Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Blog

UN SORPRENDENTE CONNUBIO: I PROFUMI DELL’OLIO UMBRO E QUELLI DEL CAFFE’

UNA CURIOSA DEGUSTAZIONE. E per questo più accattivante: olio extravergine d’oliva e a seguire caffè. Affinità? Prodotti naturalissimi, entrambi fonte di energia, l’uno più spiccatamente nutraceutico, un functional food, l’altro più trasgressivo e tendente al puro piacere, per noi italiani un comfort food. Aromatici entrambi, l’olfazione è la prima cosa che rapisce e conquista, anche se in questa prova a vincere è sicuramente l’aroma di caffè che pervade poi la sala. Si inizia ovviamente con l’olio e i diversi bicchierini, tutti oli umbri, tutti eccellenti, alcuni sono blend, altri monocultivar, tutti DOP Umbria. Zone Trevi, Spello e Gualdo Cattaneo. Sono oli di casa e quindi più difficili da giudicare, senza quella punta d’affetto…

 

RISALTANO SOPRATTUTTO le doti di un olio molto equilibrato nelle sue sensazioni d’amaro e di erbaceo, di carciofo, che contraddistinguono il moraiolo. Anche gli altri sono notevoli, ma questo vince in complessità armonica. Spiega, interpreta e scandisce i segreti il Capo Panel Aprol-Perugia Giulio Scatolini, che legge poi le coinvolgenti, intelligenti, ironiche composizioni dell’artista Umberto Raponi, l’Umbertone, sulle varie e bizzarre interpretazioni di bruschetta tratte dal suo volume “ La bruschetta del fachiro laureato”, stampato anni fa, ma attualissimo nella sua visione disincantata del mondo.

 

DI UN OLIO, OLIORUM, moraiolo puro, a degustazione conclusa mi catturano la forma e il design che interpreta la magia del vetro e del legno insieme. Olive frante dentro, ulivo fuori a rivestirne lo skiline e un disco d’oro a ricordare che di oro liquido parliamo. Gioiello da esposizione, infatti la sua creatrice è una designer, Monia Caneschi, tra le altre cose fondatrice della “Extra Vergine Academia” di Spello, qui in Umbria nel cuore verde italiano. L'”Academia”  ha curato personalmente l’incontro, qui all’Osteria a Priori di Perugia.

 

PASSANDO AL CAFFE’ la lotta aperta sarà tra Arabica e Robusta, le miscele più utilizzate al mondo. Piccoli sorsi di profumo intenso in bocca rivelano una corposità più dolce o più marcata. Ricordo la storia del caffè pubblicata nel mio primo libro dedicato anche a questa rituale bevanda e i miti di paesi che tentano di aggiudicarsi la sua primogenitura. E le tante storie legate a questa bevanda, la pianta dai frutti come ciliegie, i metodi di tostatura e le macchine da caffè nella storia, le diverse degustazioni, i caffè monorigine. Qui l’analisi sensoriale è condotta dal trainer Maurizio di Gennaro, Brand Ambassador- Espresso italiano.

 

 

Bella serata qui all’ “Osteria a Priori” , nella omonima illustre via, in bocca sapori nostrani e di paesi lontani, ormai addomesticati… e un caffè alla fine ci voleva proprio…

 

marilena badolato

DEGUSTAZIONE OLIO E CAFFE' DEGUSTAZIONE OLIO E CAFFE' 031 DEGUSTAZIONE OLIO E CAFFE' 029 DEGUSTAZIONE OLIO E CAFFE' 034 DEGUSTAZIONE OLIO E CAFFE' 036

AUTHOR - Marilena Badolato

No Comment

2

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.