Author: Marilena Badolato

28 Set RIFLESSI DIVERSI: POETI IRLANDESI E UMBRI SI RACCONTANO. TORRE DEI LAMBARDI-MAGIONE

I poeti irlandesi ci raccontano e i riflessi sono diversi. La poesia è un afflato, parole rapide e improvvise, un lirismo assoluto difficile da afferrare in una lingua non propria, ma la musicalità stasera è la stessa. Stasera, infatti, sarà possibile ascoltare le stesse poesie nelle due lingue, italiano e inglese, lette da esperte traduttrici. Come i poeti irlandesi ci vedono e ci cantano in versi. Riflessi Diversi è l’evento e saranno bagliori di poesia e di luce nella splendida Torre del Lambardi di Magione, dove l’antichissimo e il contemporaneo si mescolano regalando uno spazio sospeso tra la storia di ieri e le vicende di oggi, tra antiche volte e ferro e vetro che sostengono laddove l’antico non bastava più. Storia di torre d’avvistamento, strategico avamposto di difesa dei cavalieri…

READ MORE

20 Set MONDOTONDO: STEFANO BOTTINI AL CERP-ROCCA PAOLINA-PROVINCIA DI PERUGIA

Poeta d’immagini è Stefano Bottini, in realtà fotografo d’architettura, traduce l’architettura dei luoghi in foto. Ma fotografare il vero e mostrarlo poi con l’occhio stupito di un tutto tondo filtrato da materico vetro o acqua non è forse fare poesia d’immagine, non è forse scoprire e aver scoperto un nuovo rimario? Non è presentare il mondo come superficie riflessa di un sogno? Fotografo poeta, tra sogno e tecnica, che questo è la fotografia, in bilico tra creazione e schema rigido da rispettare, obiettivo da inquadrare. Homo faber, artigiano dalla straordinaria manualità-la mente, la mano e qui anche l ‘occhio-, che scivola, ed è netta la progressione, verso un homo creator, soggetto attivo e produttivo, performativo e manipolatore dei contesti: l’uomo crea il suo mondo e il suo campo di possibilità….

READ MORE

16 Set SE IL SACRO E’ IN MUSICA.SAGRA MUSICALE UMBRA 2013:TRASFIGURAZIONE

La Sagra Musicale Umbra, bellezza dei luoghi e programmi musicali costruiti sulla bellezza dei luoghi stessi, con il tema annuale 2013 della Trasfigurazione, intesa come immersione nella luce fisica e spirituale. Apre stasera con la Messa solenne cantata nella nostra Cattedrale di San Lorenzo, settanta metri lucenti di mille lampadari, di marmi di colonne, con l’organo a canne che svetta al cielo e il coro della Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco di Assisi. Origini antichissime, risalenti alle prime note vergate da fra’ Giuliano da Spira che, nel 1230, scrisse un ufficio ritmico in onore di San Francesco e, probabilmente, fu anche il primo Maestro di canto della nuova Basilica, divenuta anche centro di notevole rilevanza per l’esecuzione e la creazione di musica sacra. Oggi giovani e preparati…

READ MORE

16 Set SE IL SACRO E’CONTEMPORANEO:ARTISTI UMBRI ALLA GALLERIA ARTEMISIA-PERUGIA

Se il sacro è contemporaneo, spira un anelito diverso, un desiderio di afferrare la divinità e farla propria oltre il dogma, oltre quello strano sentimento di spiritualità che sembra intimorire e ingabbiare in una dimensione altra. 50 artisti umbri interpretano il sacro. Oltre le forme le icone i riti o i miti. Come riprodurre un sentimento, un’ansia di assoluto, una intima armonia o pace interiore in infinite espressioni per un unico tema ancor oggi inafferrabile, intangibile. Come interpretare l’ineffabile sprofondato nell’intimo. Il Cantico delle creature di Silvana Migliorati con la sua rotondità ancestrale, sembra riprodurre in perfetta circolarità, un suono, un salvifico mantra dove tutte le creature sfilano in un girotondo naif di questa acquatinta su zinco; Massimo Bacosi e la sua Maternità, tempera su tela, una Madonna con bambino…

READ MORE

09 Set MUSICA COME NUTRIMENTO.BOSCO DI SAN FRANCESCO-ASSISI

In mezzo agli ulivi oggi, a nutrirci di musica nel giorno del digiuno per la Pace, voluto da Papa Francesco. Ad Assisi allora, e nel Bosco di San Francesco insieme alla magica performance di un giovanissimo violinista, Kerson Leong, genio della musica, accompagnato da I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino con il M° Domenico Pierini, per il Progetto Omaggio all’Umbria di Laura Musella. 292 anni di differenza tra violinista e violino: 16 anni lui, del 1705 il Guarneri del Gesù tra le sue mani. In mezzo al “ Terzo Paradiso”, una Land Art di ulivi disposti a cerchio che racchiudono una lunga asta metallica che “ buca il cielo”, realizzata dal Maestro Michelangelo Pistoletto, con accanto la Torre Annamaria, un dolce struggente ricordo. Il FAI, il fondo italiano per l’ambiente,…

READ MORE

08 Set CIPOLLA “MON AMOUR”. DEDICATO A CHI AMA LA CIPOLLA. FESTA DELLA CIPOLLA DI CANNARA

Dedicato a chi ama la cipolla. Da migliaia di anni coltivata, curata, coccolata, cantata da poeti, dipinta da artisti, perché simbolo di immortalità e vita eterna- quei suoi cerchi concentrici-; un viatico per l’aldilà – l’ intenso aroma-; un unguento per il corpo – contro le pestilenze-; un mezzo di purificazione -le proprietà diuretiche -; bulbo magico dal magico potere – la sua forza conservante-; il colore-quel bianco cristallo in cottura trasparente ambrato-. Oggi per la sua salubrità- vitaminica, diuretica, depurativa, antibatterica, cicatrizzante, nutraceutica-. Oggi anche per il piacere che dona al palato e per la dolcezza che infonde a preparazioni culinarie dolci e salate. Dove ci accorgiamo subito, noi onion lovers, se manca la cipolla. Se quel piatto manca di carattere. La cipolla, una matrioska di sapore in tuniche…

READ MORE

12 Ago CENA DI GALA ALL’HOTEL CORALLO-RICCIONE-LUGLIO 2013

Cena di gala all’Hotel Corallo stasera. Rito imperdibile del giovedì, mentre rinuncio alle innumerevoli succose, golose preparazioni del buffet, che pur occhieggiano invitanti verso di me, per assaporare le preparazioni che l’executive Chef Valeriano Castellitti servirà a sorpresa. Sottilissima di Marlyn affumicato con uvetta sultanina e citronette all’ananas Su sottili sfoglie di ananas grigliato, giace, in cromatica e armonica bellezza, Marlyn, sottili fette di simil pesce spada affumicato e marinato, attorniate da una citronette del frutto dolce e succoso. Piccole gocce di uvetta sultanina completano il piatto che accende in bocca il ricordo dolce-salato dei piatti rinascimentali ricchi di storia riccionese di dame e cavalieri… Sformatino di Riso con vellutata ai crostacei e scampo scolpito Lo sformatino di riso che segue racchiude, nella sua una semplice apparenza, una vellutata di…

READ MORE

11 Ago RICCIONE: UNA “ITALIAN SINFONIA”

Riccione. Biciclette al vento, lungomare, musica, nuovi refrain si mescolano a sessanta’anni di liscio, papà con bambini e passeggini, grida e risate in spiaggia, fragoroso rumore di schiuma bianca, sole e crema protezione 30, borse e zaini, famiglie e tribù, amici e parenti tutti insieme, vicini di tenda si spartiscono figli e giocattoli, ciucci e biberon, teli e costumi, in un’unica allegra variopinta confusione italiana. Luglio a Riccione tra conchiglie e bomboloni, tra ciambelle e gelati, cocco e spiedini caramellati, tra cocktail e gassose, tra gin fizz e birre ghiacciate o biologiche spremute. Le tendenze e le lingue del mondo si mescolano a Riccione in un’unica lingua: quella delle vacanze con la simpatica flessione romagnola frammista al buon cibo e al buon bere, e allo star bene tutti insieme. Riccione…

READ MORE

10 Ago SAN LORENZO DELLE STELLE.

San Lorenzo è il santo delle stelle. Lacrime o stille di fuoco di brace accesa o stelle cadenti, Perseidi che solcano cieli, poco importa. Importa che ancor oggi sia il Santo dei desideri, da poter formulare guardando la nostra stella che cade. San Lorenzo dalle lacrime brucianti, “ San Lorenzo dei martiri innocenti, casca dal ciel carboni ardenti “ cita un proverbio veneto, che veramente questo sarebbero le meteoriti incandescenti che da stasera e per qualche sera a venire, attraverseranno veloci il nostro cielo. Sono evidenti i riferimenti agiografici: il carbone richiama alla memoria la brace che ardeva sotto la graticola sulla quale fu martirizzato San Lorenzo. Bruciato, forse prima decollato, nel 258 d.C., secondo l’Editto dell’ Imperatore Valeriano, in Campo Verano a Roma, luogo in cui Papa Sisto III…

READ MORE

24 Lug POSTIGNANO IN THE SKY: IL BORGO CASTELLO DI POSTIGNANO

Postignano in the sky. Arroccato come nessun altro, un triangolo iscritto nel cerchio dell’orizzonte. Piccolissimo borgo incollato al cielo che ritaglia gli angoli, traccia le ipotenuse, costruisce la base di questa figura geometrica di rara bellezza. Con case come piccoli diamanti incastonati. In mezzo ad un restauro conservativo di un biancore mozzafiato, già immerso nei fiori che animano le vie, tra pareti costruite e pareti di roccia, tra case l’una accanto, l’una sopra, l’una a lato dell’altra, senza ostruire una visione d’insieme, fisiognomica da sempre di castello arrampicato sulla roccia. Solo sessanta appartamenti più piccoli o più grandi, una chiesa della S.S. Annunziata, una Sala meeting, ora anche una Casa rosa, un punto rosa di un piccolo ristorante-gioiello che si affaccia con un terrazzo sul panorama sottostante. E scale e…

READ MORE

24 Lug TREKKING AL FARRO 2013 MONTELEONE DI SPOLETO 2

Continua- AGRITURISMO COLLE DEL CAPITANO- GNOCCHI DI PANE DI FARRO Siamo nella navetta verso Colle del Capitano, luogo del ritrovamento della famosa Biga, VI secolo a.C, un capolavoro di arte e di lavorazione di metalli preziosi. Un bell’occhio circolare segnala il punto, sotto il cortile lastricato, del ritrovamento della tomba. Un vero Agriturismo ci aspetta, che serve proprio i suoi prodotti in piatti che rispecchiano fedelmente il luogo, nella lunga tavola imbandita che accoglie sempre i più che arrivano. Che dire di Piera, sempre pronta a conciliare la splendida materia prima che personalmente coltiva nell’orto e personalmente alleva se parliamo di carni bovine e ovine, insieme alla voglia di cambiamento che la sua personale curiosità gastronomica le impone sempre. Nella grande cucina si mangia tutti insieme all’unica tavola. gustando vere…

READ MORE

24 Lug TREKKING AL FARRO 2013 MONTELEONE DI SPOLETO 1

Continua- TREKKING del gusto “ farro Dop” di Monteleone di Spoleto, per il secondo anno una esperienza sensoriale ad alta quota. Una esperienza di ristorazione “ familiare” di chi ha scelto, continuando una lunga tradizione, di rimanere in questi luoghi. Si parte dal Borgo verso la Trattoria Gigetto, località Ruscio, dove viene coltivato il magico farro!!! TRATTORIA GIGETTO- INSALATA DI FARRO Il nome trattoria, scelto da questa famiglia di ristoratori della prima metà del novecento, i cui discendenti continuano ancor oggi a proporre i piatti genuini del luogo, parla già della scelta di una piena aderenza al territorio e alla sua cucina più genuina. La trattoria infatti richiama alla mente luoghi e cucine dove si mangiava e si mangia, dove di beveva e si beve e ci si incontrava tutti…

READ MORE

23 Lug TREKKING DEL GUSTO “FARRO DOP” 2013: FIERA DI SAN FELICE-MONTELEONE DI SPOLETO

Trekking del gusto “Farro Dop” per il secondo anno a Monteleone di Spoleto, un gioiello incastonato in diverse importanti civiltà della storia, col suo farro che ne ha segnato le tappe. Un vis a vis con il Triticum dicoccum durum e le preparazioni degli chef di Monteleone. Il successo del Trekking del gusto 2012 si è moltiplicato esponenzialmente visto l’interesse crescente per questo cereale della salute. Oltre 100 isritti in poche ore al Trekking per una passeggiata di degustazione del farro in tutte le sue varianti. Faremo insieme allora questo cammino del gusto, in navetta, a Monteleone di Spoleto, 1000 metri di alta bellezza e bontà, assaggiando le varie preparazioni, dagli antipasti al dolce, di chi di farro se ne intende da una vita. Sarà un intero menù da giudicare…

READ MORE

17 Lug FIERA DI SAN FELICE 2013-MONTELEONE DI SPOLETO

Pane, minestre, zuppe di farro, “farrotto” un farro tirato a risotto con tartufo e porcini, polpettine, sformatini, o piccole polente di farina di farro, variopinte insalate, ma anche pasta fresca e innovativi dessert di frolla o morbide creme con farro soffiato e biscotti e ciambelle con farina di farro. E il farro, quassù a Monteleone di Spoleto è quello Dop europeo, il triticum dicoccum durum, dalla doppia cariosside, le glumelle, che lo rendono il più integrale degli integrali e il più salutare dei salutari. Quest’anno, nella grande FIERA che si terrà nei giorni 19-20 e 21 luglio, due sono le importanti novità. Un rinnovato TREKKING  DEL GUSTO, sapori gustati ad alta quota, dove il farro, abbandonata la sua veste di nutrimento povero, indosserà quella verde di cereale della salute, insieme…

READ MORE

17 Lug RALENTI e L’IMMAGINE TRA CINEMA E RIVOLUZIONE: CERP ROCCA PAOLINA-PROVINCIA DI PERUGIA

Con un click il quadro vive di luce propria e se ne infischia dei riflessi della luce più o meno intensa della parete o della stanza: con un piccolo pulsante brillano i colori e la composizione vive di luce propria. Mai più di luce riflessa, ma di luce brillante e provocatoria che ti conduce dove vuole lei. E’ l’intuizione di Thomas Corey che con LUCE ALTERNATIVA, illumina l’opera secondo i suoi desideri e il suo messaggio, e illumina a intermittenza le pareti del Cerp della Rocca Paolina, giusto il tempo per pensare e guardare il vivido del colore, prima che la luce si spenga e la scatola- contenitore grandiosa e pur leggera, torni come prima, sino al prossimo click. Così in Omaggio a Hokusai, 2013, acrilico plexiglass e luci Led,…

READ MORE

12 Lug UMBRIA JAZZ13: HOTEL BRUFANI PALACE-PERUGIA

1/3 di Martini bianco, 2/3 di Prosecco, 1 cl succo di lime, 1 cl succo di limone, 2 cl di Vodka, 3 cubetti di ghiaccio: nel tumbler basso con decorazione a parte di mirtillo, mora e lampone. A tutti la scelta di giocare con questo aperitivo, perchè sia pre o after dinner o perché da blended cocktail diventi un digestivo, basterà bissare la dose di Vodka per scaldare i cuori. E’ il Perujazz13, nuovo aperitivo del Bar Collins’ per Umbria Jazz. All’Hotel Brufani solita aria internazionale, lingue universali e universali comprensioni, idee e idiomi mediterranei si mescolano a linguaggi e ways of life internazionali, ma con l’emozione di oggi, con il respiro di una musica che rende tutti più pronti a capire. E a sorridere. Tra vernissage e mostre di…

READ MORE

09 Lug UMBRIA JAZZ 13: DANILO REA E RENATO SELLANI PER ARMANDO TROVAJOLI

In questo concentrato-distillato di emozioni che è Umbria Jazz, a ritmo di swing, jazz e blues, stasera il jazz parlerà italiano con la musica di Armando Trovajoli e nell’interpretazione di due grandi pianisti nostrani Renato Sellani e Danilo Rea. Trovajoli e il suo piano jazz, personale, elegante, colto, di raffinata essenza, con quel tocco leggero. Non solo jazz, ma anche repertorio classico e musica e melodie che hanno commentato più di 300 film con l’arte del suono come in Sette uomini d’oro, che apre la serata, dove la fantasia creativa dei pianisti ha il sopravvento sul tema che riaffiora. O il pezzo portato al successo da Sofia Loren, Tu che m’hai imparato a fa’, attacco dolce e melodico e a seguire improvvisazione di artista di jazz: Sellani, oltre settant’anni di…

READ MORE

04 Lug TRASIMENO MUSIC FESTIVAL: CONCERTO BASILICA DI SAN PIETRO-PERUGIA

J’ai seul la clef de sette parade sauvage: solo Rimbaud aveva la chiave delle sue illuminazioni,  una “ Parata “selvaggia di sensazioni. Con questa frase del grande visionario Arthur Rimbaud, Benjamin Britten apre il suo ciclo de Les Illuminations, composto nel 1939 sui versi del poeta francese, così impregnato di simbolismi sensitivi. Sarà l’apertura di questo concerto serale, qui nella splendida Basilica di San Pietro. Che la musica sia ricca di arcani sensi l’orecchio lo percepisce immediatamente, nella difficoltà di comprensione di un simbolismo musicale:  “illuminations”, tante “miniature” che compongono il ciclo e che descrivono emozioni e sensazioni spesso inafferrabili, in una partitura così eclettica tra il grottesco, il tragico o l’ironico, quasi una parata selvaggia di cui nessuno ha la chiave di interpretazione. Tra attacchi solenni, tra maestoso, allegro…

READ MORE

28 Giu L’UMBRIA CHE ECCELLE:IL FRANTOIO DI GIOVANNI BATTA-PERUGIA

L’Umbria che eccelle stasera parla con la lingua del giornalismo. Un evento organizzato per il quarto anno consecutivo dal Corriere dell’Umbria quotidiano locale che racconta della nostra regione. In questa serata di gala che si terrà al Teatro Comunale di Todi e continuerà poi nella splendida cornice del Relais Todini, verranno premiate 47 aziende umbre che sono dei veri e propri gioielli della nostra terra. Il quotidiano durante l’anno ha raccolto e raccontato storie di uomini e donne che in questi anni di crisi, si sono invece rimboccati le maniche dimostrando la loro passionale voglia di fare impresa. Insieme agli altri, questa sera verrà premiato anche l’olio dei perugini, della azienda familiare di Giovanni Batta, che ha seguito le orme del nonno continuando a coltivare queste affascinanti piante che ti…

READ MORE

26 Giu TROMPE L’OEIL: UNA “ANATOMIA DELL’IRREQUIETEZZA”2. GALLERIE DEI GEROSOLIMITANI-PERUGIA

Continua- I Lavelli di Mario Terbraak, olio su tela, come libri aperti ci mostrano tutto lo scibile culinario di frutta, verdura e pesci, sezionati o interi da lavare, di colori brillanti che si offrono allo sguardo in tutta la loro lucente colorata bellezza di chiaroscuri, di sfumature di luce fantastiche: da afferrare con le mani l’uva, pronta e già lavata. Scivolo verso una cassetta per gli attrezzi, la Mazza, carta e forbici di Neil Moore, un olio su tela del 2013, bulloni chiodi viti così realisticamente presenti, contorti, alla rinfusa mescolati a loro stessi, dove troneggia una grande forbice, chiusa, che sopporta un foglietto a righe sgualcito e accartocciato, stropicciato dal contatto coi chiodi e in un angolo che forse sta per cadere a terra. Impossibile credere a queste circonvoluzioni…

READ MORE

26 Giu TROMPE L’OEIL: UNA “ANATOMIA DELL’IRREQUIETEZZA”.GALLERIE DEI GEROSOLIMITANI-PERUGIA

Il Trompe l’oeil, una anatomia dell’ irrequietezza, prospettiva e chiaroscuro trascinanti dentro l’opera dove affoghi nello stupore, spettatore destabilizzato nel tuo sistema percettivo. Se ne esci e riemergi, noti la finezza dei particolari, la puntigliosità del tratto, l’immensa realtà di un reale che poi non vuole esserlo affatto. E l’illusione di esserci dentro, che la parete che divide non c’è. L’occhio così si lascia ingannare dall’artista che vuole confonderci nel prolungare il reale nell’immaginario. Perché siamo noi a voler essere ingannati, stupiti, catturati da una sinergia tra spettatore e opera, che finalmente può essere presa e compresa. Un corpo a corpo di illusione e realtà. Nel complesso rapporto tra opera d’arte e paesaggio abitabile, si nasconde e cela il complesso rapporto tra paesaggio esterno e mondo interiore, tra quello che…

READ MORE

19 Giu GALLERIA ARTEMISIA-PERUGIA: PROFILI INVERSI-ANGELO BUONUMORI

Profili inversi, ritratti come rappresentazioni, figure del fraintendimento, in fondo maschere. Il visibile nasconde sempre un invisibile mascheramento, e lo rende presente, lo designa, lo sottrae così allo scorrere del tempo e al senso immediato. E’ un voler fissare sulla tela in forma più o meno evidente e spessa, in questo caso di spessore pittorico denso e tenacemente neutro e pur rivestito plastificato e protetto, quell’attimo temporale, una interpretazione di un processo vitale nascosto che sotto, celato, continua a vibrare pronto a una riattivazione di senso. Che cosa, infatti, anela ritrarre un ritrattista, se non l’anima? Non certo una realtà di verosimiglianza, che esiste la fotografia. La figura umana dei volti, i ritratti, sono il soggetto che “divora l’anima” di Angelo Buonumori, facendolo insistere lungo tutto il percorso della galleria…

READ MORE

13 Giu CREDERE NEGLI DEI: LE FORME DEL SACRO IN ETRURIA E A ROMA. MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DELL’UMBRIA

Il bisogno del sacro, di spiegare quei grandi eventi della natura che l’uomo ancor oggi non doma, o di risolvere i grandi problemi legati alla salute, all’amore, alla riproduzione della specie, dell’altro insomma oltre le umane limitazioni, è sempre stato presente nell’uomo. Così come i luoghi di culto da dedicare alla divinità. E all’inizio non si entrava assolutamente nel luogo dedicato al dio, il sacrificio veniva fatto soltanto all’esterno, perché quello era il luogo del dio e solo suo. Vi erano santuari importanti, quelli Federali, e santuari minori urbani e extra urbani, poi anche Sacelli, di più importanti o minori dimensioni, anche piccoli lungo le strade, un po’come le nostre cappelle o edicole votive che ancora incontriamo in qualche crocicchio di paese che ci ricordano che quel santo ha legato…

READ MORE

12 Giu I GIORNI DELLE ROSE: REPORTAGE 2 -VILLA FIDELIA DI SPELLO-PROVINCIA DI PERUGIA

Continua- Domenica 9 giugno 2013 Oggi è domenica, il grande cancello si apre e in tanti entrano, alle dieci del mattino la Villa è già piena di gente che cammina, che passeggia con il cane al guinzaglio, che corre e fa jogging tra le rose: sapevo che sarebbero tornati in mezzo ai profumi. E’ domenica e si apre la Cappella di San Fedele, antico Oratorio, cappella privata, un tempo Spedale camaldolese, luogo di sosta e ristoro, dedicata al santo protovescovo spellano. Qui, insieme ad altri, tengo stamane una prolusione sulla Rosa Mystica: si parte dal nome della rosa, un asterismo linguistico, dai Sumeri, Egiziani, Greci e Latini, ai giorni della consacrazione a Maria nelle litanie lauretane, per arrivare alla vera Rosa mystica, l’ibrido presentato ufficialmente nel 2005. Seguono i racconti…

READ MORE

12 Giu I GIORNI DELLE ROSE: REPORTAGE 1-VILLA FIDELIA DI SPELLO PROVINCIA DI PERUGIA

Sabato 8 giugno 2013 Se son rose…fioriranno. Se è possibile scrivere di un profumo, allora questo sarà un reportage al profumo di rosa. Che regala endorfine, infatti i presenti, moltissimi, sembrano rilassati e sereni, complice il sole forse, quella sfera gialla rotonda -ricordate- che in questi ultimi tempi ci ha abbandonato, e che in questi due giorni ci ha sorriso sempre. Un reportage per seguire questo evento di rosa vestito in mezzo a un mare di gente che parla, si incontra, conversa, cammina, attorniata dal bello di un complesso da sogno aperto a tutti. Oggi un grande “parco di gioia”. Al Piccolo Teatro si inaugura stamane l’evento, sotto una grande ghirlanda di rose, testimonianza di giorni di festa, con il battesimo di un fiore che si intreccia con la storia…

READ MORE

10 Giu GIARDINI E ORTI: DONNE DI FIORI…FANTI DI CUORI.

Donne di fiori e fanti di cuori parleranno oggi di orti e giardini: studiosi di paesaggi e architetture e appassionati amanti del verde. Natura, ambiente, paesaggio, territorio. Il giardino, inizia Mara Savini, paesaggista, è simbolo-luogo dell’umanità, come perduto Eden da riconquistare, luogo della perduta felicità e della riconquistata armonia. Un riacciuffare quell’angolo di Paradiso attraverso la riconciliazione con la natura. Il giardino è sogno, ricordo, percezione del bello, delusione, oblio, ordine, passione, desiderio. Qualunque sentimento e il suo opposto, a seconda dello stato d’animo, animano il giardino. Coltivare un terreno recintato è un ritrovarsi in quella solitudine che non è isolamento, anzi è riacquistata consapevolezza del sé. E’come una finestra aperta per guardare al di là, oltre la siepe. L’archetipo del giardino rinascimentale è l’Arte, il giardino rinascimentale viveva d’arte,…

READ MORE

04 Giu ROSE, ROSE! I GIORNI DELLE ROSE A VILLA FIDELIA- SPELLO

L’8 e il 9 giugno prossimi il culto della rosa avrà un suo tempio: Villa Fidelia di Spello, luogo di singolarissima malìa che da secoli domina l’ingresso di Spello e della Valle umbra sud, una delle meravigliose valli che portano l’estremo territorio folignate a lambire le sponde del Clitunno. Le mostre dedicate alla rosa nel mondo sono oltre 20 mila ogni anno, ma nessuna potrà mai essere come questa di Villa Fidelia. Qui infatti la rosa trionferà non solo come arbusto dalle mille varietà da inserire nel proprio giardino, grazie agli oltre 70 espositori, ma come oggetto-soggetto di cultura, arte, moda, costume in un sontuoso scenario e con un fantastico excursus. Una vera e propria “rosamania”. L’intero complesso della Villa sarà dedicata a questo splendido fiore: dalla Palazzina alla Limonaia,…

READ MORE

02 Giu SCRIPTA MANENT: IL MIRACOLO DELLA SCRITTURA. MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DELL’UMBRIA-PERUGIA

Scripta manent, le testimonianze scritte in Etrusco, Umbro e Latino, attraverso il materiale del nostro Museo archeologico. Il miracolo della scrittura, patto di convenzione per comunicare più complessi stili di vita, pensieri e sentimenti. La tabella comparativa degli alfabeti delle principali lingue del mondo antico fa riflettere sulla complessità dell’Etrusco arcaico e classico rispetto all’Umbro, molto più povero di suoni consonantici. Ma appaiono anche l’Osco, il Falisco, il Piceno il Messapico, il Latino arcaico e quello classico. Molteplici e approfondite sono le testimonianze del mondo etrusco tramite la scrittura, gli etruschi scrivevano dappertutto, ma purtroppo il materiale rimasto è limitato a brevi epigrafi funerarie, come se la vita dell’aldilà fosse la più importante e meritoria d’essere ricordata. La scrittura segnerà il limite tra protostoria e storia, con la scrittura gli…

READ MORE