Author: Marilena Badolato

PREMIO GIORNALISTICO RACCONTAMI L’UMBRIA 2022- XII EDIZIONE: TUTTI I PREMIATI.

GRANDI FIRME per la XII edizione del Premio Giornalistico Internazionale Raccontami l’Umbria – Stories on Umbria 2022: quella di Helene Cooper, premio Pulitzer e corrispondente dal Pentagono per il New York Times; di Fabrizio Ardito, nume tutelare del giornalismo escursionistico e del regista di fama Daniele Cini. E New York Times, Plen Air, Touring magazine, Repubblica, Rai3 Geo, Tg2 weekend e Quattrocolonne le testate premiate.   IL PREMIO, nato nel lontano 2009, gode del patrocinio dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e ha ormai raggiunto fama globale:“Il nostro intento era di creare un nuovo format di comunicazione del territorio, in grado di…

20

GLI OLI PREMIATI DEL CONCORSO “ORO VERDE DELL’UMBRIA” ANTEPRIMA DELL’ “ERCOLE OLIVARIO”

Il Concorso regionale per le eccellenze olearie ” Oro Verde dell’Umbria”, organizzato dalla Camera di Commercio dell’Umbria e giunto al compimento della sua ventitreesima edizione, ha proclamato i migliori oli Dop ed Extravergine umbri della campagna 2021/2022 ed ha selezionato gli oli che prenderanno parte alla 30esima edizione del Concorso nazionale Ercole Olivario. Il concorso prevede esami organolettici e analisi sensoriali, affidati a una giuria regionale composta da 16 assaggiatori guidati dal Capo panel Angela Canale e coordinati da Giulio Scatolini.    SOLO in Umbria  vegetano e producono 38 cultivar diverse, e in Italia oltre 400 in produzione. I frantoi in…

30

MARTEDI’ GRASSO E LE SUE “FRAPPE”.

FRAPPE, Chiacchiere, Bugie, Cenci, Galani, Crostole, Sfrappole, Nastrini, tanti i nomi regionali per queste frittelle tipiche del carnevale. Se nelle strade dell’antica Roma durante le celebrazioni dei Saturnali venivano offerti dolci fritti nel grasso di maiale dal nome frictilia, in Apicio, nel De re Coquinaria, troviamo la descrizione di dolci tipici del Carnevale: frittelle a base di uova e farina di farro tagliate a bocconcini, fritte nello strutto e poi tuffate nel miele.   MA L’ORIGINE vera e propria delle Frappe risale all’epoca rinascimentale. Con uova, farina e zucchero la ricetta compare per la prima volta con il titolo “Per…

22

LA PASTICCERIA SANDRI X SAN VALENTINO: “IL BACIO” DEL MITO IN PASTA DI ZUCCHERO DI FLAVIA GARREFFA.

SANDRI A PERUGIA espone, in pasta di zucchero, una monumentale celebrazione degli amori del mito e della storia, ad opera della bravissima artista e cake designer Flavia Garreffa. Nella vetrina della storica pasticceria lungo Corso Vannucci le bianchissime sculture regalano luce. “Il Bacio” di Auguste Rodin, ma anche “Amore e Psiche che si abbracciano” di Antonio Canova, fino a “Il bacio in Times Square”.     AUGUSTE RODIN è la vita del marmo. Uno degli artisti più rivoluzionari della tradizione plastica moderna. Le sue sculture sembrano animare la materia classica, destinata per sua natura all’immobilità. Nei due protagonisti de “Il…

25

IL TORCOLO DI SAN COSTANZO: UN SENTIMENTO PERUGINO.

OGNI CIBO ha un sentimento (Aimee Bender). E grande è quello per il Torcolo di San Costanzo, dedicato al nostro beneamato patrono che protegge Perugia insieme a Ercolano e Lorenzo. Torcolo e vino rosso di casa o vinsanto ad accompagnare un pane speciale in questo giorno, come un tempo. E una prece a Costanzo mentre si impastava e impastava, e rimpastava ad ogni ingrediente aggiunto ad accrescere una lievitazione naturale e a creare inconsapevolmente un dolce popolare e un santo popolare, un dolce casereccio e un santo casereccio. Un modo per celebrare una festa che univa sacro e profano, di…

19

EUROCHOCOLATE 2022: PER PERUGIA “A PASSO D’UOVO”.

EUROCHOCOLATE 2022 SI FARA’, malgrado l’emergenza Covid, e l’evento si terrà all’interno degli storici giardini del Frontone, per permettere un contingentamento e con un ticket da pagare che comprenderà anche un tour attraverso Perugia e i suoi 5 Rioni con un contest fotografico su monumenti selezionati, con premi in uova di cioccolato. Una Perugia “a passo d’uovo”, questo il claim, per una nuova interessante e attesissima edizione primaverile che si terrà dal 25 marzo al 3 aprile.   “Grazie a una curiosa progettualità, legata al già annunciato claim, saremo in grado di far vivere una coinvolgente esperienza in sicurezza all’interno…

26

LA TONDA FRANCESCANA E IL BACIO.

E’ LA NOCCIOLA UMBRA, una varietà che si contraddistingue per l’alta produttività, l’adattabilità all’ambiente e per le caratteristiche che la rendono idonea ad essere utilizzata nel processo industriale. E la “ Tonda francescana”, dedicata a Francesco d’Assisi il santo italiano più amato, entrerà nel cioccolatino degli innamorati più famoso: il Bacio. Con un percorso di analisi e sperimentazione prevista in due fasi: nel 2020 è stata avviata l’analisi di qualità, entro il 2023 i test organolettici ed industriali dalla tostatura al prodotto finito. Per un cioccolatino che, proprio quest’anno, compie 100 anni. Inventato da Luisa Spagnoli con quella nocciola posta…

49

EPIFANIA: TORTA DI PASQUA E… SALAME DI FABRIANO.

TORTA di Pasqua perugina e salame di Fabriano, un eccellente connubio in questo antipasto che apre la Prima Pasqua dell’anno: infatti è d’obbligo qui a Perugia per l’Epifania gustare la nostra torta al formaggio, “alta, slanciata e bionda” (per le uova), che in genere si accompagna a salame o capocollo, e quest’anno è il salame di Fabriano a esaltarla nel mio piatto.   IL SALAME DI FABRIANO, un prodotto tipico marchigiano noto persino a Garibaldi che lo loda in una sua epistola del 22 aprile 1881 ringraziando l’amico Benigno Bigonzetti degli ottimi salami fabrianesi ricevuti. Testimonianze ancora più antiche dimostrano…

15

LA BEFANA VIEN DI NOTTE CON LE SCARPE TUTTE ROTTE…

BEFANA, uno straordinario intreccio tra il racconto biblico dei Magi e la bruttina, cara vecchietta. Tra il mondo degli adulti e quello dei piccoli. Tra il reale e il desiderio del sogno. Le fiabe e il mondo che si portano dietro non sono solo uno strumento etico, ma nascono da un universo lontano da quello adulto e civilizzato, vicine a una dimensione antica e quasi arcaica dell’esistenza. Somigliano con i loro archetipi- una sorta di struttura universale del buono e il cattivo, l’inseguitore e colui che è da salvare, la vittima e il suo carnefice- alle nostre origini evolutive, al…

25

IL PRANZO DELLA FELICITA’.

IL PRANZO DELLA FELICITA’ apre i cuori con i piatti familiari e del ricordo. Un viaggio nella memoria dove si intrecciano passato, presente e storie care. Lungo, gustoso, orientato dal nostro palato affettivo. Così i cappelletti, la parmigiana di gobbi, le lenticchie con il cotechino o lo zampone regalano un attimo di serenità. E i dolci iconici della pasticceria perugina del periodo, le pinoccate, il torciglione, le pinolate, i tozzetti, accompagnano quelli classici dei torroni, pandori e panettoni. Perchè il cibo contrassegna identità, sngolarità di aree culturali.   UN Capodanno sottotono, ma i “cin cin” in famiglia e tra amici…

33