Varie

GARDEN CLUB PERUGIA: IL VERDE, UN POTENTE ANTISTRESS

IL VERDE VISSUTO come  potente antistress è una sensazione percettiva diffusa. Soprattutto per il colore, i profumi, le sensazioni che infonde,  modulati comunque sempre dal nostro vissuto interno e dall’ambiente sociale cui apparteniamo. Ma il verde tout court ha molte implicazioni  sulla salute e sul benessere umano. Ad esempio il colore verde è un potente elemento rilassante, combatte l’irritabilità e l’insonnia, ci rende più sereni. Ecco perché lo ritroviamo in molti ambienti di lavoro che prediligono questa tinta per i loro spazi. Anche la qualità del verde ha un impatto importante nella nostra vita.  Le piante ricoprono il nostro pianeta,…

2

TORCOLO DI SAN COSTANZO, IL “PRINCIPE DEI TORCOLI”.

TORCOLO DI SAN COSTANZO, il “principe dei torcoli”, perché antesignano di tutti i torcoli. Il dolce popolare, in origine di ingredienti semplici, per festeggiare un antichissimo patrono anche a tavola, dedicato al nostro primo vescovo e martire Costanzo, “costanza e fermezza nella fede”. Ma il torcolo, come le janualia focacce dedicate a Giano il dio bifronte, apre anche il nuovo anno, con la sua forma  rotonda e” in modum rotae ficta” che sancisce una fine e un inizio, la natura ciclica delle cose e del divenire. Ed è anche il torcolo degli innamorati, per la antica favola dei fidanzati che…

5

IL GRIFO, SIMBOLO DI PERUGIA.

Il GRIFO PERUGINO, un simbolo di importante valenza storica e mitologica: protezione, ricchezza e potere, coraggio e sapienza. Le città collegate a un simbolo nascono dal bisogno di trasmettere messaggi grazie a figurazioni facilmente e universalmente interpretabili. E soprattutto riconoscibili ai cittadini che in esse possano così rafforzare la propria comune identità. Del resto qualunque forma di conoscenza passa attraverso un simbolo, lo stesso pensiero avviene attraverso “figure”, nulla infatti potrebbe esistere senza una forma. Senza un universo simbolico, nessuna realtà potrebbe avere una storia.   IL GRIFO APPARE, per la prima volta ufficialmente e insieme al Leone, nel febbraio…

2

IL PRESEPE NEL MONDO E’ NAPOLETANO: THE NEAPOLITAN CRECHE AT THE ART INSTITUTE OF CHICAGO. LIBRO DI BELLENGER E ROMANO.

IL PRESEPE NAPOLETANO è apparso persino sulle pagine del “New York Review of Books”. Sul prestigioso quotidiano newyorkese è stata pubblicata la recensione di Garry Wills, storico e studioso dell’arte e uno dei più autorevoli critici americani, al libro The Neapolitan Crèche at the Art Institute of Chicago (Il presepe napoletano dell’Art Institute di Chicago), scritto da Sylvain Bellenger, direttore del Museo di Capodimonte di Napoli e Carmine Romano, dottorando alla Sorbona di Parigi, e Jesse Rosenberg professore associato di storia musicale alla Northwestern University. La recensione di Willis esamina scrupolosamente la storia della Natività, partendo da quella voluta da…

1

AI NOSTRI BAMBINI DI NORCIA.

AI BAMBINI DI NORCIA che vedranno tanti alberi di Natale, ma nessuno di essi è il loro albero, che hanno avuto tanti doni, ma non quelli che avevano chiesto a Gesù Bambino, che hanno persino il presepe, ma fatto con i detriti della loro casa. A questi bambini divenuti improvvisamente grandi, così grandi che chiediamo loro di capire, spero che arrivi in dono la fantasia e il sogno, di cui per natura sono capaci. Di poter vedere oltre, di poter costruire con  la mente la città che non c’è, la casa che non c’è, il  futuro che per ora non …

2

BUON NATALE PERUGIA.

Quand’era dunque Epifania- tirasse la tramontana o nevicasse- quegli uomini d’allora salivano al convento di Monteripido  per vedere il presepe, che proprio in quel giorno era più bello, essendo finalmente arrivati i Re Magi ed i cammelli.  Lungo l’erta, silenziosa salita lastricata e con i cipressi ai lati, incontravano le contadine lì convenute a vendere le “spuntature”, vale a dire ramoscelli di olivo: e, specie le donne e le ragazze, per pochi soldi, di quei ramoscelli ne acquistavano qualcuno.  Con quel ramoscello benedetto amorosamente stretto nella mano, e presso il petto, dopo aver stupefatte ammirato il presepe e anche pregato,…

4

“ALBERI D’AUTORE LEGATI DA UN FILO D’AMORE” NATALE 2016. LA PERIZIA DEL RICAMO AD ASSISI.

NON SEMBRA NATALE  senza la mostra Alberi d’Autore di  Assisi. Almeno per me che tengo molto a questo appuntamento del cuore. Questa manifestazione, “ Alberi d’Autore- Legati da un filo d’Amore” giunta alla sua quarta edizione e magistralmente coordinata da Tiziana Borsellini infaticabile presidente della Associazione Accademia Punto Assisi, coinvolge ormai un gran numero di partecipanti e con lavori sempre più impegnativi  dove la maestria delle creazioni artistiche si sposa alla bellezza e a intense storie di vita.   PIZZI, TRINE, MERLETTI, RICAMI macramè, punto antico, madama caterina, chiacchierino, si rincorrono tra rami addobbati a festa in un tripudio di…

2

TEATRO CUCINELLI-SOLOMEO. VENERE IN PELLICCIA: TRA LUCI E OMBRE DEL GIOCO DELLA SEDUZIONE.

“NON SARETE MAI SALVI NELLE MANI DI UNA DONNA”, con questa frase,  libero adattamento di quella originale tratta dal Libro di Giuditta- Il Signore Onnipotente lo colpì e lo mise nelle mani di una donna– , inizia la pièce teatrale.  La frase biblica è infatti  epigrafe al romanzo Venere in pelliccia di Leopold von Sacher-Masoch, che ha donato il proprio nome a un genere particolare di trama narrativa, lavoro ripreso dall’americano David Ives, scrittore di commedie e creatore di un nuovo adattamento del testo.   UNA SEXY DARK COMEDY. Uno strano scambio di ruoli in un raffinatissimo gioco. Un provino…

2

PERUGIA. MOSTRA”COLOMBA DA RIETI E GIUSEPPE VISCARDI. ARTE E DEVOZIONE LOCALE”. 550° DELLA NASCITA DELLA BEATA.

LA BEATA COLOMBA è stata una figura molto importante nella società perugina del 1400. Così importante da scoprire ancora opere sei-settecentesche che parlano di questo antico culto devozionale  a testimoniare un grande attaccamento popolare verso questa santa. La Fondazione Marignoli di Montecorona di Spoleto, all’interno dei  piccoli progetti che promuove e che hanno le caratteristiche di uno “studio”, ha così recuperato preziose tele che rimarranno esposte  fino al 5 febbraio nel Museo del Capitolo della nostra Cattedrale di san Lorenzo.   “COLOMBA DA RIETI E GIUSEPPE VISCARDI. Arte e devozione locale” è una mostra che vuole approfondire il culto rivolto…

1

A PERUGIA LE GOLOSE NOVITA’ DEL NATALE DI CECILIA E PAUL DE BONDT.

I CAPPELLI ROSSI DA BABBO NATALE  sostituiscono quelli da maitre chocolatier. Ma la sostanza non cambia. Cecilia e Paul de Bondt sono insieme alle loro prelibate dolcezze natalizie.   PANETTONI E PANDORI ricoperti di fondente sfioccano al loro interno in soffice fragranza, mentre lo strato di cioccolato che li ricopre è così spesso da scrocchiare sotto i denti nel tradizionale snap  cioccolatoso. Nello stesso tempo  in bocca un armonioso connubio: separati all’impatto poi si riconnettono tra loro in note armonicamente equilibrate. Croccante  e morbido si sposano in una  dolcezza di lunga durata. Complici anche i canditi e la frutta secca-…

3