Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Blog

TEATRO CUCINELLI- SOLOMEO. STAGIONE ARTISTICA 2014-2015

Una stagione artistica 2014-2015 dal respiro internazionale, questa del Teatro Cucinelli di Solomeo, con una spiccata vocazione verso le prime nazionali. Presentata dalla padrona di casa Federica Cucinelli, insieme a Franco Ruggieri direttore artistico della stagione di prosa e danza e a Fabio Ciofini per la stagione musicale.

 

La programmazione si apre con l’ anteprima assoluta del lavoro scritto e diretto da Peter Brook e Marie Heléne Estienne, The Valley of Astonishment, il 10 e 11 ottobre alle ore 21, che indaga sul teatro come necessità interiore e modalità di vita, una riflessione sulla esistenza, un mondo dove ogni colore ha un sapore diverso e dove ogni suono ha un colore…

 

Dissonanze in Accordo, che andrà in scena il 30 ottobre alle 21, è uno spettacolo “speciale” dove ragazzi provenienti da tutto il mondo che fanno parte della associazione ” Rondine”, presentano le loro diverse esperienze di vita e di contatto con la lingua e la cultura italiane, vissute però insieme, nel superamento di ogni conflitto, così, ad esempio, un ragazzo palestinese si troverà a fianco di un ragazzo ebreo a condividerne la vita di tutti i giorni, per “orchestrare “insieme la pace.

 

Ne La pazzia di Orlando, il 7-8 novembre alle 21, ritorna la grande tradizione italiana dei Pupi siciliani, con testi tratti da antichi canovacci, con Mimmo Cuticchio, grande rappresentante di questa arte scenica, innovatore e inventore di alcuni movimenti dei pupari

 

Da un racconto della raccolta “Amore rubato” di Dacia Mariani è tratto Cronaca di un amore rubato, in scena il 22 novembre alle 21, un tema scabroso e doloroso di uno stupro di gruppo su una adolescente da parte di alcuni compagni di classe, che vorremmo fatto mai accaduto, magistralmente interpretato dalla capacità espressiva di Federica di Martino

 

La forte impronta internazionale del Teatro Cucinelli ritorna in Gainsbourg, poète majeur, domenica 21 dicembre alle ore 21, in esclusiva italiana a Solomeo. Un omaggio al famoso musicista eclettico che ha spaziato dalla chanson d’autore al jazz, al reggae, alla new wave, al rap. In questo spettacolo in scena Jane Birkin musa ispiratrice anche di testi e famose canzoni, Hervè Pierre e Michele Piccoli, mostro sacro, e appassionato interprete alla veneranda età di 89 anni.  

 

Torna a Solomeo Moni Ovadia in Doppio fronte. Oratorio per la Grande guerra, il 22 e 23 gennaio alle 21. Nel centenario della Prima Guerra mondiale, insieme alla cantante Lucilla Galeazzi, studiosa ricercatrice della canzone popolare. I testi sono tratti dalle lettere dal fronte e dalle memorie dei combattenti

 

Jessica and me, 21 febbraio ore 21, è il nuovo spettacolo di danza della famosa e storica danzatrice del Tanztheater di Pina Bausch, che riflette su se stessa e sulla danza. Cristiana Morganti pensando al suo percorso professionale, ne rivela i retroscena, e ne esce un puzzle di gesti, ombre, tenacia, spavalderia timidezza, ricordi e progetti.

 

Il visitatore, il 4 e 5 marzo alle ore 21, è una commedia brillante e commovente nello stesso tempo, con Alessandro Haber e Alessio Boni, due grandi attori in grande empatia sul palcoscenico. Dio appare a Freud,  il filosofo che ne ha sempre negato l’esistenza…

 

Italia anni Dieci, il 20 marzo alle 21, è l’ affresco di tanti personaggi  che compongono l’Italia di oggi, con grandi temi di attualità, come quello del lavoro e della disoccupazione. Di Edoardo Erba e con la regia di Serena Senigallia.  

 

Soirée Carlson, 15 aprile ore 21, vuole essere un omaggio a Carolyn Carlson, artista tra le più rappresentative delle danza contemporanea francese e un incontro con cinque danzatrici formatesi alla Dance Gallery di Perugia, uno spettacolo di danza evocativo e coinvolgente

 

LA PARTE MUSICALE della stagione artistica del Cucinelli si divide in due parti, quella che si svolgerà all’interno del Teatro e i “Concerti sacri” che avranno luogo nella vicina Chiesa di San Bartolomeo, dove la Fondazione Cucinelli ha restaurato l’organo settecentesco di Adamo Rossi.

 

Si apre con il violino di Stefan Milenkovich ne Lo strumento del diavolo, concerto interessante e intenso dove i virtuosismi del musicista sono portati al massimo grado. Al pianoforte Srebrenka Poljak. Domenica 19 ottobre, ore 18.

 

Mozart Quartetti con pianoforte, in data unica del 15 novembre alle ore 21, presenta la novità del quartetto con pianoforte obbligato. Ancor più interessante segnalare che queste composizioni avvengono sempre o con strumenti originali o con copie ricostruite esattamente come gli originali. Qui è stato ricreato il pianoforte di Anton Walter.

 

E ancora il Quartetto San Carlo, del Teatro San Carlo di Napoli, sabato 17 gennaio alle 21, in tre pagine fondamentali: il Langsamer Satz di Anton Webern, l’ottavo Quartetto di Sostakovic, il Quartetto di Maurice Ravel “ A mon cher maitre Gabriel Fauré”

 

A Quattro mani, il concerto di sabato 7 febbraio alle 21, ripropone, con suggestioni arcaizzanti, esplorazioni timbriche e tecniche miste a ironia. Un pianoforte suonato a quattro mani dal Duo Petrouchka

 

Manhattan Piano Trio, in scena il 14 marzo alle 21, è un interessante trio di giovani virtuosi di violino, violoncello e pianoforte, con all’interno del programma anche  una suggestiva pagina del compositore estone Arvo Part.  

 

Haendel a Roma, il 18 aprile alle ore 21, propone un programma cameristico con un sopranista, Paolo Lopez, che canta con un registro femminile, accompagnato dall’Accademia Hermans e con Fabio Ciofini all’organo e come maestro di concerto.

 

Altri appuntamenti musicali nella chiesa di San Bartolomeo sono i Christmas Carols di sabato 27 dicembre alle 21 e domenica 28 alle ore 18, con il Coro Canticum novum; e le Cantiones sacrae, sempre nella Chiesa di San Bartolomeo : “ I colori sacri di A. Vivaldi”, sabato 1 novembre alle ore 18 con Roberta Mameli soprano, Accademia Hermans e Fabio Ciofini all’organo e alla direzione; domenica 7 dicembre alle 18 con Simone Stella all’organo; sabato 11 aprile alle 21 con Raivo Tarum al cornetto e tromba barocca e Imbi Terum all’organo; e sabato 9 maggio alle ore 21 con Bravade, quartetto di flauti a becco e Markku Makinen all’organo.

 

A Solomeo, a fine spettacolo e nei locali dell’Accademia, è sempre possibile incontrare i protagonisti, attori e artisti, per parlare e discutere insieme davanti a un bicchierino di Vinsanto e  tozzetti umbri.

 

                                          TEATRO CUCINELLI SOLOMEO- STAGIONE ARTISTICA 2014-2015

                                                                Fondazione Brunello Cucinelli- Solomeo

 

“L’Arte ha bisogno di rivelarsi, di rappresentarsi, di respirare e dare respiro all’anima per rivelare all’uomo ciò che possiede ma che spesso non sa di avere”. Brunello Cucinelli

 

marilena badolato  1 ottobre 2014

 

 

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

2

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.