Blog

IL GARDEN CLUB- PERUGIA NEL SENTIERO FANTASTICO: GIORNATA DEL GIARDINO UGAI 2022.

E FANTASTICO è davvero questo sentiero, fantastico per le storie di folletti e gnomi, ma anche orchi e streghe da allontanare con filastrocche-scongiuro. Fantastico per la flora che incontri tra ginestre dei carbonai, cornioli, rosa canina, agrifoglio e pungitopo ancora con qualche rossa bacca e in lontananza un maestoso dorato maggiociondolo. Sul Monte Malbe, nel Comune di Corciano, è nato questo Sentiero, luogo recuperato e mantenuto nella integra bellezza di un ecosistema, per passeggiate fantastiche tra il reale e l’irreale, tra la fantasia e la Natura. E in occasione della Giornata del Giardino UGAI 2022 a tema “Suolo abbandonato, suolo bonificato”, sarà una passeggiata con il Garden Club di Perugia presieduto da Giuseppina Massi Benedetti, accompagnati dalla guida di Fiorenza Giannini che ha curato il Sentiero e che illustra il “cerchio magico” delle streghe con i 12 mesi dell’anno e i 4 elementi primigeni, il villaggio degli gnomi, le “trosce” umide, insieme alle curiosità botaniche di Aldo Ranfa.

 

 

BOSCAGLIA di querce, castagni, carpini, lecci e di latifoglie magari vicino al corniolo e al sorbo, voci d’altri tempi, voci della memoria. Sospinti d’aria leggera che risuona fra i rami come fossero elfici flauti, immaginiamo che qui trovino riparo animaletti selvatici, e che fra gli innumerevoli fusti, intrisi di solarità, giochino, si nascondano, sonnecchino e golosamente si nutrano. Un tempo parte integrante del paesaggio naturale, oggi utili a mantenere un ottimale assetto ecologico e idrogeologico del territorio collinare e pedemontano, le robuste radici di queste piante contribuiscono a limitare l’erosione del suolo, mentre la decomposizione delle foglie cadute è importante per la formazione dello strato di humus e i frutti, i fiori e le foglie sono ottimo cibo e riparo per la fauna locale. E quando entriamo di nuovo nel bosco, che diventa alto e a prevalenza di cerro, si attraversano radure luminose e fiorite, in maggio-giugno, di cisto, erica e ginestra. E fra antiche carbonaie e calcinaie, suggestive doline carsiche, ecco piccole “trosce” risorgive, stagni o invasi di acqua piovana che si formano naturalmente per le precipitazioni invernali o dopo i temporali estivi. Espressione della natura calcarea del Monte Malbe, costituiscono un ecosistema di valore e pregio naturalistico, sia per la collocazione, sia per la presenza al loro interno di una notevole ricchezza biologica. Sono inoltre un’importante fonte di abbeveraggio per gli animali selvatici della zona.

 

 

E TORNIAMO bambini, almeno per due ore, tra il fogliame che gioca strane figure tra luce e ombra, con i raggi solari che bucano questo verde mediterraneo e illuminano a tratti le casette degli gnomi, perfettamente arredate, con accanto la miniera e in lontananza il castello delle fate dei boschi mentre gli uccelli, tanti, salutano al passaggio con voci così uguali, così diverse.

 

SPLENDIDI giri per passeggiate a pochi passi da Perugia, sono altri 5 gli itinerari escursionistici, ognuno con difficoltà e elementi storico- naturalistici diversi: il Poggiolo, le Trosce, le Piagge, Campore, Anello di Monte Malbe.

 

QUESTO giro-magico-cerchio, una camminata della salute di facile percorrenza dedicata soprattutto ai bambini, regala una bellissima giornata, una esperienza da fare sicuramente, magari anche insieme ai propri figli e nipoti, ad ascoltare storie, a mangiare la Natura con il suo verde.

 

 

marilena badolato

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.