Blog

“L’ORO DI SPELLO” ALL’EXTRA VERGINE OLEOTECA.

L’OLIO EXTRAVERGINE DI SPELLO incontra la cucina  italiana: in intriganti menù a quattro mani si svelano le potenzialità del nostro olio nei piatti. Finalmente un evento interamente centrato sul focus olio: l’ impiego in cucina in  preparazioni regionali di cuochi del territorio di appartenenza che significa conoscenze diverse e diversi usi,  un luogo dove le culture culinarie possano incontrarsi a creare il “nuovo” in bocca. Questi sono i ristoranti di Spello- E*tra Vergine Oleoteca, Drinking Wine, Il Pinturicchio, Il Vecchio Opificio, La Bastiglia, Locanda del Postiglione, L'Orlando Furioso, Mamafò e Osteria del Buchetto- che proporranno una cucina a "quattro mani", cuochi locali insieme a chef provenienti da diverse regioni d'Italia, nei  giorni dell’evento " L'ORO DI SPELLO", dal 17 al 19 novembre 2017.

 

ALL’EXTRA VERGINE OLEOTECA  sarà un menù creato dal cuoco partenopeo Giuseppe Grimaldi e dall’executive Chef Monia Caneschi. La  creatività e la precisione meticolosa di Monia si  riconoscono nell’estetica delle preparazioni, nella grande passione verso  “il verde” che spicca sovrano, e anche nella  curiosità creata dall’utilizzo costante di un elemento a sorpresa, in genere semi  sconosciuto, come il shiso di stasera.  Gli alchechengi ci faranno  compagnia per tutta la serata  a smorzare ed equilibrare con i  loro sentori agrumati  e tannici i numerosi profumi e aromi in bocca e a capire meglio i diversi extravergini,  principi dell’evento.  Descritto da  Linneo nel 1737 con il termine greco “fusalis”, cioè pieno d'aria, gonfio, con chiaro riferimento all'involucro che avvolge il frutto, l’alchechengi è ricco di  vitamina C, acido citrico e tannino. Mentre il termine deriva dal francese antico "alquequange" o "alcacange", a sua volta dall'arabo al-kakang,  palloncino.  L’alchechengi, detto anche  "ciliegia d'inverno", era già consigliato da Dioscoride e Galeno quale rimedio nei casi di ritenzione di liquidi.

 

OLIO EVO sparso sul pane bruscato che accompagna il salmone, a sostituire il tradizionale ricciolo di burro per una maggiore salubrità. E il monovarietale Moraiolo regge bene questa compagnia. Pomodorini vesuviani, salsa guacamole-azteco  condimento a base di avocado-, l’arancio squillante di alkekengi sparsi, il tutto circondato da una  verde fresca e  vivace misticanza di erbe spontanee del vicino Monte Subasio. E in alto a lato del piatto appare la firma di Monia: una foglia di shiso rosso, la Perilla atropurpurea, dolciastra e profumata al naso. E il tavolo si anima immediatamente  di commenti sull’ inesprimibile aroma.

 

OLIO EVO anche sul raviolo scomposto che segue e svela un mondo:  quello di un ragù di mare, dove dominano gamberi e mitili, che si sposa a meraviglia con il monovarietale San Felice. Profumatissimo, mordente in bocca, di lunghissima impronta,  il San Felice accompagna  divinamente il dolciastro dei  frutti di mare.  Lo splash di nero  di seppia fa del piatto una  piccola opera d’arte.

 

EXTRAVERGINE ancora nel turbante di branzino abbracciato a spinaci novelli croccanti, su un letto di crema di topinambur profumata al tartufo, il fungo ipogeo che nei piatti di Spello non può  mancare. Un olio Dop della zona dei Colli Assisi- Spoleto viene lievemente spruzzato sopra la preparazione che ha già decisamente molti sapori e aromi al suo interno. Compresi i  germogli di shiso, la Perilla frutescens, mutuata dalla cucina orientale: profumo  straniante di menta selvatica, ma anche di anice e forse basilico…

 

ED EXTRAVERGINE anche nel dessert, che è un sogno. La crema che riempie e sormonta la pasta choux è di consistenza fantastica, sembra quasi montata tanto è leggera e suadente. Il limone regala un profumo indimenticabile, oltre che riposo in bocca. Mentre infinitesimali  perle di extravergine  scivolano tra crema  e pasta… una piacevolissima agnizione.

 

 

 

                                                                     L’ ORO DI SPELLO

                                                                        56° EDIZIONE

                                                  FESTA DELL’OLIVO E DELLA BRUSCHETTA

                                                          SPELLO  17-19 NOVEMBRE 2017

 

 

marilena badolato

 

 

 

 

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

Post A Comment