Blog-gusto ®

25 Gen A BOLOGNA ARTEFIERA I 100 ANNI DI BURRI.

BOLOGNA SI VESTE D’ARTE in questi giorni e poichè il vestito le è rimasto un po’ stretto , ha pensato ad “allargare” l’abito, il formato, e agghindarlo persino di una notte bianca con Art City White Night. Bologna ArteFiera, Fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea- 185 gallerie, 210 espositori, 2000 opere-, si ripresenta con Art City Bologna, nato nel 2013 dalla collaborazione tra Comune di Bologna e BolognaFiere, per una originale esposizione di opere d’arte in città, per godere di una bellezza diffusa, per accogliere un mercato dell’arte sempre più imponente, per vivere nuove e intriganti proposte a 360° in performance e happening sparsi tra musei cittadini che ospitano varie sezioni. La Main Section, il fulcro della fiera, le principali gallerie di arte moderna e contemporanea; la Solo Show, le…

READ MORE

23 Gen HOMI MILANO: CULTURA NELLLA FIERA DEGLI STILI DI VITA

UN SALONE IMMENSO come sono immensamente tanti gli stili di vita, le tendenze, i gusti. Satelliti di infinite possibilità e soluzioni che riguardano la vita straordinaria o di tutti i giorni, il lavoro o il tempo libero, gli impegni o gli hobbies. Una corrispondenza tra valori legati all’arte del saper fare, all’artigianalità e alla tecnologia, all’innovazione e alla creatività. Con occhi nuovi, quelli di oggi e di domani, sbirciando tra proposte ancora capaci di stupire con “il bello, il buono e il ben fatto”. Stupefacente Homi Milano, il salone degli stili di vita che si articola in varie tematiche.   Living Habits, tra nuove aggregazioni e spunti diversi, decorazioni e complementi d’arredo, illuminazione e artigianato artistico, tra creazioni inusitate che esplodono per bellezza e stupiscono per i materiali di una…

READ MORE

17 Gen UNA NUOVA SALA PER I BRONZI ETRUSCHI DI SAN MARIANO DI CORCIANO: MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DELL’UMBRIA

I BRONZI INCANTANO nella loro antica bellezza e stupiscono per la maestria, la grazia, la precisione dei particolari fantastici. Teste d’animale, tori, leoni, serpenti, leopardi, ma anche minotauri o grifoni e pesci e guizzanti delfini e tutto il bestiario caro agli Etruschi uomini di terra e di mare. Animali spesso rappresentati di profilo, definiti da linee nette di contorno e da diversi particolari anche aggressivi, chè dovevano difendere il defunto nell’oltretomba. E visi dai tratti orientaleggianti, e le suppellettili più domestiche che guerresche, a dimostrare il grande interesse degli Etruschi verso i banchetti, quella raffinatezza che li portava ad abbinare gli ingredienti e a servire i piatti con quella cura che mettevano nel realizzarli: piatti da portata a forma di pesce, bracieri in bronzo per cuocere e tenere la carne…

READ MORE

16 Gen MOR, MUSEO OPIFICIO RUBBOLI: L’INAUGURAZIONE A GUALDO TADINO.

LA RICETTA E’ QUATTROCENTESCA. Sali metallici, argilla, aceto di vino, ossido di ferro, tutto in cottura, per una ceramica dai bagliori splendenti, grazie anche al fumo profumato di mediterranee ginestre che donano il giallo oro, il rosso rubino, l’argento. In Umbria Gualdo Tadino è sinonimo di ceramica: tracce di rozza fattura e cottura approssimative sono state rinvenute nel sito archeologico di Colle dei Mori e testimoniano che fin dal XII secolo a. C. la produzione ceramica era presente. Fin dal 1300 poi in mercati limitrofi ceramisti gualdesi esponevano i loro caratteristici prodotti che si affermeranno nel ‘600 con le dinastie dei Pignani e dei Biagioli. Nell ‘800 il grande salto di qualità si avrà con la straordinaria “ripresa” della ceramica a lustro oro e rubino ad opera di Paolo Rubboli,…

READ MORE

13 Gen “SLOW TOURISM” e “CIVIUM”: MODA E TURISMO ECOSOSTENIBILI AL CERP DELLA ROCCA PAOLINA- PERUGIA

SE E QUANDO IL TURISMO E’ RESPONSABILE E SOSTENIBILE rispetta il territorio, lo racconta penetrandolo dall’interno, nelle sue realtà più profonde e vere, anche quelle produttive. E può narrarlo in modo innovativo attraverso creazioni, oggetti, prodotti che possano interpretarlo, perpetuarlo, comunicarlo. Natura e cultura, natura e moda, attraverso l’utilizzo sostenibile di fibre naturali come la canapa e con la produzione di oggetti di uso quotidiano come una borsa che cammina con noi e con noi trasmette un messaggio del luogo dove è stata prodotta.   SE UNA BORSA E UNA COLLANA SONO OGGETTI DEL DESIDERIO, QUI IL DESIDERIO DIVENTA PAESAGGIO. Così è nata la collezione “Paesaggi” creata dalla casa di moda Vodivì, la prima collezione ecosostenibile di borse in canapa e gioielli in pietre naturali. Le borse, ideate e disegnate…

READ MORE

11 Gen AL RISTORANTE “IL CONVENTO” DI CORCIANO.

PICCOLI SUPPLI’ serviti insieme a calici di bollicine per un aperitivo beneaugurale, qui al ristorante “Il Convento” di Corciano. L’esperienza della signora Anna si ritrova nei suoi immancabili piatti, nei supplì bianchi filanti di mozzarella, che invitano a non staccarsi mai da loro. Li accompagnano tranci di gustosa pizza che raccontano che qui si può assaporare anche questa tradizionale preparazione italiana nelle forme classiche o in infinite varianti.   AL TAVOLO L’ENTREE è un tortino di patata profumato alla noce moscata su un morbido letto di formaggio fuso e qualche chicco di melagrana a regalare una improvvisa agnizione in bocca e quella succosa “agritudine” che ristora il palato dall’onda fluida del formaggio; a seguire gli gnocchi verdi di spinace rivelano al naso il profumo del “Castelmagno” che li riveste e…

READ MORE

10 Gen AGRITURISMO LE MANDRIE DI SAN PAOLO- ASSISI

IL LUOGO E’ DELIZIOSO. Anzi molto bello. A mezza costa del Monte Subasio e nello stesso tempo a cinque minuti dal centro di Assisi. L’ultimo tratto è strada di montagna, tra macchia mediterranea e macchie d’ulivi, così tanti che disegnano il paesaggio e condiscono a tavola il cibo preparato da questo agriturismo, “Le mandrie di San Paolo”, nome curioso, accanto alla Basilica di San Vitale che ricorda il santo eremita, poi benedettino di Santa Maria di Viole e la festa che ogni anno questa frazione di Assisi festeggia a giugno con il Palio” acqua cum canistro” per ricordare l’eremita che viveva in assoluta povertà, munito solo di un canestro per raccogliere acqua. L’antica fattoria del monastero benedettino è oggi l’agriturismo Le mandrie di San Paolo, a ricordo della primitiva localizzazione….

READ MORE

05 Gen EMOZIONI AL MUSEO” MADE IN CHRISTMAS”

Emozioniamoci nei nostri Musei, dove l’Arte parla di una grande bellezza. MADE IN CHRISTMAS, una rassegna da vivere per un Natale diverso, un Natale d‘Arte. Dal 27 dicembre e fino al 17 gennaio nei nostri musei di DERUTA, BETTONA, MONTONE, UMBERTIDE, TREVI, SPELLO, CANNARA, CASCIA, l’Arte e la Creatività si incontreranno per serate diverse dove la manualità, le storie, la musica si esprimeranno in una emozionante sinergia: PLAY attività creativa per i più piccoli; WORK IN MUSIC per un intimo dialogo tra musica e pittura; TELL ME racconti di tradizione e del Natale. Tutti percorsi d’Arte che cammineranno all’unisono.   PLAY, ovverosia bambini al museo, tra visite sensoriali di “Arte in ogni senso” al Museo regionale della Ceramica di Deruta (28 dic.); o “Con un batter d’ali”: le forme e…

READ MORE

31 Dic BUON ANNO!

    Se l’acqua la insegna la sete, la terra gli oceani trascorsi e lo slancio l’angoscia. E ancora se la pace la raccontano le battaglie, se l’amore lo narrano i tumuli della memoria e infine se gli uccelli raccontano la neve (E.Dickinson), allora c’e Speranza. Sono tutte le cose “non avute” quest’anno, e sono tante, a stimolarci e a mantenere sempre vivo il nostro appetito di sapere, sperimentare, provare, riuscire a raggiungere, malgrado tutto. Se la crisi economica ci attanaglia, se questo “non avere” stimola la creatività, allora noi siamo arrivati a un punto di estremo desiderio di nutrire la nostra voglia di vivere e rinascere. E il 31 dicembre di ogni anno, malgrado tutto, siamo pronti a riscaldare ancora il cuore alla speranza più cara, AUGURANDOCI UN ANNO…

READ MORE

27 Dic IL PRESEPE VIVENTE DI SAN GREGORIO DI ASSISI. DA NON PERDERE!

IL PRESEPE VIVENTE DEL CASTELLO DI SAN GREGORIO DI ASSISI, di ambientazione storica e scenica perfette e di emozione altissima. Una lunga attesa prima di entrare, tanti sono i visitatori, persino un pullman di turisti partenopei, che è giunto per visitare un presepe diventato famoso in tutta Italia.   MA, UNA VOLTA DENTRO IL CASTELLO, su per le strade acciottolate, giù per le viuzze scoscese, l’atmosfera e la storia ti assalgono all’improvviso ed è anche le vicende nostrane di lavoro e antichi mestieri: lì accanto si impasta farina di grano antico e acqua per un primitivo saporoso pane in assaggio e più avanti sarà la bruschetta con il nostro olio nuovo e il vino caldo e dolce, edulcorato dal miele, chè così era un tempo. E bevendo ti scaldi nel…

READ MORE

26 Dic BUON NATALE

  Cadono stelle in questi giorni di fine dicembre, meteore delle Geminidi, e ben venga qualche tonnellata di stelle cadenti, come sono caduti tanti castelli in aria degli italiani.  Non chiedeteci però di formulare, all’apparire di questi astri, ennesimi desideri. Non ce la facciamo più, vorremmo fatti e ci darebbero solo parole. Fortunati solo i poeti, per noi le parole sono manna dal cielo…(Vivian Lamarque- Corriere della sera)   Buon Natale   marilena badolato    

READ MORE

21 Dic PERUGIA E IL SUO ARCO ETRUSCO: UNA BIANCA BELLEZZA.

ARCO ETRUSCO DISVELATO, liberato dai veli e dai ponteggi e pronto per essere mostrato nella sua bianca bellezza, una riconquistata libertà di apparire e d’essere, recuperato e restaurato, scomparse anche le tracce dell’incendio di oltre duemila anni fa e dello smog odierno, che oscuravano la scritta dedicatoria “Augusta Perusia” del I sec. a .C, di un bel timbro cromatico rosso rubino ottenuto con l’antica tecnica della “rubricatura” e anche la scritta più piccola di “Colonia Vibia”, a commemorazione del titolo assegnato a Perugia dall’imperatore Caius Vibius Trebonianus Gallus (251-253). Magia di una costruzione etrusca di precisione simmetrica e non altro a fare da collante. Pietre che in alcuni punti della cinta muraria sono marchiate dal lapicida che voleva indicare la cava di provenienza. E nell’Arco, dopo queste opere di ripulitura…

READ MORE

16 Dic PORTMANTEAU: L’ALBUM-VALIGIA DEI TRITONE

TRITONE E’ IL NOME DEL GRUPPO, da “ tritono” che rappresenta in musica un ossimoro, un non sense, un rapporto di incongruenza, una dissonanza dove l’orecchio all’improvviso si perde nei suoni di una illusione uditiva, musica diabolica era chiamata, perchè penetrava, lacerandola, la purezza musicale con i suoi contrasti, e faceva quasi perdere l’orientamento…   CONTRASTI ALTISSIMI e di conoscenza, tra interpretazione classica ed elettronica contemporanea, di una sintesi in apparenza non sense, ma in realtà di quello che Arnold Schoenberg definisce “consonanza lontana”, che all’orecchio rimanda storie, leit motiv, colonne sonore di film in mezzo a “impreviste e improvvise” sonorità . Questo è Portmanteau.   PORTMANTEAU, l’album dei Tritone, è una valigia per viaggiare insieme, mettendo dentro tutto quello che ci piace e vogliamo portarci dietro, un po’ dell’oggi,…

READ MORE

15 Dic UNA “LEZIONE DI GUSTO”: SCUOLA DELL’INFANZIA DI CASTEL DEL PIANO- PERUGIA

I BAMBINI SONO PRONTI, seduti, ordinati e attenti, quando varco la porta ed entro nella classe. La maestra Romina ha parlato loro della ricetta che la signora Zelinda, una nonna, creerà stamane, un dolce natalizio tipico umbro, ma interpretato anche da tutti loro che ne saranno i protagonisti. Sanno anche del mio arrivo e mi osservano attenti e guardano la macchina fotografica e il blocco per gli appunti. E’ già al lavoro nonna Linda, la chiameremo così per comodità, alle prese con il frullatore, e la nipotina, stamane, è la più timida della classe mentre guarda la sua nonna che insegna il “come si fa…”. Una mattina diversa e interessante fra questi cuccioli di tre anni. Sono attenti e sereni e fanno a gara per sedersi accanto a me.  …

READ MORE

14 Dic TERRA MADRE DAY- SLOW FOOD PERUGIA: DIRE FARE MANGIARE CON L’OLIO

    OLIO D’OLIVA 2014 UNA STORIA DI DRUPE, PUPE E… POLLI. Anzi galline della razza Livorno e nostrale di Morozzo: le olive, le larve della mosca olearia e i pollami che razzolano e ripuliscono i terreni olivati mangiando l’oliva intera, nocciolo e larva compresi. Con Slow Food, Condotta di Perugia, il “Terra Madre Day”, sarà dedicato all’olio d’oliva, argomento di scottante attualità, con le problematiche legate ai cambiamenti climatici e ai plurimi attacchi parassitari, che hanno interessato il mondo olivicolo in questa annata. L’ulivo è parte del nostro paesaggio, è albero che protegge le nostre colline con le sue poderose radici, le sostiene, le abbellisce di quel verde argentato che cambia con il vento e le stagioni e dona l’olio, verde salubrità nel piatto. Perchè l’olio d’oliva è un…

READ MORE

11 Dic GLI “ALBERI D’AUTORE” DI ASSISI SONO LEGATI DA UN FILO D’AMORE.

    UN “FILO D’AMORE” LEGA GLI ALBERI D’AUTORE, per il secondo anno esposti nella Sala della Pinacoteca in Piazza del Comune di Assisi, alberi di Natale impreziositi da importanti decorazioni variamente interpretate da artiste diverse e in molteplici espressioni d’arte. Pizzi, trine, ricami, a tombolo, telaio e uncinetto, vestono di colori e d’eleganza gli alberi di questa mostra. Nomi magici di antiche perizie di donne di oggi che hanno ripreso in mano tutte queste affascinanti arti: macramè, pizzo Irlanda, punto scritto, punto svizzero, punto Assisi, mezzo punto, sfilati, uncinetto, persino il colorato patchwork. Ma anche importanti messaggi di storia, di cultura, di solidarietà, perché seguendo il tema del grande albero di Natale di Assisi, il ricavato di questa mostra natalizia, attraverso un concorso nazionale a premi legato a una…

READ MORE

07 Dic LA “PIZZA DEL CLITUNNO”: MOLINO SUL CLITUNNO DI BOVARA DI TREVI.

    SE IL MOLINO E’ SUL CLITUNNO la storia è diversa. Profuma di mito, oltre che di farina. Di storia antichissima, di acqua magica che bagna tutta questa fertile valle dove un tempo la canapa la faceva da padrona, dando il suo nome a questa fertile zona delle ”canapine”. Il molino oggi racconta del tempo che fu: un’antica villa padronale, una costruzione perfettamente conservata, abitata dalla famiglia Marani, che attesta l’amore per la storia e il territorio, mentre un rudere conservato alle spalle e dei carteggi comunali certificano che sin dal 1400 qui c’era un molino. E che dal 1984 c’è una fiorente azienda che festeggia questi 30 anni insieme al territorio.   UNA LOGICA CONSEGUENZA: se sopra domina una collina olivata e sotto a valle coltivazioni ortive, è…

READ MORE

05 Dic HEINZ BECK E L’OLIO NOVELLO: ROMA, PALAZZO DELLA VALLE

L’OLIO E’ VERAMENTE IL PRODOTTO DEL SUO TERRITORIO,  terra e uomini che  lavorano, ascoltano, conoscono, interpretano. E le condizioni atmosferiche possono giocare a favore di alcuni paesi produttori a danno di altri, così le annate non sono mai le stesse, così i primati di produzione olearia spesso si capovolgono. Ma l’olio è il nostro vanto, vanto di un made in Italy che parla del territorio: come l’ulivo è “radicato” nella nostra terra con le sue radici profonde, così l’olio è “ingrediente” basilare della nostra cucina.Gli oli nuovi sono i nuovi nati dei frantoi, la capacità delle nostre aziende di innovarsi per stare nei mercati senza mai abbandonare la storia, il legame con il proprio territorio che ciascuna azienda porta con sé. Questo è il miracolo dell’olio, la capacità di guardare…

READ MORE

05 Dic IL FARRO E LE “OLIVE ALL’ASCOLANA VEGETARIANE”

IL FARRO: sapore di buono e d’antico, profumo deciso, aspetto rustico e lievemente ruvido. Il gusto ricorda quello morbido e appena dolce della noce e la farina acquista la stessa colorazione, colore che ritroviamo nel pane, di una leggerezza unica, che si mantiene a lungo morbido e umido. La cucina è una “magica alchimia”, trasforma la materia prima inventando nuove realtà, ma è anche una “pratica culturale”, cioè rispetta certi criteri geografici ed economici di approvvigionamento di materia prima e al tempo stesso gli usi, i costumi, le regole ereditate, ma adattate alla società in cui si vive. Il farro è un antichissimo cereale, il suo uso rituale in Umbria è documentato nelle Tavole eugubine:  farsiu ‘la farrea’ (focaccia di farro)< bharseio- “di farro” , propria del dio Marte: TI…

READ MORE

03 Dic FLOS OLEI 2015: LA GUIDA NEL MONDO DELL’OLIO

ANCORA UNA VOLTA I SALONI DEL WESTIN EXCELSIOR di via Veneto a Roma, accolgono il mare d’olio che Marco Oreggia, affiancato da Laura Marinelli, ha riunito qui per raccontare, illustrare, presentare questo Concorso Internazionale aperto alle migliori aziende di produzione olivicola: Flos Olei, una guida in italiano e inglese, dedicata agli oli extravergine di oliva di 48 nazioni, raccontate ognuna con il proprio spazio culturale, storico e di produzione, oli dei paesi di cinque continenti selezionati da un panel di assaggiatori, esperti e severi, che esaminano ogni anno dai 1500 ai 2000 campioni d’olio, per creare una guida moto selettiva.   FLOS OLEI premia la migliore produzione di olio extra vergine di oliva, ma anche la costanza qualitativa di ogni realtà produttrice nel corso degli anni e il valore aggiunto…

READ MORE

26 Nov CERP- ROCCA PAOLINA: LE SONORITA’ MATERICHE DI ALFONSO BORGHI

IL PRIMO AMORE ALFONSO BORGHI LO INCONTRA A PARIGI, quel cubismo condito dai tratti di Picasso. Dal contatto con George Pielmann, allievo di Kokoschka- suo è il “ Ritratto di Aliuccia”, compagna di Borghi esposto in mostra-, nascerà un connettere quella matericità dell’espressionismo alle sue tele che non l’abbandonerà mai. Colore e materia densa, penetrante, quasi ti toglie l’aria. Con un qualcosa di rigoroso nella forma complessa, subito superato dall’impasto che ti viene addosso e dal colore che squilla agli occhi. Entusiasmo d’emozione allo stato puro con i rossi, i blu, i giallo- oro. Dal paesaggio, la passione del dipingere inizia da qui, con “I tetti di Parigi” olio su tela del 1970, alla figura “L’uomo rosso”, olio su tela degli stessi anni e al curioso e accattivante “La ragazza…

READ MORE

25 Nov BRACCIO FORTEBRACCIO DA MONTONE: PERUGIA 12 LUGLIO 1416- 23 NOVEMBRE 2014

ANDREA BRACCIO FORTEBRACCI AVANZA LUNGO IL GRANDE CORSO, non sa che tra poco verrà arrestato. Entra in città da Porta San Pietro, il “Borgo bello”, dopo la battaglia di Sant’ Egidio- è il 12 luglio 1416 e il 23 novembre 2014- dove ha sconfitto l’armata perugina che si era affidata, temendo il suo arrivo, a Carlo Malatesta, nominato “difenditore dei perugini per la Santa Chiesa”. Nella battaglia si sono distinti il giovanissimo figlio di Braccio, Oddo, e l’allievo Niccolò Piccinino. Perugia lo proclama oggi “Signore della città” ed egli, con la famiglia, i dignitari e i servitori alloggerà in quel palazzo grande appoggiato al Duomo, sopra quelle Logge che porteranno oggi e per sempre il suo nome. I “bracceschi”, di ieri e di oggi, scortano il vincitore: uomini che hanno…

READ MORE

19 Nov OLIO D’OLIVA 2014: UNA STORIA DI DRUPE E PUPE.

 GIA’, PERCHE’ LE DRUPE SONO LE OLIVE E LE PUPE SONO LE LARVE trasformate che la mosca olearia, da brava mamma, aveva depositato come uova all’interno del mesocarpo dell’oliva, nutrimento per le sue figliolette. E marca con i suoi ormoni persino il territorio- l’amorevole, vampiresca, omicidiaria nutrice-, così saranno tante mosche diverse per tante piante diverse, ognuna con il suo nido all’interno dell’oliva che cade marcia, spolpata fino all’osso. Non sono nemmeno mancati, visto il clima assolutamente compatibile, gli attacchi fungini di lebbra: il colletotrichum gloeosporioides penetra all’interno delle micro ferite causate dalla mosca, e macchia l’oliva di deturpazioni infossate, la annulla con una cascola precoce, e spesso rovina anche le foglie e i rami che cadono colpiti a morte. Olive essiccate, prosciugate, annichilite, mummificate. E purtroppo chi produce il…

READ MORE

10 Nov TEATRO CUCINELLI SOLOMEO: SE LA PASSIONE CONFORMA LA VITA. “LA PAZZIA DI ORLANDO” DEI “FIGLI D’ARTE CUTICCHIO”, PUPI E PUPARI DI SICILIA.

PUPI E PUPARI ED E’ SUBITO SICILIA, negli occhi, nella mente, nel cuore. In questa serata tutta siciliana, qui al teatro Cucinelli di Solomeo, è in scena la vera e storica arte dei pupari della famiglia Cuticcho , i “Figli d’Arte Cuticchio”, che ancora sopravvive alle mode, alle tecnologie, con la maestria di mani che muovono fili e bastoni, l’incanto della voce modulata, di gola o di petto, per le diverse intonazioni, per i diversi personaggi. I canovacci antichi, le storie tenute a memoria, i miti rivivono mescolati a incursioni con i protagonisti dell’oggi, con battute e intercalari moderni, insieme a frasi di netta e antica flessione della tradizione dei “cuntisti” siciliani, i narratori. Negli anni settanta Mimmo Cuticchio, erede di una delle più antiche famiglie dell’ “Opra” palermitana, apre…

READ MORE

09 Nov GEMELLAGGIO DI GUSTO IN TOUR: VINERIA SAN FORTUNATO DI TODI E IL PIATTO LUI&LEI CON IL SEDANO NERO DI TREVI

Il bellissimo tempio di San Fortunato , vescovo di Todi, si erge all’improvviso, dopo la faticosa salita, con la sua maestosa scalinata. Nettissime influenze francesi, in particolare angioine, in questa chiesa costruita alla fine del XIII secolo con il notevole portale centrale quattrocentesco. Qui sono conservate anche le spoglie di Jacopone da Todi poeta dalla “voce vigorosa e sconvolgente”, tra i più celebri compositori di laudi religiose della letteratura italiana.   ACCANTO AL TEMPIO SI TROVA LA VINERIA SAN FORTUNATO. Giuseppe Foiani e Rita Bordacchini mi accolgono in questo locale, un piccolo scrigno di bellezza, dove un artista ha creato con il legno intagli d’autore. Dal soffitto alle pareti ai tavoli, ovunque una bellezza naturale accompagna la naturalità dei piatti. Questa sera anche la storia, con il “gemellaggio di gusto…

READ MORE

03 Nov QUANDO “PANE E OLIO” ERA LA NOSTRA MERENDA.

PANE E OLIO ERA LA NOSTRA MERENDA. Quando non si parlava di “merendine”. E quando assaggiare “ pane, vino e zucchero” era ancora proibito per la troppo tenera età. E avere l’olio nuovo era un miracolo d’attesa, anche per noi che stavamo in città e non eravamo figli di contadini. Ma ugualmente fortunati, perché Perugia ha sempre avuto, a due passi dal centro storico, il suo verde, i suoi campi, i suoi orti, e soprattutto i suoi ulivi: l’olio nella zona di San Girolamo, dove dalla metà del ‘900 un Giovanni Batta frangeva l’olio; l’olio dei frati di Montemorcino; l’olio della azienda della famiglia Rocchi, con le piante d’ulivo appena fuori le Mura di Porta Sant’Angelo, con la casa e i magazzini dell’olio proprio lungo la via che ancora porta…

READ MORE

01 Nov PICCOLO TEATRO DEGLI INSTABILI- ASSISI: STAGIONE TEATRALE 2014-2015

    La stagione teatrale del Piccolo Teatro degli Instabili si conferma densa di “tradizionali novità” , coinvolgenti “ duo” musicali, dinamici assoli, commedie esilaranti, con un unico denominatore comune: il teatro come “spazio magico”. “Luogo della finzione, della meraviglia, ma anche della infinite possibilità dove le cose accadono in un incontro – confronto con gli altri. il teatro come luogo dell’anima abitato anche dall’esperienza concreta della relazione con gli altri. Dove perdersi e poi ritrovarsi.” Corinna Lo Castro.   “Sembri agitato, figlio mio. Lo stesso immenso globo e quello che racchiude si dissolveranno. Ma noi siamo formati con gli stessi elementi con cui sono fatti i sogni . Allora entrate e iniziate a sognare ( “La tempesta” di W. Shakespeare ) Si inizia il 14 novembre con UNO, NESSUNO,…

READ MORE

23 Ott GEMELLAGGIO DI GUSTO A TREVI. QUINTA TAPPA: IL SEDANO NERO “ALL GREEN”NEL PIATTO LUI&LEI

LA TRADIZIONE NEL PRODOTTO, IL FUTURO NEL PIATTO: questo è il “Gemellaggio di gusto”. Noi prendiamo il meglio dal passato per trasferirlo al futuro, prodotti storici e tipici in una nuova ricetta. Così il sedano nero di Trevi viene riempito oggi di verde salubrità donata dal farro di Monteleone di Spoleto, dai semi di canapa di Sant’Anatolia di Narco, dalla cipolla di Cannara, dalle patate di Gavelli, da quel pizzico di zafferano di Cascia che donerà quella sfumatura dorata a questi cinquanta anni di una Mostra mercato che espone una bellissima e rara cultivar. Ricetta elaborata da Gaspar e Gabriel Gigli del Ristorante Maggiolini e assaporata oggi sabato 18 ottobre, qui in Piazza Mazzini, a Trevi. Questo il “piatto del gemellaggio di gusto” nella sua quinta tappa, sotto il sole…

READ MORE

16 Ott GEMELLAGGIO DI GUSTO LA QUINTA TAPPA A TREVI 18 OTTOBRE 2014

QUEL GIORNO, DA QUEL MOMENTO, INSIEME NEL PIATTO, tutti i prodotti di quei territori, per una armonica sinfonia in bocca. Questa la filosofia del “gemellaggio di gusto”, giunto alla sua quinta tappa a TREVI, sabato 18 ottobre alle ore 16.00 in Piazza Mazzini. E insieme alle storie di città, di uomini, di chiese e di santi, di piazze e luoghi ameni che quei prodotti si portano dietro. E sono già sei. Sei prodotti storici e tipici interpretati, sotto la mia guida antropologico- storica e gastronomica, da Gabriele e Gaspar Gigli del Ristorante Maggiolini. Gaspar preparerà dei piatti all’interno dei quali sceglieremo il “piatto del Gemellaggio”.   PIATTO TRADIZIONALE E INNOVATIVO INSIEME, una diversa e importante innovazione per un importante anniversario, quello dei 50 anni della Mostra mercato del sedano nero:…

READ MORE

14 Ott E’ TREVI.

TREVI E’ANCHE UNA “ OTTOBRATA TREVANA”, per riprendere un noto refrain. E’ il colore che sconvolge sotto il sole d’ottobre che sbianca in certe ore e in altre ingentilisce le pietre di rosata luce. E gli olivi che riflettono ora una ora l’altra, dominando non più il verde, ma l’argento, e ricchi di quei frutti che presto saranno moliti. Colti in queste colline che diventano terra di uomini al lavoro, di braccia che si muovono e raccolgono, di voci di gente operosa. Di suoni e grida che si perdono in basso dove altra gente lavora e coltiva ortaggi, complice la terra ubertosa, quei prodotti che poi l’olio nel piatto condirà del suo novello aroma. E tra questi, il principe di tutti, è il Sedano nero, miracolo e magia della natura…

READ MORE