olio. Accanto i ragazzi del WWF che invece quelle alici le vorrebbero salve, ma noi gastronomi tifiamo sicuramente per quelle sott’olio, pur appoggiando la campagna per il mare nostrum pulito, la salvaguardia ambientale e il suo ecosistema.

 

INTERESSANTE manifestazione, bella la localizzazione dei Giardini di Santa Giuliana, dove lo spazio circolare dona una visione d’insieme più ampia e più esaustiva, mantenendo le regole del distanziamento. Consiglio di ripetere l’esperienza del luogo, per questo evento che Lucia Boccolini organizza da ben 23 anni!

 

 

marilena badolato

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.