Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Peperosa.cult

PERUGIA TRA STREET FOOD E FUMETTI !

TANTA, ANZI TANTISSIMA GENTE a riempire le vie del centro storico di Perugia, tra lo Street Food on the road, la prima vera rassegna cittadina, e la mostra di Fumetti del consueto annuale appuntamento di Perugia Comics.   IL CIBO DI STRADA consumato nei settecenteschi Giardini del Frontone, è stato un vero inaspettato successo di pubblico. La curiosità verso un cibo diverso di tradizioni culinarie di paesi diversi ha mosso decine di migliaia di persone. Un assaggiare interpretazioni nazionali e di varie parti del mondo tra antiche statue che osservano incuriosite e tante cyclette che stazionano ad uso di tutti,…

4

VERY BELLO:LA CORSA DEI CERI DI GUBBIO.” VIA CH’ECCOLI”, IL 15 MAGGIO DI SEMPRE.

  NESSUNO VINCE. Non è una gara medievale, anche se gli sbandieratori, bravissimi, sorreggono vessilli che si muovono al vento a ricordare proprio quella epoca storica. Non c’è un vincitore e un vinto. Il vincitore, se mai esiste, perché è quello che arriva sempre primo, è lo stesso da secoli e secoli. E’ Sant’Ubaldo che ha il compito di proteggere Gubbio come ha sempre fatto da vescovo di questa città che ogni anno vuole commemorarlo con la sua Corsa dei Ceri, ogni anno alla vigilia della sua morte avvenuta il 16 maggio 1160. Tutta la città partecipa alla festa con…

3

VERY BELLO CALENDIMAGGIO: MEDIEVAL SPRING FESTIVAL IN ASSISI.

CHE AMORE DI CALENDIMAGGIO! SON TORNATI I CANTI DI MAGGIO, i tornei, le tenzoni, le sfilate di carri allegorici che inneggiano ai fiori della primavera e a quel Medioevo che tanta parte ha avuto ed ha ancor oggi nella nostra regione e anche qui nella fiera città d’Assisi. Ad Assisi il medioevo non sembra terminato mai, vuoi per la fisionomia della città, vuoi per i conventi e le chiese che la dominano come dominavano l’età di mezzo, vuoi per Francesco e la sua storia sempre presente al mondo, vuoi per i suoi cittadini che al rintoccare della campana che apre…

4

” PRIMAVERA DI CORCIANO” 2015: LA CREATIVITA’ IN DIRETTA.

E’ PRIMAVERA A CORCIANO. Corciano nel cuore. Su, in Piazza Coragino sono riunite le opere di circa ottanta artisti che hanno variamente interpretato e in modo estemporaneo, Corciano, il paesaggio, la storia, i colori. E stasera sarà la premiazione dei vincitori del concorso.   LA CREATIVITA’ IN DIRETTA. Questa è la diversa edizione 2015 de “ La Primavera di Corciano “, un intero paese in mostra in una estemporanea di pittura e scultura “diffusa” lungo le vie, i vicoli, le strade del Borgo. Un evento che si rinnova da oltre vent’anni e che affianca, come filo conduttore dedicato alla manualità,…

4

UMBRIA DELLE MIE TRAME: MERLETTI, PIZZI E RICAMI TESSONO ITINERARI UMBRI

L’intreccio nel vuoto che diventa visibile, prezioso, ornato. Trasparenze di punti lanciati in aria. Così nasce la trina e poi il merletto. Punti nel vuoto a costruire un impianto.     UMBRIA DELLE MIE TRAME, qual’ è (tra esse) la più bella del reame? In questo caso ardua è la risposta. Chè parliamo di bellezza tout court. Di maestria unita a creatività, di estrema perizia tecnica mescolata a passione e pensiero. Chè, quando si ricama, ci si isola dal mondo sensibile per immergersi nella creazione di una tecnica che cammina quasi da sola, scorre lungo trame amiche, le studia e…

2

EARTH DAY 2015. “RADICI DI PIETRA” E IL PARCO DELLA CANAPINA-PERUGIA

PIANTUMATO STAMANE UN PICCOLO ALBERO DI NOCE nell’area del Parco della Canapina, insieme alla consegna della manutenzione della area stessa all’associazione Radici di Pietra, che si occupa da sempre della tutela e della valorizzazione delle Mura etrusche che circondano, ancora intatte, il parco. Secondo il progetto del Comune di Perugia “ adotta il verde” che affida la cura delle aree verdi metropolitane a diverse associazioni cittadine. La noce aveva nell’antichità un significato sacrale, fatato, per la sua forma allegorica dell’essere umano: il mallo la sua carne, il guscio il suo scheletro, il gheriglio la sua anima. Il nome scientifico è…

3

PASQUA 2015: I “CANTA PASSIONE” ALLA GALLERIA ARTEMISIA DI PERUGIA

UMBRIA, TERRA DI FORTE SPIRITUALITA’ che ha dato i natali a Francesco e a Chiara, a Benedetto e a Rita, ma anche a quei mistici potenti come Angela da Foligno e Jacopone da Todi, santi così vicini al sentimento polare. I canti della passione erano basati sull’oralità con strutture sintattiche e grammaticali spesso errate che dovevano seguire necessariamente la metrica del verso, invece rigorosamente rispettata. E così la Passione di Cristo si unisce in una singolare quanto profonda tradizione con la terra, la lingua degli uomini e i i riti del cibo, chè sacro e profano raccontano insieme storie ataviche…

2

RADICI DI PIETRA: SAN BENEDETTO ALLA CANAPINA, LA CHIESA TRA LA TERRA E IL CIELO.

  VERSO SAN BENEDETTO ALLA CANAPINA. Strati e strati di storia da capire e da raccontare per vivere ancora oggi quel percorso delle Mura etrusche da recuperare. Edificata tra il nono e il decimo secolo, extra moenia, a ridosso delle mura che la fanno propria, penetrandola- una parete è ancora ben visibile all’interno- senza, curiosamente, fuoriuscirne mai. Attestata già dalla fine del XIII secolo, periodo in cui appartenne per un certo tempo ai Cavalieri Gerosolimitani (Ordine di Malta) appare come” costruzione ad aule sovrapposte” e di canone benedettino, lo attesta il nome e la storia di uno degli ordini monastici…

4

LUCIANA BARTELLA E LA SUA “OPERA GRAFICA”. MUSEO DELLE PESCA DI SAN FELICIANO- PERUGIA

Diversa e più intima, quasi un rapporto panteistico con la natura rappresentata, di un sentimento universale e personalissimo nello stesso tempo. Il rigore che la tecnica impone è smorzato d’affetto. Una poetica della natura pervade anche la grafica di Luciana Bartella, in particolare disegni e acqueforti. L’acquaforte è la tecnica a cui si dedica sin dai primi anni della sua carriera sotto la guida del grande maestro incisore Pietro Parigi, partecipando a numerose rassegne incisorie, sia nazionali che internazionali, ottenendo importanti premi e segnalazioni. La natura, quella dei paesaggi del lago Trasimeno- le foglie, gli alberi, gli olivi, i casolari…

2

PICCOLO TEATRO DEGLI INSTABILI- ASSISI: SCACCO PAZZO. UNO “SCACCO MATTO” ALLA NORMALITA’.

INNAMORARSI DELLE FOLLIA, come condizione straordinaria, fuori dai noiosi canoni della normalità. Innamorarsi di pensieri, emozioni, di frasi sconnesse, ma poeticamente fondanti, che fanno vivere una condizione altra, diversa da quel “ volare basso” che il padre raccomandava sempre a Marianna. Un marito con una posizione sicura, una tranquillità economica, un lavoro certo. Quando entra nella vita di Valerio, ne conosce il fratello Antonio e la sua diversità e diventa così affascinate quel perdersi nelle frasi sconnesse (non sempre, chè talvolta Antonio è lucidissimo nel nulla dell’inverosimile). Così attrattivo per chi ha dovuto sempre fare i conti con la piatta…

3